Building Energy al summit Iran–Italia 2016

Pubblicato il 20 maggio 2016

Building Energy ha preso parte alla prima edizione del Summit “Iran-Italia” organizzato a Teheran da The European House di Ambrosetti, e rappresentata da Paolo Martini, Chief Strategy Officer di Building Energy e CEO di Building Energy Gulf.

Il “Summit Iran-Italia 2016”, patrocinato dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, della Camera di Commercio Italia-Iran, e sponsorizzato anche da Building Energy, costituisce un momento di incontro tra i più importanti  esponenti della leadership imprenditoriale e i policy maker di Italia e Iran in grado di plasmare le relazioni tra i due Paesi. Il Summit mira a diventare l’appuntamento annuale per la leadership politico-istituzionale e imprenditoriale di Italia e Iran, con l’obiettivo di rafforzare l’interscambio economico, culturale e commerciale tra i due Paesi, dibattendo a fondo le opportunità strategiche in chiave bilaterale e regionale.

L’Iran è un Paese con un elevato potenziale nel settore delle energie rinnovabili dovuto alla grande disponibilità di risorse naturali come sole e vento. Per rispondere alla crescente domanda energetica, il Governo iraniano si è posto l’obiettivo di sviluppare 5 GW di capacità installata, generata dall’eolico e dal fotovoltaico, entro il 2020, con una feed-in tariff che garantisce l’acquisto dell’energia prodotta per 20 anni. Questa decisione esprime la volontà del Governo di passare a fonti di energia sempre più sostenibili e rispettose dell’ambiente.

“Abbiamo deciso di partecipare al Summit Italia-Iran perché pensiamo che si possa cooperare per creare una catena del valore efficiente e competitiva nel settore energetico, anche grazie all’interesse di questo Paese nei confronti degli investimenti stranieri. – ha dichiarato Fabrizio Zago, CEO di Building Energy – Riteniamo che l’Iran sia un mercato estremamente interessante per il suo grande potenziale nel settore delle energie rinnovabili legato alla disponibilità di risorse naturali come il sole e il vento, e dovuto anche alla fine delle sanzioni economiche e all’impegno del Governo in termini di misure strutturali e di investimenti. L’Italia potrebbe mettere a disposizione competenze, capacità e soluzioni che permetterebbero all’Iran di vincere questa sfida epocale. Come player del mercato delle energie rinnovabili, ci auguriamo che i due Paesi possano collaborare e agire sinergicamente giocando un ruolo significativo nelle rispettive aree di riferimento e nei diversi settori di interesse”.

Building Energy è presente nella regione MENA, con una pipeline di progetti in Arabia Saudita, Egitto e negli Emirati Arabi Uniti. Con una capacità lorda di 110 MW di energia generata da fonti rinnovabili attraverso impianti in America, Europa e in Sudafrica – tra i quali un parco fotovoltaico da 81 MWp a Kathu in Sudafrica, uno dei più grandi del continente africano – l’azienda è attualmente impegnata nello sviluppo oltre 2.500 MW di progetti in pipeline in varie parti del mondo che adottano quattro diverse tecnologie (fotovoltaico, a biomasse, eolico e idroelettrico). Ulteriori 775MW sono in costruzione o in fase avanzata di sviluppo.



Contenuti correlati

  • ProgettistaPiù 2023: l’Automazione nell’Aria

    La Redazione di Automazione Oggi propone il 25 gennaio 2023, nell’ambito della seconda edizione del convegno in streaming ProgettistaPiù, frutto della sinergia tra Quine e TraceParts, una mattinata, dalle 9.30 alle 12.30, dedicata al tema “L’Automazione nei 4.elementi: ARIA. ACQUA. TERRA. FUOCO.“...

  • Imprese più verdi con processi più efficienti

    Le aziende hanno la possibilità di contribuire in modo rilevante agli sforzi per rendere i servizi e l’industria più rispettosi dell’ambiente e più resilienti. L’inaugurazione di una nuova struttura eco-sostenibile di Delta Electronics nei Paesi Bassi è...

  • Amore per la terra

    Finalista alla XV edizione del Trofeo Omron Smart Project, il progetto P.L.C. (Plant Logic Controller) dell’Istituto Tecnico Leonardo Da Vinci di Carpi promette di coniugare l’impiego di tecnologie 4.0 con la cura per l’ambiente Leggi l’articolo

  • ProgettistaPiù 2023: energia dalle onde

    Le onde marine costituiscono una delle fonti di energie rinnovabili più interessanti e distribuite sul globo. L’energia delle onde può essere considerata un derivato dell’energia solare, attraverso l’azione dei venti. Il livello di potenza per unità di lunghezza del...

  • ProgettistaPiù 2023: Energia nella sabbia

    Non esiste oggi tema più ‘caldo’ di quello dell’energia, non passa telegiornale in cui non se ne parli. Caldo o potremmo dire ‘bollente’, per usare una parola che riassume in sé un po’ tutte le sfaccettature della questione,...

  • ‘Comunità energetiche’: la nuova funzione di SPAC EasySol 23

    Le comunità energetiche sono un insieme di privati cittadini, aziende o enti pubblici che producono, distribuiscono e condividono energia pulita e rinnovabile. Quando le comunità energetiche utilizzano l’energia proveniente da fonti alternative come, ad esempio, il fotovoltaico,...

  • Incrementare la produzione di energia grazie alle rinnovabili: il progetto di MCE Lab

    In un periodo in cui l’indipendenza energetica è l’argomento di maggior attualità e terreno di scontro politico e tecnico, MCE Lab ha fatto un’analisi delle soluzioni concrete per incrementare la produzione di energia elettrica in Italia, con...

  • idrogeno colori
    Non solo verde e marrone: tutti i colori dell’idrogeno

    MCE Lab, l’osservatorio sul vivere sostenibile promosso da MCE – Mostra Convegno Expocomfort, si avvale dell’Hydrogen Innovation Report dell’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano per comprendere meglio le dinamiche che ruotano attorno al mondo dell’idrogeno,...

  • RS a fianco del mondo accademico per ispirare i professionisti del futuro

    È stato siglato l’accordo per la sponsorship tecnica tra RS Italia e l’E-Team Squadra Corse dell’Università di Pisa, impegnata nella progettazione e nella costruzione di due macchine da corsa per gareggiare nelle prestigiose competizioni nazionali e internazionali...

  • A SPS Italia 2022, la sostenibilità ambientale di Wenglor

    Parliamo di ESG, ovvero di aspetti ambientali, sociali e di governance aziendale. Oggi più che mai, infatti, l’attenzione del pubblico è catalizzata dai temi della sostenibilità, dell’inclusione sociale e dell’etica aziendale. L’automazione in questo scenario può fare molto, sia...

Scopri le novità scelte per te x