I cobot Fanuc CRX si programmano facilmente da tablet

Pubblicato il 2 novembre 2020
Fanuc CRX cobot robot collaborativi

Fanuc introduce la nuova famiglia di robot collaborativi CRX, caratterizzata da un’estrema semplicità d’uso che li rende interessanti per automatizzare i processi in aziende di ogni settore e dimensione, comprese le industrie che si affacciano per la prima volta al mondo dell’automazione e non dispongono di personale esperto in programmazione robotica.

Le applicazioni di movimentazione, assemblaggio, ispezione, pallettizzazione e l’asservimento macchina troveranno un prezioso collega nei cobot CRX, che si presta inoltre al montaggio su sistemi a guida automatica AGV per lo spostamento di pezzi tra stazioni di montaggio e l’approvvigionamento smart dei magazzini.

Le funzioni che CRX è in grado di eseguire affiancando gli operatori in produzione sono potenzialmente infinite, e la sua messa in servizio risulta immediata grazie allo sviluppo ergonomico della programmazione.

La gamma CRX va ad affiancarsi alla già rinomata famiglia di robot collaborativi CR di Fanuc, ampliando le possibilità di collaborazione e la platea di utilizzatori.

I cobot CR rappresentano lo sviluppo in chiave collaborativa dei più apprezzati robot industriali dell’azienda giapponese, con carichi utili al polso da 4 fino a 35 kg.

CRX costituisce una vera e propria rivoluzione nel panorama dei robot Fanuc, sia in termini di design che di approccio funzionale. La parola chiave è semplicità d’uso: i cobot CRX sono facili da integrare, da programmare, da spostare e da riconvertire a nuovi task, così da venire incontro alle esigenze di automazione e flessibilità anche delle PMI.

Sono due i modelli attualmente disponibili: CRX-10iA e CRX-10iA/L, entrambi 6 assi con capacità di carico al polso di 10 kg e sbraccio di mm 1.249/1.418 (L).

Il footprint ridotto con peso di soli 40 kg e il design sottile ne consentono l’installazione in qualsiasi contesto (a terra, a soffitto e a parete). La versione a braccio lungo si presta particolarmente all’impiego in spazi confinati. grazie alla sua capacità di ruotare l’asse 3 senza vincoli. CRX non richiede alcuna specifica superficie per procedere al suo posizionamento, e il controllore è alimentato da una normale alimentazione (200-240V) monofase.

CRX è anche rapido da integrare, in quanto dispone di semplici software di plug in per installare le interfacce di utilizzo delle periferiche quali ad esempio pinze, telecamere, ecc. Sono disponibili varie opzioni quali sistemi di visione (iRVision) e sensori di forza (FS-15iA), oltre ad un set di funzioni di Intelligenza Artificiale per massimizzare l’efficienza operativa.

La livrea bianca lucida, con profili curvati e fasce verdi, mostra un profilo agile e un look moderno. Alla base è presente un indicatore LED che permette di conoscere in un attimo lo stato in cui si trova il robot (operativo / in standby / in modalità collaborativa o standard), così da agevolare l’interazione con gli operatori.

L’interfaccia con il robot è costituita da un tablet Teach Pendant touchscreen equipaggiato con penna capacitiva, pratico da maneggiare grazie alla robusta maniglia posta sul retro. La programmazione è rappresentata come una timeline, dove è possibile trascinare icone che individuano i diversi elementi riferiti al movimento, rendendo di fatto immediata la comprensione anche per gli utenti meno esperti.

Inoltre, è possibile insegnare al robot le traiettorie da compiere accompagnandone i movimenti con la guida a mano, salvando sul tablet le diverse posizioni con la funzionalità drag&drop. CRX è un prodotto “out of the box”: in poco meno di un’ora è possibile infatti installare, avviare e far eseguire al cobot il suo primo task.

