I Competence Center in primo piano a Mecspe

Pubblicato il 15 ottobre 2021

Manca poco alla 19ᵃ edizione di Mecspe, l’evento dedicato all’industria manifatturiera italiana, in programma dal 23 al 25 novembre a Bologna Fiere, con 92mila mq di superficie espositiva, 18 padiglioni, 13 saloni, 46 iniziative speciali e convegni, e oltre 1.800 aziende in esposizione.

Tra le iniziative in programmazione, per la prima volta saranno oggetto di approfondimento i Competence Center, introdotti dal Mise nel 2018 nell’ambito del Piano Nazionale Industria 4.0 al fine di assistere le imprese su aspetti quali formazione, digitalizzazione e sviluppo dell’innovazione in ambito Industria 4.0. L’Italia infatti continua a crescere, come attestano le stime recentemente divulgate dal governo, che proiettano il nostro Pil per il 2021 al +6% e come confermano i più recenti dati Eurostat secondo cui il nostro Paese gode del primato europeo per l’incremento della produzione industriale, giunta quest’anno al +20%. Gli indici di ripresa economica tracciano dunque un percorso che guarda al futuro, con ritrovata positività, che proietta il mondo delle imprese nel pieno della quarta rivoluzione industriale.

In questo contesto MECSPE offre una importante opportunità di approfondimento di quelle realtà che si occupano di supportare le imprese nella transizione digitale e nello sviluppo di tecnologie innovative e altamente competitive sul mercato nazionale e internazionale. Nasce dunque la Piazza Competence Center (pad. 21, Bologna Fiere), pensata per conoscere da vicino le specificità dei sei Competence Center presenti a Mecspe con attività di orientamento, formazione e progetti innovativi in ambito Industria 4.0.

Dall’Osservatorio Mecspe sul II quadrimestre 2021 è emerso che infatti solo l’8% delle imprese ha collaborato con Competence Center o Digital Innovation Hub, e sono ancora tante a non conoscerli (46%), nonostante la capacità riconosciuta loro, da oltre un terzo degli intervistati, di saper supportare le imprese nella costruzione e sperimentazione di progetti di Industria 4.0. Occorre quindi spingere sul cambiamento culturale, attraverso un lavoro di informazione dei protagonisti della filiera, sempre più essenziale per attrarre i giovani verso il mondo della fabbrica intelligente.

Nella Piazza Competence Center i visitatori potranno entrare direttamente in contatto con i Centri di Competenza specializzati in 5G, Additive Manufacturing, Big Data, Cyber security, Digitalizzazione, Intelligenza Artificiale e Robotica. La Piazza sarà suddivisa in un’area Demo, più dimostrativa, dove saranno esposti alcuni dei progetti già realizzati dai Competence Center assieme alle aziende che si sono rivolte a loro dal 2018 a oggi; un’area Speech destinata a brevi sessioni di formazione sui servizi offerti e in un’area più propriamente commerciale, dove poter dialogare direttamente con i responsabili dei Centri al fine di trovare la forma di collaborazione più adatta alla propria impresa.

I Competence Center che parteciperanno alla 19ᵃ edizione di Mecspe sono: Artes 4.0, BI-Rex, Cim 4.0, Made, Smact e Start 4.0.

Artes 4.0, con sede a Pisa, presenterà progetti finanziati con bandi rivolti alle aziende, tra cui icone, il primo sistema robotico, all-in-one, plug-and-play, trasportabile e connesso al cloud, per la neuro-riabilitazione dell’arto superiore certificato anche per uso extra-ospedaliero.

BI-Rex, il Competence Center di Bologna specializzato in Big Data, presenterà, tra gli altri progetti, uno focalizzato sullo sviluppo delle tecnologie Additive Manufacturing nella filiera della meccanica, dalla progettazione alla realizzazione.

Cim 4.0, il Compentence Industry Manufacturing 4.0, con sede a Torino, presenterà i propri servizi tra cui la linea pilota Digital Factory, un laboratorio per testare il funzionamento di una linea completamente digitalizzata e connessa e la propria offerta formativa, costituita dai corsi del Learning Hub, interni a Cim 4.0, e di Cim 4.0 Academy, un percorso di alta formazione progettato e realizzato in collaborazione con la Scuola di Master e Formazione Permanente del Politecnico di Torino.

