Cibersicurezza delle reti 5G: la Commissione Europea chiede un sistema di certificazione

Pubblicato il 27 febbraio 2021

La Commissione Europea ha incaricato l’Agenzia dell’Unione Europea per la cibersicurezza, ENISA, di preparare il sistema di certificazione della cibersicurezza dell’UE per le reti 5G, che contribuirà ad affrontare i rischi connessi alle vulnerabilità tecniche delle reti e a rafforzarne ulteriormente la sicurezza.

La certificazione svolge un ruolo fondamentale nell’aumentare la fiducia nei prodotti e nei servizi digitali e la relativa sicurezza; tuttavia, al momento, in Europa esistono diversi sistemi di certificazione della sicurezza per i prodotti informatici, comprese le reti 5G. Un sistema comune unico di certificazione renderebbe più facile per le imprese effettuare scambi transfrontalieri e per i clienti comprendere le caratteristiche di sicurezza di un determinato prodotto o servizio.

Thierry Breton, Commissario per il Mercato interno, ha dichiarato: “La sicurezza è al centro dell’introduzione della tecnologia 5G. La certificazione a livello dell’UE, in combinazione con altri tipi di misure contenute nel pacchetto di strumenti dell’UE per il 5G, sostiene i nostri sforzi per ottimizzare la sicurezza del 5G e per porre rimedio alle vulnerabilità tecniche. Per questo motivo è importante che gli Stati membri compiano ulteriori progressi nell’attuazione di questi strumenti”.

Juhan Lepassaar, direttore esecutivo dell’Agenzia dell’Unione europea per la cibersicurezza, ha dichiarato: “La certificazione delle reti 5G emerge logicamente come la prossima tappa della strategia dell’UE per la cibersicurezza per il decennio digitale. La nuova iniziativa si basa sulle azioni già intraprese per attenuare i rischi connessi alla cibersicurezza della tecnologia 5G”.

La richiesta di sviluppare il sistema è conforme al regolamento sulla cibersicurezza, che istituisce il quadro europeo delle certificazioni in materia, ed è stata annunciata anche nella nuova strategia dell’UE per la cibersicurezza per il decennio digitale. La Commissione adotterà presto il primo programma di lavoro progressivo dell’Unione per la certificazione della cibersicurezza.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell’Agenzia dell’Unione Europea per la cibersicurezza.
Clicca qui per maggiori informazioni sulle azioni dell’UE volte a rafforzare le capacità di cibersicurezza;
clicca qui per maggiori informazioni sul quadro di certificazione della cibersicurezza.



Contenuti correlati

  • Fortinet ransomware 2021
    Fortinet: escalation di cyber-attacchi e attività ransomware nel 2021

    Secondo i risultati del FortiGuard Labs Global Threat Landscape Report semestrale di Fortinet, la threat intelligence relativa alla prima metà del 2021 mette in luce un aumento significativo del volume e della sofisticazione degli attacchi rivolti a...

  • Spyware e script dannosi minacciano i sistemi ICS

    Secondo Kaspersky ICS Cert (Industrial Control Systems Cyber Emergency Response Team), nel primo semestre del 2021 quasi un computer aziendale su tre è stato soggetto ad attività dannose. Durante il primo semestre del 2021, i criminali informatici hanno...

  • Sul Green Pass, Siemens Italia accelera: richiesta per entrare in sede dal 27 settembre

    “Abbiamo deciso di introdurre il Green Pass, anticipando le decisioni che Governo e parti sociali stanno valutando, coerentemente con tutte le misure anti Covid adottate da febbraio 2020, per continuare a garantire la salute e sicurezza sui...

  • Trasportare (in) sicurezza

    I robot mobili si stanno rivelando soluzioni efficaci capaci di incrementare tanto la produttività, quanto la sicurezza dei luoghi di lavoro Leggi l’articolo

  • Il sogno diventa realtà

    Grazie alla combinazione di edge computing e IIoT con le reti di quinta generazione (5G), la prospettiva di una produzione che funziona in modo autonomo sta diventando realtà Leggi l’articolo

  • Convergenza fra rete e sicurezza

    Sicurezza e rete devono costituire un unico sistema integrato, in modo che ogni volta che l’infrastruttura di rete si evolve o si espande, la sicurezza sia in grado di adattarsi automaticamente al nuovo ambiente Leggi l’articolo

  • Dispositivi IoT: un rischio per la sicurezza delle reti OT?

    Juniper Research prevede che saranno 83 miliardi le connessioni IoT esistenti entro i prossimi tre anni, con il settore industriale a rappresentarne oltre il 70%. Se da un lato le tecnologie Internet of Things (IoT), come i...

  • Semperis propone uno strumento gratuito di valutazione della sicurezza: Purple Knight

    L’Active Directory (AD) è il sistema di identità centrale per il 90% delle organizzazioni, per questo motivo è pesantemente minacciato dai criminali informatici ed è fondamentale preservarne la sicurezza. Prendiamo come esempio i due recenti cyberattacchi di...

  • Sarà ripresa anche grazie al 5G

    Abbiamo posto qualche domanda sul 5G per comprendere se questa tecnologia sia in grado di contribuire all’accelerazione tanto desiderata del mercato, cambiando definitivamente il panorama della connettività industriale del nostro Paese Leggi l’articolo

  • NaaS: la rete in prestito

    Le soluzioni ‘as a Service’ arrivano anche alla rete. Questo modello basato su abbonamento, sicuro ed economico, consente alle aziende di utilizzare l’infrastruttura di rete on demand secondo le loro necessità Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x