DVS chiude il 2018 in crescita

Pubblicato il 25 febbraio 2019

DVS, azienda che si occupa di circuiti stampati, tastiere e stampi, ha chiuso il 2018 con una crescita a doppia cifra. Oltre 144mila metri quadri di schede elettroniche progettate, prodotte e vendute in un anno; una superficie di PCB (printed circuit board) pari a quasi due campi da calcio viene gestita ogni mese dal quartier generale di Rosà (VI).

«Proseguendo nel cammino di espansione che ha caratterizzato gli ultimi sette bilanci dell’azienda, l’anno scorso abbiamo incrementato del 15% i volumi rispetto al 2017», spiega Denis Vigo, presidente e amministratore di DVS che opera nel settore della meccatronica da oltre tre decenni. Con un fatturato che ha superato i 9 milioni di euro, da Rosà DVS si affaccia sulla scena internazionale esportando in tutto il mondo la tecnologia italiana. E punta a crescere ancora.

«L’obiettivo è di confermare la crescita a doppia cifra anche per il 2019. Stiamo investendo molto sull’ultima business unit nata: Teknokit. Si tratta di una divisione che ci permette di dare una soluzione completa ai nostri clienti: dal design di un prodotto, alla progettazione della parte elettronica fino alla sua realizzazione», aggiunge Vigo. «Siamo convinti che innovazione, qualità e attenzione al cliente facciano oggi la differenza. Per questo, in controtendenza con la contrazione del mercato, abbiamo potenziato il nostro staff inserendo tre nuove risorse nel 2018 nell’area commerciale e logistica. Quest’anno sono previsti altri quattro nuovi inserimenti per il potenziamento dell’area tecnica, portando così la nostra struttura ad un organico complessivo di 20 persone».

Con 170 clienti alle spalle e lo sviluppo di 80 nuovi stampi solamente negli ultimi dodici mesi, DVS si inserisce in un settore estremamente dinamico, dove la velocità di progettazione e la rapidità di esecuzione rappresentano un importante valore aggiunto. Le schede elettroniche, le tastiere e gli stampi a iniezione realizzati sono destinati ai grandi gruppi dell’automotive, delle telecomunicazioni, dell’automazione, della domotica e del lighting. «La progettazione viene fatta dal nostro ufficio tecnico, mentre la produzione è affidata prevalentemente ad una serie di nostri partner esteri, selezionati e costantemente monitorati», aggiunge Vigo. «Seguiamo direttamente anche tutta la fase di logistica per garantire puntualità di consegna».

Il 2019 si è aperto già all’insegna dell’innovazione. DVS ha lanciato la nuova piattaforma per l’acquisto online che permette di avere un preventivo immediato dei campioni dei circuiti stampati standard, ordini semplici e veloci e il supporto tecnico. «Nuovo impulso avrà anche la divisione TeknoKit – annuncia Vigo -. L’obiettivo è quello di soddisfare il cliente al 100%, fornendo un servizio completo che non contempli solamente la consulenza, la realizzazione e la consegna di un prodotto, ma anche il suo sviluppo a livello di progettazione del contenuto e del contenitore, combinando così tecnologia e design La gamma di soluzioni possibili è ampia e può essere personalizzata sia in termini di funzioni che di grafica».

Nonostante lo sguardo sia proiettato a livello internazionale, dall’Europa al Nord America fino al profondo est asiatico, DVS mantiene delle salde radici in Italia. «All’Italia e in particolare al nostro territorio siamo profondamente legati. Non è una questione di solo fatturato, quanto di responsabilità sociale, un ruolo che come azienda riteniamo di dover svolgere fino in fondo. Da sempre DVS supporta progetti di natura socio-culturale con la finalità di sostenere il proprio territorio attraverso attività di sponsorizzazione per contribuire al miglioramento sociale. In questa mission rientrano progetti che vedono DVS impegnata nel mondo sportivo, attraverso QDB – Quei de Bassan – che fa parte della compagine sociale del LR Vicenza e nello sviluppo dell’eccellenza sanitaria nel Bassanese attraverso l’associazione Elios onlus».



Contenuti correlati

  • Da “meccanica” a “meccatronica”, e il fatturato ‘vola’

    Investimenti in trasformazione e crescita aziendale, risorse umane e macchinari. È questa la chiave del successo di P.P. Inox, storica azienda meccatronica specializzata nella lavorazione dell’inox. Chiara Cormanni e il padre Claudio, fondatore dell’azienda che nel 2020...

  • MiR nel primo trimestre aumenta il volume d’affari del 55%

    L’inizio del 2021 è stato molto impegnativo per il personale della linea di produzione della sede centrale di Mobile Industrial Robots (MiR) in Danimarca, che ha ricevuto un’impennata di ordini di robot mobili collaborativi durante il primo...

  • Un II trimestre 2021 in crescita per Rockwell Automation

    Rockwell Automation, con sede a Milwaukee, Wisconsin (USA) ha reso noti i risultati relativi al primo trimestre dell’anno  fiscale 2021: vendite in aumento del 5,6% sull’anno precedente e ordini per 2 miliardi di dollari, con un incremento a due cifre rispetto...

  • Formazione tecnica superiore: Mitsubishi Electric collabora con ITS Prime

    È in corso un profondo cambiamento del tessuto occupazionale italiano, contrassegnato da un fabbisogno sempre più elevato di profili con competenze tecniche specializzate, necessari alle aziende per promuovere i processi di innovazione in corso. In questo contesto...

  • Lombardia: a febbraio e marzo il manifatturiero cresce ma attenzione al rincaro delle materie prime

    Le indagini sulla fiducia delle imprese evidenziano a febbraio e a marzo un’accelerazione del recupero del manifatturiero nel Nord-Ovest e in Lombardia, più che nella media nazionale e a fronte di una progressione significativa dell’industria tedesca, ma...

  • Uno strumento versatile per studiare la meccatronica

    Per il test e lo studio di sistemi elettronici, Yokogawa ha introdotto un oscilloscopio di nuova generazione a segnali misti con l’opzione per quattro od otto canali analogici. Connettendo due strumenti, diventa possibile farli lavorare insieme, ottenendo...

  • CSC Bearing e Mondial: una collaborazione duratura

    In linea con il principio della ‘soddisfazione del cliente attraverso la qualità’, Mondial ha concluso un accordo di partnership con il produttore di cuscinetti super precisi CSC Bearing. le società intendono mantenere ed espandere la cooperazione, poiché l’attenzione al...

  • Mondial: sempre uno sguardo al futuro

    Il Gruppo Mondial, una delle più importanti realtà italiane nel settore delle trasmissioni di potenza, oggi sempre più volto a fornire soluzioni di meccatronica per applicazioni innovative, ha acquisito il controllo di Smart Factory, start-up innovativa italiana altamente specializzata...

  • NiRoTech Owl smart production Hong Kong
    La smart production a Hong Kong grazie ad un imprenditore italiano

    La NiRoTech di Roberto Leone firma la nuova linea Owl per prodotti hi-tech. I suoi robot combinano intelligenza artificiale, controllo, visione a 360°, flessibilità e agilità di movimento, Internet of Things, interfaccia uomo-macchina, raccolta dati real time...

  • La strategia vincente di Lenze punta su automazione e digitalizzazione

    In occasione della pubblicazione dell’Annual Report 2019/2020, Christian Wendler, CEO di Lenze, ha dichiarato: “Il report di quest’anno è stato realizzato all’insegna del motto thinking beyond. Pensare oltre significa essere dei precursori nel settore dell’automazione industriale e affrontare il...

Scopri le novità scelte per te x