L’esposizione di Made, la smart factory con sede a Milano, verterà invece su quattro progetti tra cui un plantare prodotto con stampante 3D, estremamente personalizzabile, dotato di sensori IoT e un veicolo intelligente (UGV) per la costruzione e la gestione dei dati del sottosuolo-infrastrutture-ambiente.

Smact, il Centro di Competenza con sede a Padova, porterà in esposizione alcuni video e progetti messi in atto nel territorio del Triveneto, ovvero soluzioni tecnologiche e “use case” innovativi, relativamente a processi di digitalizzazione, di scansione 3D e dei relativi algoritmi di machine learning.

Il genovese Start 4.0 presenterà tre progetti fortemente innovativi tra cui Genova 5G, che apre la strada alla diffusione di servizi rilevanti per la comunità contribuendo alla realizzazione della città smart in cui persone, veicoli e infrastrutture comunicano e interagiscono in tempo reale.

Digitalizzazione, formazione e sostenibilità saranno le direttrici di questa edizione di Mecspe, all’interno di un percorso necessario, a cui la fiera fa fronte con le numerose iniziative speciali. Tra queste spicca Gamification: la fabbrica senza limiti, il cuore pulsante della manifestazione. Qui, tra attività dimostrative, interattive ed esperienziali, espositori e visitatori potranno toccare con mano la nuova concezione di fabbrica: intelligente, tecnologica, in grado di affascinare i giovani e avvicinarli ad un mondo che per crescere ha bisogno di attirare i talenti del domani.

Le imprese stanno imparando che il loro futuro dovrà tingersi di verde e, se è vero che il 40% delle aziende si ritiene già “green”, rimane una necessità riuscire ad attrarre investimenti e migliorare la propria reputazione dal punto di vista della sostenibilità. Percorso ECOfriendly – “Io faccio di più”, è lo spazio di Mecspe dedicato all’approfondimento di queste tematiche, in cui tutte quelle realtà che si distinguono per aver imboccato una strada sempre più green ed ecofriendly nei processi produttivi e nella produzione e commercializzazione di materiali bio o riciclati avranno modo di esporre le proprie novità. Al filone legato alla “Blue economy” sarà invece dedicata l’Area Progettazione e Design by Materioteca.

In partnership con Gellify, piattaforma di innovazione che connette start-up B2B, tornano inoltre a Mecspe il Solution Award, il Premio Innovazione Robotica, ideato dalla rivista Automazione Integrata e dedicato a tutti quei soggetti titolari di una applicazione innovativa in qualità di fornitori di tecnologia, e Startup Factory, il progetto pensato per favorire il dialogo tra startup e pmi che intendono promuovere la propria competitività e presentarsi agli stakeholder dell’industria manifatturiera.

L’edizione 2021 di Mecspe sarà anche ricca di convegni e momenti d’approfondimento tra cui spicca, il Simulation Summit, in collaborazione con E-Fem, rivolto agli utilizzatori del Cae (Computer-aided engineering), agli ingegneri, ai meccanici, ai player e agli stakeholder del mercato, con la finalità di incoraggiare un impiego consapevole ed efficace della simulazione nello sviluppo del prodotto con diversi focus sulle sfide future. Numerose sono anche le associazioni presenti a questa nuova edizione bolognese. Titolare della piazza omonima è TMP (Associazione Italiana Tecnici Materie Plastiche), all’interno della quale presenzieranno alcune delle aziende associate, attive in vari segmenti come polimerizzazione, costruzione stampi e stampaggio, compoundazione e distribuzione. Non mancheranno poi la partecipazione di Aidam (Associazione Italiana di Automazione e Meccatronica), con una tavola rotonda sul tema formazione, alla ricerca di modelli di integrazione scuola-imprese che orientino al meglio il percorso dei tecnici meccatronici, e il Villaggio Ascomut (Associazione Italiana Macchine, Tecnologie e Utensili), la ricca area espositiva popolata di importatori, filiali di case estere e distributori di macchine utensili, utensileria, strumenti di misura e controllo.

