Cisco ci spiega i 10 trend tecnologici che cambieranno la vita

Pubblicato il 3 agosto 2020

Quali sono i 10 trend tecnologici che impatteranno la nostra vita? Ce li elenca Cisco e, in particolare, Chintan Patel, Chief Technology Officer della società UK & Irland.

Nonostante la paura iniziale, la pandemia non ha scalfito Internet ma ha messo in luce la rapidità con cui la tecnologia può rispondere ad eventi dirompenti e l’importanza di un’infrastruttura affidabile e scalabile.

“Il significato di ciò che chiamiamo la nuova normalità – spiega Patel – sarà probabilmente uno degli argomenti più discussi quest’estate. Ci saranno diverse interpretazioni e impatti a seconda del settore, dei governi e della società in generale. Ma ci sono alcuni denominatori comuni. Per trovarli, dobbiamo chiederci: quali nuove esperienze si potranno creare per clienti, consumatori e dipendenti? Quali nuove norme emergeranno? e quali saranno le nuove priorità per le organizzazioni in termini di obiettivi, investimenti e allocazione delle risorse?”.

Ecco i 10 trend.

Parola d’ordine: online

Il trend del passaggio dall’offline all’online era già in atto. L’e-commerce stava già intaccando le vendite nei negozi fisici. Ma il COVID-19 ha accelerato tutto. Le aziende che vogliono rimanere competitive dovranno trovare il modo di offrire servizi online, e ci saranno miglioramenti nella logistica e nei sistemi di consegna. Le realtà con sofisticate strategie online cercheranno nuovi modi per migliorare l’esperienza. Basta vedere ciò che ha fatto Tesco, catena di vendita alimentare britannica, che ha registrato un aumento del 103% delle vendite online nell’arco di poche settimane.

Interfacce e interazioni contactless

Le interfacce touch screen sono diventate d’uso comune solo nell’ultimo decennio. Ora, con una maggiore consapevolezza dell’importanza di un’igiene condivisa, passeremo più rapidamente a interfacce vocali e a sistemi di pagamento digitale. Queste tecnologie emergenti permetteranno di limitare il contatto fisico tra le persone e con le superfici.

Assistenza a distanza

Assistenza a distanza, telemedicina e consulti virtuali rivoluzioneranno l’assistenza sanitaria; alcuni fornitori di servizi di telemedicina hanno riportato un aumento del 50% degli appuntamenti video e ciò sembra destinato a raggiungere livelli inimmaginabili. Ma l’assistenza a distanza si estende a molti altri aspetti della nostra vita. Nell’ambito dei contact center, per alcune funzioni il cui lavoro si era sempre basato sulla presenza in ufficio, lavorare a distanza ha dato risultati sorprendenti.

Il futuro del lavoro è distribuito

Le aziende hanno in previsione di riunire nuovamente in ufficio i propri dipendenti e, per tale motivo, stanno pensando a come poter garantire loro un ambiente sicuro, sano e produttivo.

Tra i cambiamenti presi in considerazione vi sono corridoi più ampi con traffico pedonale a senso unico, un migliore filtraggio dell’aria, comandi touchless per gli ascensori e materiali antimicrobici nei nuovi edifici in costruzione. La videoconferenza continuerà ad essere un ottimo strumento per restare in contatto e collaborare con chi continuerà a lavorare da casa.

Imparare con l’e-learning

Con la chiusura delle scuole in tutto il mondo e oltre 1,2 miliardi di bambini e ragazzi impossibilitati a tornare in classe, l’istruzione è cambiata radicalmente. La ricerca suggerisce che l’apprendimento online aiuta ad aumentare la memorizzazione delle informazioni e richiede meno tempo, ciò vuol dire che i cambiamenti che il COVID-19 ha comportato potrebbero permanere.

E ciò riguarderà anche le aziende, poiché ripensare il futuro del lavoro e della formazione sarà fondamentale, comprese le modalità con cui tenere aggiornati, certificati e informati sulle normative locali i propri dipendenti, tenendo presente il loro benessere fisico e mentale.

E’ l’ora degli eventi digitali

Il valore di riunire le persone non è svanito, ma il meccanismo per realizzarli è cambiato. Per il prossimo futuro, gli eventi virtuali prenderanno piede. Il recente Cisco Live ha visto la partecipazione virtuale di oltre 124 mila partecipanti. A lungo termine, è prevedibile un incremento significativo degli eventi ibridi, che si svolgeranno in parte di persona e in parte in virtuale.

Provare può portare a scelte strategiche

Oggi, si stanno rivalutando le misure adottate nel breve periodo e che le aziende hanno dovuto implementare rapidamente e senza una visione di insieme a causa dell’urgenza dettata dalla pandemia.

I leader aziendali devono sviluppare roadmap strategiche verso la loro nuova normalità e la creazione di modelli di business più affidabili e agili sarà fondamentale.

