I robot alla conquista delle PMI

Una ricerca di fruitcore robotics rivela la relazione dei lavoratori italiani con l’industria 4.0.

Pubblicato il 5 agosto 2022

La metà delle PMI italiane sta pianificando l’introduzione di robot in azienda, mentre il 14% li ha già introdotti. Questi i risultati di una ricerca effettuata da fruitcore robotics, azienda di deep-tech nata in Germania nel 2017, che ha intervistato 500 professionisti e manager italiani – che svolgono, pianificano o supervisionano principalmente lavori manuali in aziende con 50-500 dipendenti – per scoprire cosa pensano del lavoro con i robot.

La ricerca mostra come il sentiment generale sia positivo. Secondo la maggioranza degli intervistati (62%), finora sono stati soprattutto i ‘lavori d’ufficio’ a beneficiare della digitalizzazione, per cui è giunto il momento di dare priorità anche ai reparti di produzione (64%). Per circa due terzi, i robot potrebbero rappresentare un buon primo passo verso la digitalizzazione e l’automazione. Molti lavoratori sperano in un cambiamento a livello pratico nel lavoro quotidiano, ad esempio un incremento della qualità lavorativa o la prospettiva di dover lavorare meno con sostanze pericolose. Alcuni citano inoltre un miglioramento nella percezione del lavoro: il 33% dichiara che i robot consentirebbero di eseguire meno compiti ripetitivi, il 32% si sentirebbe agevolato, il 29% farebbe un lavoro meno impegnativo dal punto di vista fisico, il 28% afferma che le mansioni diventerebbero più interessanti, mentre il 26% si sentirebbe orgoglioso nel poter lavorare con l’alta tecnologia. L’indagine di fruitcore fornisce inoltre ai datori di lavoro indicazioni sulle misure che la forza lavoro vorrebbe vedere implementate, come l’accompagnamento all’introduzione dei robot, e offre spunti di riflessione per i responsabili istituzionali.

Preoccupazioni e modi per affrontarle

Non tutti i dipendenti accetterebbero positivamente nuovi colleghi robot: il 7% dichiara che si sentirebbe superfluo se venissero introdotti, il 10% avrebbe paura delle innovazioni e l’11% sarebbe “sopraffatto”. Un quarto dei responsabili di produzione ha inoltre dichiarato di temere la complessità del lavoro con i robot. I management devono saper valutare queste preoccupazioni. Le misure di accompagnamento, infatti, possono facilitare il cambiamento: il 40% degli intervistati ritiene particolarmente importante avere accesso a programmi di formazione che facilitino il lavoro con i robot (40%).

Anche l’organizzazione e la buona pianificazione sono fondamentali: più di un quarto (26%) afferma che nessun dipendente dovrebbe lavorare esclusivamente con i robot. Inoltre, molti vorrebbero poter decidere quali compiti affidare ai robot e quali no (31%). Quasi un quarto (24%) dichiara che lavorando con i robot avrebbe più tempo da dedicare a mansioni di maggior valore, e vorrebbe avere una buona pianificazione dei nuovi compiti da svolgere.

Il personale manageriale delle aziende che già utilizzano i robot sottolinea con una frequenza superiore alla media che anche la chiara prospettiva di un aumento di stipendio in caso di assunzione di mansioni di qualità superiore (34% vs 27% di media) o la prospettiva di una settimana di quattro giorni (27% vs 23% di media) possono essere misure di accompagnamento interessanti.

I benefici dei robot in azienda

Secondo il personale manageriale, l’introduzione dei robot porta diversi benefici alla linea di produzione. I processi nelle aziende potrebbero svolgersi più velocemente (67%), la qualità (67%) e la produttività (63%) aumenterebbero, i robot rappresenterebbero un vantaggio competitivo (64%) e forse anche una soluzione al problema della carenza di lavoratori qualificati (59%). Quest’ultimo è un problema rilevante che l’inserimento di robot può ovviare: il 68% degli intervistati afferma infatti che la propria azienda ha difficoltà a trovare lavoratori qualificati o necessita di molto tempo per farlo. Inoltre, i robot potrebbero rendere l’ambiente di lavoro più sicuro (65%) e sollevare i lavoratori da compiti ripetitivi (69%) e poco ergonomici (64%).

Per ottenere i benefici sperati, le PMI dovrebbero sfruttare appieno il potenziale dei robot digitali. Secondo i responsabili di produzione intervistati, circa un terzo delle aziende intende farlo: il 34% valuterebbe i dati dei robot per migliorarne le prestazioni e la longevità, il 33% li collegherebbe al cloud per lavorare sempre con gli ultimi aggiornamenti (il 24% non lo farebbe per problemi di sicurezza) e più di un quarto (29%) intende anche esplorare soluzioni di intelligenza artificiale.