L’asservimento macchina viene agevolato dalla disponibilità del pacchetto software Qssr – Quick and Simple Startup of Robotization, che permette di programmare il robot direttamente dal CNC macchina e realizza compiutamente l’ecosistema One Fanuc, dove macchina utensile, controllo numerico e robot condividono lo stesso ambiente di programmazione integrandosi perfettamente.



Contenuti correlati

  • La sicurezza non conosce confini

    In ottica Industria 4.0, le moderne apparecchiature di produzione devono essere densamente interconnesse. Dispositivi, macchine, linee e celle devono comunicare tra loro in modo sicuro e affidabile. L’implementazione di un arresto di emergenza a livello di sistema è una...

  • La logistica si semplifica

    Diva International ha aggiornato le sue linee di produzione con un nuovo impianto di pallettizzazione per le sue salviette umidificate che sfrutta un machine controller e cinque robot mobili autonomi (AMR) di Omron. Risultato? Un processo sicuro...

  • Creare dispositivi di automazione con l’innovativo standard TSN

    Lo standard TSN è un importante passo in avanti per le comunicazioni Industrial Ethernet, con potenzialità dirompenti per gli utenti finali, i costruttori OEM e i vendor di dispositivi che desiderino rendere a prova di futuro rispettivamente...

  • Cresce il mercato cybercriminale della vendita di accessi a reti e aziende

    La recente ondata di attacchi ransomware è in gran parte dovuta all’esplosione del fenomeno cybercriminale dell’Access-as-a-Service, che negli ultimi due anni ha preso sempre più piede all’interno dei mercati cybercriminali. A rivelarlo è “Investigating the Emerging Access-as-a-Service...

  • Manutenzione su condizione per individuare i rischi e creare resilienza

    Schneider Electric ha realizzato una nuova offerta di servizi: i piani di assistenza EcoStruxure. Questi pacchetti avanzati combinano servizi tradizionali con potenti servizi digitali personalizzati per definire e raggiungere gli obiettivi specifici del cliente, migliorando le prestazioni...

  • Colgate-Palmolive punta all’obiettivo zero emissioni di carbonio con la tecnologia Smart Sensor di Emerson

    Emerson, tra le realtà leader nei settori di software, tecnologie ed engineering sta collaborando con il produttore di beni di consumo S&P 100 Colgate – Palmolive Company per ridurre lo spreco energetico negli impianti di confezionamento di...

  • Schneider Electric: un progetto formativo per le scuole italiane nell’intesa con il Ministero dell’Istruzione

    Schneider Electric, rinnovando per il triennio 2021-2024 il protocollo di intesa con il Ministero dell’Istruzione già in essere, mette a disposizione di tutte le scuole italiane ad indirizzo tecnico e professionale un “Progetto Formativo” strutturato, che comprende...

  • Omron annuncia il nuovo relè a ritenuta G5RL-K-EL
    Omron annuncia il nuovo relè a ritenuta G5RL-K-EL

    Omron Electronic Components Europe annuncia il nuovo relè a ritenuta G5RL-K-EL. Il nuovo dispositivo offre prestazioni di spunto necessarie nei sistemi di automazione smart building e nel controllo di carichi capacitivi. Il nuovo relè di potenza a...

  • Nuovo record per la robotica: +10% di robot installati nel mondo

    Secondo il report 2021 di International Federation of Robotics (IFR) sull’evoluzione della robotica globale, sono più di 3 milioni i robot industriali utilizzati oggi nelle fabbriche di tutto il mondo, in crescita del 10%. Nel 2020, oltre...

  • Quattro consigli per avere successo nel 2022

    La fine dell’anno è quel momento in cui ci si guarda indietro per analizzare quello che si è fatto negli ultimi dodici mesi, ma anche il momento in cui si cerca di vedere il più lontano possibile....

Scopri le novità scelte per te x

  • La sicurezza non conosce confini

    In ottica Industria 4.0, le moderne apparecchiature di produzione devono essere densamente interconnesse. Dispositivi, macchine, linee e celle...

  • La logistica si semplifica

    Diva International ha aggiornato le sue linee di produzione con un nuovo impianto di pallettizzazione per le...