Soluzioni Gefran per il controllo del processo di sterilizzazione degli alimenti in scatola

Il controllo accurato della temperatura e della pressione delle autoclavi è un requisito indispensabile per soddisfare gli standard di conformità alimentare. Ecco cosa propone Gefran

Pubblicato il 23 maggio 2022

Nell’automazione di processo del settore agroalimentare e, in particolar modo, nella sterilizzazione degli alimenti in scatola, il controllo accurato di temperatura e pressione delle autoclavi è un requisito indispensabile per soddisfare gli standard di conformità alimentare.

Al fine di rispondere a tali esigenze Gefranmultinazionale italiana specializzata nella progettazione e produzione di sensori, strumentazione per il controllo di processi industriali, azionamenti elettrici e sistemi per l’automazione, propone una soluzione completa, che comprende il controllore Multifunction 3850T, ideale per applicazioni che richiedono funzioni di regolazione, datalogger e profili di setpoint, il controllore di potenza GTF, il sensore di pressione TK, l’indicatore di sicurezza 650L, ideato per intercettare sovratemperature nei processi industriali e il software di configurazione GF_eXpress, comune a tutti i componenti.

Registrazione batch e report produzione

In dettaglio, il processo di sterilizzazione alimentare individua il Punto di Controllo Critico (Critical Control Point – CCP) come valore che garantisce la sicurezza. Questo parametro richiede un accurato rapporto tra tempo e temperatura, al fine di acquisire la sterilità commerciale della confezione. Considerando, infatti, che i prodotti in scatola potrebbero avere profili diversi di sterilizzazione rispetto al valore tipico di 121 °C, di particolare rilievo è la capacità del regolatore multifunzione 3850T di calcolare automaticamente il coefficiente F0. Si tratta della misura della letalità di un processo di sterilizzazione termica in funzione del tempo, utile per valutare la bontà dell’operazione.

Il modello 3850T si distingue, inoltre, per integrare, in un unico strumento con interfaccia a colori touch, la precisa regolazione PID delle variabili di processo, la gestione di controlli logico/matematici (GetLogic), la generazione di profili di setpoint, la registrazione dati per lotti di produzione (Batch record) e il monitoraggio dei livelli di energia impiegata. Tutti i dati di processo sono archiviati in modo sicuro nella memoria interna del controllore e possono essere salvati in file standard (CSV) o criptati, ai fini di essere utilizzati come certificato di qualità per le autorità alimentari, ed esportati tramite USB o Ethernet.

Completano il sistema Gefran: il sensore di pressione TK, che fornisce un’uscita analogica necessaria per il controllo PID della pressione dell’autoclave da parte del 3850T; il controllore di potenza GTF, che comanda i riscaldatori elettrici in combinazione con 3850T, per un riscaldamento uniforme e, infine, la connessione Ethernet VNC di base, che consente l’accesso al dispositivo 3850T da remoto, ai fini di manutenzione, monitoraggio e trasferimento dei dati istantanei o registrati.



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x