Sostegno istituzionale – i desiderata

Secondo il 42% degli intervistati, le scuole e gli istituti di istruzione secondaria dovrebbero offrire programmi tecnici migliori per preparare la società all’automazione robotica su larga scala. Più di un terzo (39%) sottolinea l’importanza di incentivi per le aziende private affinché forniscano una migliore formazione digitale. Il 32% dichiara la necessità di un reddito di base universale come “rete di sicurezza”, mentre un quinto pensa che una tassa sui robot sia utile per bilanciare le riduzioni dell’imposta sul reddito.

Metodologia

fruitcore robotics ha commissionato a Sapio Research, agenzia di ricerche di mercato, un sondaggio che ha coinvolto specialisti e manager in Germania e in Italia. 1005 professionisti e manager tedeschi e 500 italiani hanno partecipato all’indagine. La selezione si è concentrata su professionisti che svolgono principalmente lavoro manuale o che pianificano e/o supervisionano il lavoro manuale. Più del 30% degli intervistati in Germania (322 persone) e poco meno della metà (214 persone) in Italia sono direttori di produzione. L’indagine è stata condotta ad aprile 2022.

 

 



Contenuti correlati

  • B&R tra i protagonisti del Forum Meccatronica

    B&R torna in presenza alla nona edizione della mostra-convegno ‘Forum Meccatronica’, ideato dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione e realizzato in collaborazione con Messe Frankfurt Italia. L’azienda sarà tra i selezionati espositori, con uno spazio dedicato all’incontro con...

  • ULMEX e Zecher presentano a K la nuova release di Evolux

    ULMEX partecipa a K 2022 (Düsseldorf, 19-26 ottobre 2022) al fianco di Zecher, tra i leader nella produzione di anilox. Una presenza congiunta che rafforza ulteriormente la partnership che da tempo lega le due realtà. Proprio in...

  • Più efficienti con il 4.0: opportunità e sfide per le imprese

    Monitorare, accompagnare e guidare le PMI di Emilia-Romagna, Marche e non solo nel percorso verso l’Industria 4.0, l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale  attraverso ricerche, momenti di confronto e iniziative volte alla diffusione delle best practice: questa...

  • Digitalizzazione delle imprese italiane, a che punto siamo?

    Spesso le imprese sono molto ottimiste quando valutano il proprio livello di digitalizzazione, pensano di essere più evolute in ambito di Digital Transformation, di quanto lo siano realmente. Le opportunità sono spesso state identificate come applicazione di un dato sistema o...

  • E80Group - Drinktec
    E80 a drinktec 2022 con soluzioni innovative per l’intralogistica

    Una vetrina d’eccellenza affacciata sull’industria globale del settore beverage e liquid food: E80 Group era presente al drinktec, la fiera di riferimento più importante a livello mondiale per tutti gli operatori del settore. Un incontro ai vertici...

  • Grande successo per la ventesima edizione di AMB

    La ventesima edizione di AMB, Fiera internazionale per la lavorazione dei metalli ha registrato un’atmosfera stimolante nei padiglioni e tra gli operatori del settore. Per 5 giorni il quartiere fieristico di Stoccarda ha visto passare 64.298 visitatori e 1.238 espositori...

  • Le innovazioni nella mobilità ambientale richiedono un lavoro di squadra strategico

    L’industria automotive sta cambiando radicalmente: le aziende di questi settori e tutti coloro che desiderano partecipare alla mobilità del futuro devono ora proporre strategie più complete e fare affidamento su soluzioni innovative. Inoltre, servono competenze digitali. Secondo...

  • Servitizzazione e IoT industriale al centro di un white paper

    Grazie all’Industria 4.0, nuovi modelli di business saranno realizzati sull’economia del dato, dei processi e della supply chain, in forza di interazioni sempre più frequenti con fattori esterni all’azienda che, attraverso lo sviluppo di ecosistemi, contribuiranno significativamente...

  • Algoritmi intelligenti di bin packing per la logistica 4.0

    Nell’ambito della logistica evoluta, l’utilizzo di algoritmi intelligenti consente di ottimizzare la pallettizzazione delle merci e di calcolare in breve tempo le soluzioni più efficienti per l’imballaggio di oggetti con dimensioni e caratteristiche differenti in un numero...

  • Robustel rafforza il proprio portafoglio di router e gateway IoT industriali

    Con una vasta e ben consolidata gamma di prodotti specializzati nelle soluzioni IoT/M2M industriali, Robustel è sempre alla ricerca di modi nuovi e innovativi per servire i clienti nei principali settori verticali. Dalla fondazione dell’azienda nel 2010,...

Scopri le novità scelte per te x