Da Riverbed una soluzione completa di Digital Experience Management

Pubblicato il 18 luglio 2017

Riverbed Technology introduce la nuova versione di SteelCentral, la soluzione più completa e integrata di Digital Experience Management del mercato. Le aziende proseguono con gli investimenti in iniziative digitali e la loro capacità di misurare e controllare la qualità della user experience resta una sfida. Riverbed SteelCentral permette di valutare e risolvere eventuali problemi dell’intera esperienza digitale, dalla user experience sul dispositivo, alla rete, all’infrastruttura, al cloud e alle applicazioni, sia mobile che back-end.

Secondo un recente report pubblicato dagli analisti di EMA, il 59% dei responsabili aziendali sostiene che le divisioni IT e business condividano la responsabilità del Digital Experience Management.  Anche la ricerca degli analisti di Gartner rileva che meno del 5% delle aziende al mondo ha implementato il Digital Experience Monitoring in modo strategico.  L’ultima release di Riverbed SteelCentral rappresenta una soluzione integrata, focalizzata sul business e sugli utenti, per la gestione dell’esperienza digitale. Inoltre, offre nuove funzionalità di monitoraggio e analisi integrate del servizio completo dell’utente – dall’attività di business sul dispositivo, in rete, app server, fino al codice applicativo – per garantire una soluzione rapida ed efficace che assicuri una user exepricence affidabile e di qualità elevata.

L’ultima versione Riverbed SteelCentral fornisce un monitoraggio più approfondito delle performance degli utenti e visibilità integrata della Digital Experience; riduce i rischi durante le migrazioni applicative, in cloud o all’esterno; permette alle aziende di gestire i risultati relativi al ciclo di vita delle applicazioni; garantisce il monitoraggio e il troubleshooting integrati di rete e infrastrutture.

“I nostri clienti stanno effettuando investimenti significativi e strategici nella trasformazione digitale del business, per guidare il percorso dei clienti e la produttività di dipendenti e partner. Garantire un’esperienza digitale eccellente è un elemento fondamentale per poter ottenere successo. Tuttavia, con l’adozione di cloud e tecnologie mobili, le aziende si stanno rendendo conto che gli strumenti tradizionali non sono in grado di misurare e gestire in modo olistico l’esperienza digitale degli utenti,” spiega Mike Sargent, Senior Vice President and General Manager di SteelCentral di Riverbed. “SteelCentral è la soluzione più completa, modulare e integrata di Digital Experience Management presente sul mercato, e aiuta le imprese a fornire una user experience affidabile e di elevata qualità. Grazie ai numerosi e approfonditi insight – che raggiungono i livelli di transazione individuali – abbiamo portato la visibilità a un livello completamente nuovo, per supportare i nostri clienti nel raggiungimento dei loro obiettivi strategici.”

La nuova versione include l’integrazione tra SteelCentral Portal, SteelCentral Aternity e SteelCentral AppInternals. Questo significa che gli utilizzatori di SteelCentral possono ora incorporare la visualizzazione della user experience basata sul dispositivo, garantendo ai manager IT e ai responsabili di business un’unica console per la visione delle performance IT e del loro impatto sugli utenti. Inoltre, il workflow integrato tra SteelCentral Aternity e AppInternals mette a disposizione un sistema completo di monitoraggio sull’intero servizio dell’utente e consente all’IT di risolvere velocemente qualsiasi problema accada a livello applicativo e di rete, su dispositivi ed App. Rappresenta così uno strumento unico per tutti gli addetti al Digital Experience Management, dall’utente ai servizi, agli sviluppatori applicativi, fino ai livelli executive IT e business.

Le aziende continuano a migrare applicazioni nel cloud, consapevoli della sfida legata all’impatto su prestazioni di applicazioni e rete. Le performance cloud, soprattutto quelle di rete, sono un punto debole per la maggior parte delle imprese. Con questa release, SteelCentral introduce la pianificazione e la previsione della migrazione applicativa. Questo permette ai team che si occupano di pianificazione e architettura di rete di simulare e prevedere il comportamento e l’impatto sulla rete prima dell’effettiva migrazione delle applicazioni, da data center a data center, da data center al cloud e tra cloud provider. In questo modo, le aziende sono in grado di sfruttare i dati, non le sensazioni, quando pianificano le migrazioni cloud per le applicazioni.

