Automazione e isolatori negli ambienti produttivi sterili

Pubblicato il 30 marzo 2015

Durante tutto l’anno SPS Italia (fiera annuale dell’automazione, in programma a Parma dal 12 al 14 maggio), mette a disposizione degli espositori e dei visitatori seminari, tavole rotonde e convegni scientifici per dare l’opportunità di comprendere meglio le implicazioni e le opportunità offerte dall’implementazione delle nuove tecnologie in ambiente produttivo.

Il 18 marzo si è svolta la Tavola Rotonda “Automazione e isolatori negli ambienti produttivi sterili”, organizzata in collaborazione con il Politecnico di Milano (Bovisa), dove l’incontro ha avuto luogo. La progettazione di macchine che devono operare in ambienti sterili e garantire la tutela della salute degli operatori, implica la conoscenza dei diversi processi che concorrono sia alla definizione dei requisiti che al rispetto delle normative vigenti. Dalle specifiche esigenze degli utenti alle nuove potenzialità suggerite dall’adozione di nuove tecnologie.

La giornata di studio è stata un momento d’incontro tra i diversi attori coinvolti: Leonello Sabatini – Lesatec; Alessandro Villa – Helsinn; Marco Silvestri – Supsi; Beny Fricano – Ima; Emilio Moia – Jacobs; Silvio Temperini – CTP System; Dario Fiorenza – SDN (Istituto di ricerca diagnostica e nucleare); Alessandro Daidone – Teva Italia; Massimo Ghelfi e Maria Luisa Bernuzzi – Fedegari Autoclavi; Giuseppe Testa – Lenze Italia; Luca Fraticelli – Omron Electronics; Massimo Daniele – Schneider Electric; Giuseppe Panella – Solution Partner – Siemens; Tonino Ranieri – Vamfarma.

Al termine della giornata di studio, il professor Joppolo, coordinatore del gruppo di ricerca Airlab del Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano e l’ingegner Romano, responsabile del settore di attività relativo agli ambienti a contaminazione controllata e alle camere bianche, con un gruppo di circa 35 persone hanno visitato il Laboratorio dedicato a queste tematiche e funzionante dal 2011.

IMG (4)Il Laboratorio è dotato di una vera e propria camera bianca (Whitebox) sorta e principalmente dedicata ad attività di ricerca e sviluppo, ma che viene utilizzata anche per attività di consulenza, per prove e test su commessa, e per corsi e attività formative universitari e professionali. Il laboratorio, unico in Italia e tra i pochi al mondo, è in grado di offrire formazione e training teorico-pratico ai discenti replicando all’interno della camera bianca le attività, le procedure, le tecniche di monitoraggio e di manutenzione che si svolgono in ambienti classificati.

La Whitebox ha un assetto flessibile, configurabile dal flusso Uni-Direzionale Verticale, al flusso Uni-Direzionale Parziale e al Flusso Turbolento a miscelazione, ed è dotata di una completa strumentazione di misura e di un sistema flessibile di acquisizione dei dati e di regolazione e controllo. Consente pertanto di effettuare prove su materiali e apparati che rilasciano contaminanti, su apparati e strumenti di campionamento e di misura, su filtri, su componenti e sistemi di diffusione dell’aria e può venire impiegata per la messa a punto e la validazione di strumenti di simulazione CFD.

Durante la visita sono state illustrate le caratteristiche costruttive e funzionali della Whitebox, sono state fatte alcune prove dimostrative di smoke-test e sono state presentate le attività di ricerca e di formazione svolte e quelle in programma.



Contenuti correlati

  • Valvole e attuatori nell’era della connettività

    Le tendenze tecnologiche nel settore valvole e attuatori vedono in primo piano la digitalizzazione e la connettività che, unitamente alla sensoristica, stanno trasformando il modo di progettare, installare, gestire e fare manutenzione di questi dispositivi. Che diventano...

  • Misurare e analizzare per prevedere

    Un appuntamento dei ‘colloqui’ di SPS ha messo a tema la manutenzione predittiva. Il confronto tra esperienze di aziende manifatturiere grandi e piccole mette in evidenza i benefici e le enormi potenzialità di questo approccio, favorito dalla...

  • L’integrazione di tecnologie secondo Siemens al Forum Meccatronica 2021

    Con un intervento all’interno della sessione convegnistica “Progettazione dei prodotti e dei processi” e con un desk espositivo che accoglie demo e use cases in ambito digitalizzazione, Siemens ha partecipato al Forum Meccatronica 2021 a Parma. “Progettiamo insieme l’industria smart...

  • Smart sensor: quanto ne abbiamo bisogno!

    La sensoristica è presente in ogni aspetto della nostra esistenza. Ci serve per vivere, lavorare, divertirci. Per produrre di più, meglio e a costi più bassi. Però c’è un problema: la crisi dei semiconduttori Leggi l’articolo

  • Skill digitali per l’industria del futuro: quali le competenze più richieste?

    Secondo alcuni studi poco meno di un terzo dei dipendenti oggi possiede le competenze necessarie per rispondere alle sfide aziendali. Nell’era della digital transfomation assumono un peso rilevante le competenze trasversali che vanno dalla capacità di relazionarsi...

  • Premio Mercurio 2021: Comau riceve una menzione speciale per la robotica nelle smart factory

    Fin dal 1999 l’Associazione Mercurio assegna il premio alle aziende che si distinguono per il contributo dato alla promozione della collaborazione fra Italia e Germania sul piano economico e culturale. La decisione di attribuire questa menzione speciale...

  • Prestazioni premium incapsulate in un ingombro ridotto

    Riunire le funzionalità avanzate delle sue riempitrici di capsule di fascia alta nella nuova ADAPTA 50 ha presentato sfide completamente nuove per IMA Active in termini di intelligenza decentralizzata, sincronizzazione del controllo del movimento ed elaborazione intensiva...

  • L’evoluzione della mobilità secondo Siemens a Expoferroviaria 2021

    Siemens presenta a Expoferroviaria 2021 le tecnologie che abilitano la trasformazione digitale della mobilità ferroviaria, rendendola più sostenibile, resiliente e interconnessa. “Siamo qui a Expoferroviaria 2021 per raccontare la nostra idea di mobilità evoluta, che dovrà necessariamente...

  • Partenze motore TeSys Giga di Schneider Electric

    La nuova generazione di partenze motore TeSys Giga di Schneider Electric porta con sé molte innovazioni che offrono un’esperienza più flessibile, semplice e sostenibile a quadristi, OEMs, progettisti, system integrator, facility manager. Con i suoi 56 brevetti la...

  • Internet of everything: quattro passi per una strategia data-driven

    di Alberto Bazzi, responsabile Advanced Technologies di Minsait in Italia La crescente interconnessione di oggetti, processi, dati e persone è una delle caratteristiche che definiscono il nostro tempo e la condizione necessaria per la rivoluzione digitale che...

Scopri le novità scelte per te x