La Piazza delle Fonderie by Metef, infine, si compone di un’area formativa ed espositiva promossa da Metef, l’expo internazionale per l’alluminio che, supportata da associazioni del calibro di Aim, Assofond, Face e da importanti player del comparto, offre un programma ricco di incontri e momenti di approfondimento sulle tematiche più attuali del settore.



Contenuti correlati

  • Grande successo per IPACK-IMA

    Il ritorno in presenza di IPACK-IMA, fiera internazionale del comparto processing e packaging nel 2022, ha rappresentato la sintesi delle migliori soluzioni tecnologiche in termini di ricerca e innovazione. Soluzioni rimaste negli stabilimenti per anni e finalmente...

  • Lapp: la connessione come ‘ponte’ fra safety e security

    Si è tenuta a Bologna la giornata di lavori intitolata “Industrial Network Security: come proteggere le infrastrutture 4.0?” organizzata da Lapp Italia e dedicata alla sicurezza. “Nata nl 1959 come azienda famigliare, Lapp conta oggi più di...

  • Nuova versione del software MiR per prestazioni più fluide, intelligenti e veloci degli AMR

    Mobile Industrial Robots (MiR) presenta una nuova versione del software che consente ai suoi robot mobili autonomi (AMR) di essere più robusti e scalabili e veloci. Inoltre, i robot saranno dotati di integrazione con altri sistemi e...

  • Brand e visual identity rinnovati per B&R

    Nei giorni scorsi, B&R ha svelato il proprio visual design aggiornato che rappresenta un importante e naturale momento di passaggio nel processo di evoluzione e crescita dell’azienda, con un focus maggiore sulla digitalizzazione. Il tutto con l’obiettivo...

  • Nuovo Cobot Transfer Unit (CTU) nell’ecosistema UR+ di Universal Robots

    Una soluzione completa, pronta per l’installazione, sviluppata per incrementare ulteriormente il raggio d’azione dei cobot di Universal Robots nei processi automatizzati di molteplici settori: è il nuovo Cobot Transfer Unit (CTU) di Rollon, gruppo globale specializzato nello...

  • Digitalizzazione attraverso il 5G: la tecnologia può salvare il mondo?

    La rete delle meraviglie’, ‘la tecnologia chiave per la società in rete’ o ‘scatenare l’era digitale’: leggendo i titoli dei giornali sul più recente standard di comunicazione mobile si potrebbe pensare che il 5G risolverà tutti i...

  • Elmec sostenibilità
    La strategia di gestione aziendale sostenibile di Elmec

    Mercato agricolo con prodotti locali, volontariato d’impresa e progetto “Zero Sprechi”, sono solo alcune delle iniziative che il Gruppo Elmec, che da 50 anni accompagna le aziende nel loro percorso verso la digitalizzazione, ha organizzato in occasione...

  • Tech boys and girls: Federica Bondioli

    La ricercatrice di questo mese è Federica Bondioli. Anche con lei, come da tempo siamo abituati a fare, iniziamo a dialogare per riuscire, anche solo in parte, a divulgare gli enormi progressi che sta compiendo la ricerca...

  • Inaugurata a Pavia la start-up innovativa RTA Robotics

    Una nuova realtà per l’automazione industriale e un vero e proprio laboratorio per lo sviluppo di nuovi talenti: questa è RTA Robotics, l’innovativa start-up focalizzata sulla robotica creata da RTA, azienda familiare di medie dimensioni, nata a Pavia...

  • Schneider Electric Ecostruxure Automation Expert acque
    Schneider Electric vince il premio Water Technology Company of the Year

    Schneider Electric ha vinto il premio “Water Technology Company of the Year” in occasione dei Global Water Awards 2022.  Il premio riconosce l’impegno di Schneider nella sostenibilità e nella digitalizzazione nei settori della distribuzione idrica, gestione delle...

Scopri le novità scelte per te x