Quando le organizzazioni adottano DevOps, i team dedicati a Sviluppo, QA e operations razionalizzano, integrano e automatizzano i processi per incrementare l’agilità e la qualità dei rilasci applicativi. SteelCentral AppInternals ora consente di utilizzare gli insight e la diagnostica sulle performance del ciclo di vita delle applicazioni. Facendo affidamento alle nuove REST API, i responsabili dello Sviluppo e QA possono aggiungere test sulle prestazioni nei loro strumenti di implementazione e assicurare che i rilasci siano ottimizzati per la produzioni; i team operations possono utilizzare alert sui principali tool di collaborazione come Slacxk e HipChat; e le squadre di supporto possono aprire ticket in modo automatico attraverso gli strumenti di gestione degli incidenti per eventuali problemi di log e relative cause e diagnosi. Inoltre, possono utilizzare le API per estrarre metriche e arricchire report e strumenti già esistenti.

Riverbed introduce una nuova integrazione tra NetProfiler e NetIM che aiuta i network manager a comprendere l’impatto dell’infrastruttura di rete sulle sue performance. Questa integrazione è un ulteriore esempio di come SteelCentral abiliti una collaborazione su più domini, eliminando le barriere di comunicazione create dall’implementazione di soluzioni di monitoraggio per punti separati.

“Essere in grado di tracciare la user experience è solo una tessera del puzzle, e nonostante fornisse informazioni rilevanti, desideravo visualizzare le performance e le esperienze complete in un’unica console,” sottolinea John D. Green Baker, CIO di Donelson. “Questa release, integrando la tecnologia nella linea di prodotti SteelCentral, mi offre tutto questo. Con l’unione di Riverbed e Aternity, ora vi è un insieme di strumenti, i quali, una volta combinati in un’unica console, garantiscono visibilità totale sulla rete, dai server ai circuiti.”

“La user experience è fondamentale per il successo di numerose iniziative di business digitali. Scarse performance applicative hanno impatto sulla percezione di un brand e sulla customer satisfaction, tuttavia molte aziende faticano a comprendere come tutta l’infrastruttura, il software e i dispositivi degli utenti, elementi della catena di distribuzione applicativa, abbiano un impatto sulla user experience,” spiega Mary Johnston Turner, IDC Research Vice President, Enterprise Systems Management Software. “L’ultima release di SteelCentral offre una combinazione di monitoraggio dei dispositivi e della user experience, per fornire ai clienti una visione end-to-end delle prestazioni applicative, che spazia dalla user experience sul dispositivo alla rete e all’infrastruttura back-end. Questa capacità fornisce valore sia alle strategie di business che ai team IT che operano per eseguire le inziative di trasformazione digitale.”

Inoltre, Nuvias, distributore a valore (VAD) specializzato in soluzioni IT innovative, è stato selezionato da Nokia come primo distributore pan-EMEA e ha già iniziato a distribuire la gamma completa delle soluzioni Nokia in tutta la regione. Per questa fase iniziale, Nuvias si sta concentrando sulle soluzioni d’integrazione hardware e software di IP routing e di optical transport networks, sulle infrastrutture di connettività delle reti in fibra ottica per edifici/campus, sugli open standard del DDI management software e sul software defined networking (Nuage).

Nokia è ben posizionata per supportare i service provider, gli enti della Pubblica Amministrazione e le grandi organizzazioni,  nel fornire le comunicazioni con tecnologia 5G, il Cloud e l’Internet of Things. Le soluzioni di Nokia soddisfano i requisiti di qualunque carrier/telco, sono scalabili per soddisfare gli ambienti XLE più esigenti, e offrono ai partner ampie possibilità di sviluppare i propri servizi globali sui diversi prodotti.

Questa collaborazione segna un importante passo avanti nella differenziazione delle strategie di go-to-market di Nokia, estendendo i partner di canale e la distribuzione a valore, con l’obiettivo di ampliare la presenza del brand nel settore Enterprise e nel mid-market nell’intera regione EMEA.