Le infrastrutture digitali devono essere potenziate

I livelli di traffico di rete che si prevedeva di raggiungere in un paio di anni si sono avuti praticamente dal giorno alla notte; quello che prima era considerato il picco delle ore di utilizzo è ora diventato la normalità per la maggior parte della giornata. I fornitori di servizi e le aziende tecnologiche, tra cui Cisco, si sono mossi rapidamente per aumentare la capacità e garantire che le reti continuassero a funzionare.

Per il futuro, una cosa è certa: la necessità di connettività crescerà, così come la fiducia delle aziende nelle soluzioni Cloud e Software as a Service (SaaS). Con il passare del tempo, l’Intelligenza Artificiale contribuirà ad automatizzare le complesse operazioni di rete, aumentando l’efficienza e abilitando architetture di rete più agili.

La sicurezza informatica prima di tutto

Sebbene il coronavirus non abbia portato a un aumento significativo della criminalità informatica, i ricercatori di Cisco Talos hanno osservato che COVID-19 è stato utilizzato come argomento all’interno dei cyber-attacchi, per cercare di farli sembrare più credibili.

Le aziende devono essere ancora più vigili e far sì che le reti siano sicure da un punto di vista informatico.

Più affidamento sui dati, sull’automazione e sui robot

I robot non sono suscettibili ai virus, almeno non a quelli umani. Sia che vengano utilizzati per consegnare generi alimentari, per raccogliere dati vitali in un sistema sanitario o per mantenere in funzione una fabbrica, le aziende si stanno rendendo conto di come i robot potrebbero supportarci oggi e svolgere un ruolo importante in un mondo post-COVID-19.

Ma forse la cosa più importante è che le lezioni apprese da questa esperienza ci permetteranno di monitorare e rispondere a future pandemie utilizzando l’Internet delle Cose (IoT) e i Big Data.



Contenuti correlati

  • Piattaforme IIoT, orientarsi tra soluzioni proprietarie e open source

    Le infrastrutture e le piattaforme di gestione per la IoT industriale costituiscono una fondamentale leva d’innovazione per realizzare la quarta rivoluzione industriale. Non sempre, però, è semplice individuare la soluzione giusta. Di seguito qualche indicazione utile nella...

  • I consumi di potenza in progetti IoT/IIoT

    Qual è il fabbisogno energetico di un tipico dispositivo connesso in modalità wireless? Come si misurano i consumi? Come prevedere, in maniera accurata, quale sarà la durata della batteria? Leggi l’articolo

  • Affrontare il futuro con l’agritech

    Quando si parla di connettività, tecnologie IoT e 5G, ma anche digitalizzazione e blockchain, si pensa all’industria di nuova generazione. Tuttavia, le nuove tecnologie hanno già fatto il loro ingresso anche nel settore agricolo Leggi l’articolo

  • Nozomi Networks OnePass
    Nozomi Networks OnePass integra hardware e software per la sicurezza OT e IoT

    Nel contesto del proprio impegno per l’innovazione nell’adozione di soluzioni di cybersecurity a livello industriale e ICS, Nozomi Networks introduce OnePass, la prima offerta del mercato che integra completamente hardware e software as-a-service per la sicurezza OT...

  • Lorawan nell’industria

    Lo standard Lorawan è una specifica Lpwan (Low Power Wide Area Network) derivata dalla tecnologia LoRa e standardizzata a cura della LoRa Alliance. Recentemente emersa nel settore dei sistemi di comunicazione nel contesto dell’Internet of Things (IoT),...

  • IFAB e BI-REX: al via la collaborazione

    Nel cuore della Data Valley d’Europa, a Bologna, uniscono le forze due protagonisti dell’innovazione tecnologica fondata sui Big Data: IFAB, la Fondazione per lo sviluppo dei Big Data e l’Intelligenza Artificiale promossa dalla Regione Emilia Romagna e...

  • Ambarella ed eInfochips collaborano sui servizi di progettazione di Edge AI Vision

    Ambarella, società di semiconduttori AI edge, ed eInfochips, una società di Arrow Electronics, fornitore di servizi tecnici di prodotto, hanno annunciato un accordo di collaborazione completo per estendere i servizi di progettazione e sviluppo per la prossima...

  • Il potenziale del metaverso industriale secondo un report di Molex

    Molex ha pubblicato un nuovo rapporto in cui si analizza il mondo emergente del metaverso industriale e i suoi impatti sulle infrastrutture Internet of Things (IoT) di prossima generazione. Per aiutare le aziende a prepararsi per il...

  • MAS Elettronica Agritech
    Agritech, obiettivo connettività e blockchain per un uso ottimizzato delle risorse

    Solitamente, quando si parla di connettività, tecnologie IoT e 5G, ma anche digitalizzazione e blockchain si tende ad associare questi argomenti all’industria di nuova generazione, in particolar modo a settori come l’automotive, il farmaceutico e il manifatturiero....

  • Sensori intelligenti e dispositivi IIoT

    Strumenti di misura, sensori di fabbrica e dispositivi basati sulle tecnologie digitali e sulla connettività avanzata sono indispensabili per prendere decisioni ottimali e tempestive. Analizziamo standard e innovazioni che definiscono gli ecosistemi IIoT più avanzati. Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x