Global Discovery Server di GE implementa lo standard OPC-UA

Pubblicato il 6 luglio 2015

GE Intelligent Platforms è la prima azienda a implementare e lanciare Global Discovery Server, un nuovo prodotto basato sugli standard OPC-UA, in particolare la Parte 12 recentemente introdotta. Queste specifiche consentono l’introduzione di Industrial Internet con una connettività più snella fra dispositivi e impianti. Global Discover Server (GDS) Proficy individua automaticamente i dispositivi OPC-UA presenti in rete e si collega ad essi senza alcuna operazione di configurazione, con risparmio di tempo e riduzione dei costi. GE ha sviluppato una standardizzazione basata sulle specifiche OPC-UA come standard di interoperabilità fra varie attività GE. Con la standardizzazione basata su tali specifiche e il lancio del suo Global Discovery Server, GE fornisce un ulteriore contributo all’introduzione di Industrial Internet grazie a una più semplice connettività tra dispositivi e impianti, a metodologie secure-by-design e a un contesto molto più ricco per i dati, offrendo una solida base per i sistemi e la gestione delle prestazioni delle risorse basati su architetture cloud.

Global Discovery Server automatizza processi complicati, in precedenza svolti manualmente, associati alla connettività e alla gestione delle certificazioni, con notevole risparmio di tempo e denaro. La tecnologia supporta sia la richiesta, sia il rilascio delle certificazioni. GE ha inoltre lanciato una nuova versione del suo prodotto HMI/SCADA Cimplicity, il sistema SCADA più veloce attualmente sul mercato, realizzato specificamente per le operazioni complesse. Cimplicity è ora un client OPC-UA, e le sue versioni future offriranno maggiori funzioni come client e server OPC-UA. Essendo un HMI/SCADA con predisposizione OPC-UA, Cimplicity è in grado di aggregare i dati provenienti da altri dispositivi OPC-UA, di aggiungere loro un contesto per l’analisi e di fornire tali dati contestualizzati ad altri server OPC-UA situati a livelli diversi dei sistemi aziendali. L’adozione dello standard OPC-UA secure-by-design ha permesso di migliorare la sicurezza. Anche l’affidabilità è più elevata, perché lo standard OPC-UA è concepito per funzionare con collegamenti dotati di una minore larghezza di banda e con dispositivi quali i modem radio.

Lo standard OPC-UA fornisce una specifica per i dispositivi e gli impianti GE, che dispone ora di più apparati con predisposizione OPC-UA, come i controllori MarkVIe e PACSystems RX3i e RXi. Fra gli altri prodotti GE che adottano tale standard figurano Predix, la piattaforma GE con architettura cloud per Industrial Internet, ADAPT3701, il software di monitoraggio delle condizioni System 1 di GE Oil & Gas, la Serie 8 per la protezione primaria o di backup delle linee di alimentazione sotterranee e aeree, e i relè multifunzione Serie 3 per le linee di alimentazione.

Oltre alle piattaforme con sistemi operativi diversi, sono installati presso le aziende diversi sistemi e impianti precedenti. Il software GE con predisposizione OPC-UA è in grado di aggregare i dati provenienti da tali sistemi e impianti, evitando la parcellizzazione delle informazioni. Anche nel caso di dispositivi privi di ogni predisposizione OPC-UA, il server GE è comunque in grado di gestire certificazioni ed elenchi di fiducia utilizzando Proficy Agent, che agisce per conto di tali dispositivi.



Contenuti correlati

  • Anipla TechTalk: i vantaggi di OPC-UA per le PMI

    Lo standard OPC-UA sarà l’argomento centrale del nuovo approfondimento TechTalk, la serie di seminari online snelli e veloci di Anipla, l’Associazione Nazionale Italiana Per L’Automazione. L’appuntamento è fissato per il 5 luglio prossimo, alle ore 14:00, e...

  • È tutta questione di dati

    Realizzare applicazioni IoT moderne attraverso l’integrazione dati centralizzata Leggi l’articolo

  • OPC UA, TSN, 5G: i protocolli dell’industria di domani

    La spinta verso l’interoperabilità e la connettività estesa tra macchine ha portato al rafforzamento di nuovi standard di comunicazione. Tecnologie convergenti come OPC UA e TSN, unite alla diffusione iniziale delle reti 5G, determinano una nuova frontiera...

  • Alimentare una nazione intera

    L’Ente uruguaiano che gestisce la filiera dei carburanti, Ancap, ha realizzato la supervisione degli impianti e la storicizzazione dei dati grazie al software di GE Digital. Le soluzioni adottate, che in Italia sono proposte da ServiTecno, hanno...

  • Integrazione OPC UA, TSN, 5G: ‘avvicina’ le smart factory

    L’architettura unificata dello standard industriale OPC UA, assieme a time-sensitive networking (TSN) e reti 5G, possono favorire l’attecchimento nelle imprese del paradigma Industrial Internet of Things. Leggi l’articolo

  • Tutto sotto controllo

    Una soluzione per tenere sotto controllo i complessi parametri del mondo del packaging e del processing nell’industria farmaceutica Leggi l’articolo

  • Networking di fabbrica: come garantire l’affidabilità delle reti Ethernet industriali secondo Lapp

    L’avvento di Industrial Ethernet ha aperto nuove frontiere all’organizzazione di fabbrica, grazie alla possibilità di integrare gli impianti in un sistema di rete industriale efficace ed efficiente. Tuttavia, si tratta di una tecnologia nata per applicazioni IT,...

  • Reti industriali: video intervista a CLPA-CC-Link Partner Association

    Industria 4.0 e smart manufacturing sono oggi temi cruciali per le aziende del mondo manifatturiero, alle prese con il caro energia, le sfide legate alla sostenibilità e la necessità di una maggiore flessibilità in produzione per adeguarsi...

  • Una nuova era per la Human-Machine Interface

    Stiamo attraversando una fase di modernizzazione dei sistemi di interfaccia uomomacchina e supervisione. A supportare questa transizione c’è il sostegno di ‘nuove’ tecnologie come il riconoscimento facciale, il controllo vocale, gli algoritmi di intelligenza artificiale, le piattaforme...

  • Lo strumento adatto per semplificare la tracciabilità

    Per monitorare gli eventi e i dati che caratterizzano la produzione, soprattutto quando si tratta di lotti, B&R propone un suo pacchetto software che permette di realizzare funzioni evolute di tracciabilità e di implementare di 21 CFR...

Scopri le novità scelte per te x