Dave Parker, VP di Strategic Partners, di Nokia, ha commentato: “Siamo entusiasti di questa scelta e di poter collaborare con un’ampia rete di rivenditori specializzati nelle soluzioni di comunicazione e networking in EMEA.  In particolare, ci ha colpito l’ampio portfolio di servizi a valore offerto dal gruppo Nuvias, che oggi è in grado di assicurare una soluzione completa e altamente professionale, con specializzati team di vendite, marketing e supporto tecnico, oltre a offrire una copertura commerciale all’intera regione. La tipologia di distributore che Nuvias stà realizzando a livello internazionale si sposa perfettamente con i nostri progetti di crescita”.

Paul Eccleston, CEO di Nuvias Group, ha dichiarato: “L’accordo commerciale con un brand di importanza globale quale è Nokia, conferma una grande fiducia nei confronti di Nuvias, e rafforza ulteriormente il nostro concetto di ridefinizione della distribuzione specializzata a valore, a livello internazionale. Nokia mantiene una posizione unica nei servizi di un mondo “sempre connesso”, con prodotti eccezionali, e siamo entusiasti di poter supportare il loro sviluppo e la loro crescita in tutta la regione EMEA, lavorando con il nostro canale per incrementare le vendite nel mercato Enterprise e nel mid-market.



Contenuti correlati

  • Monitorare le reti IT e OT

    L’incremento rapido e inarrestabile del numero dei dispositivi IoT utilizzati nel mondo digitale e nell’ambito dell’automazione industriale, nonché l’integrazione fra gli ambienti IT e OT rendono necessario il continuo monitoraggio delle reti, ai fini della sicurezza e...

  • L’anno del cloud: i 5 trend 2023 della digital transformation

    Con l’inizio del nuovo anno è giunto il momento di riflettere sui 12 mesi appena trascorsi e di cercare di capire che cosa accadrà nel prossimo futuro, ovvero quali saranno le principali tendenze. Con riferimento al panorama industriale,...

  • È SaaS il futuro della digitalizzazione?

    Il prossimo passo verso il futuro è la trasformazione digitale e l’utilizzo della connessione delle tecnologie cloud per convertire le complessità in vantaggio competitivo Leggi l’articolo

  • trend micro minacce informatiche
    Lavoro ibrido e le auto connesse nel mirino degli attacchi informatici

    I cybercriminali nei prossimi mesi intensificheranno gli attacchi all’home office, alle auto connesse, alle supply chain e al cloud. Il dato emerge da “Future/Tense: Trend Micro Security Predictions for 2023”, il report sulle minacce informatiche che caratterizzeranno...

  • Cloud per il manufacturing…

    …è lo strumento chiave della digitalizzazione. Il Gruppo Software Industriale di Anie Automazione ci spiega il perché Leggi l’articolo

  • Visibilità completa sulle reti IT e OT

    Tool hardware e software di diagnostica e monitoraggio del funzionamento di reti convergenti IT-OT, anche in un’ottica di cybersecurity Leggi l’articolo

  • I 75 anni di Lenze, verso il futuro dell’automazione

    Lenze compie 75 anni e, forte dell’esperienza costruita nella sua lunga storia e delle forti competenze IT, punta per il futuro a proporsi sempre più come partner per l’automazione dei clienti, investendo e collaborando con loro allo...

  • Il futuro dell’industria 4.0: dall’Innovation Lab di Milano, Omron fa il punto sulla produzione flessibile

    Si è tenuto ieri, presso l’Innovation Lab di Milano, l’appuntamento di OMRON sulla Flexible Manufacturing, un’occasione per fare il punto sulle tecnologie e le soluzioni che l’azienda propone per la produzione flessibile, orientata alla risoluzione di problemi...

  • Altair Software Simulation
    Simulation 2022.2 di Altair migliora l’utilizzo in ambiente cloud

    Altair ha reso disponibile l’ultimo aggiornamento del proprio portafoglio di simulazione, Simulation 2022.2. Questi aggiornamenti si basano sui miglioramenti apportati da Simulation 2022.1 e migliorano l’elasticità e la scalabilità del cloud, l’elettrificazione e le capacità di sviluppo dei...

  • Fiducia che gli investitori in Matix e nella trasformazione dei processi

    Matix, spin off di AzzurroDigitale, la società fondata da Carlo Pasqualetto, Jacopo Pertile e Antonio Fornari, specializzata nella realizzazione di progetti di digital transformation “human centered” per il mondo manifatturiero, comunica di aver chiuso un nuovo seed...

Scopri le novità scelte per te x