Assistenza intelligente per anziani e persone fragili con ElisaCare

Pubblicato il 22 settembre 2022
ElisaCare

La start-up italiana Sicura Care introduce in Italia ElisaCare, un’assistente familiare digitale dotata di tecnologie di intelligenza artificiale che, nel pieno rispetto della privacy, è in grado di leggere e interpretare le abitudini delle persone anziane, imparare dalle loro routine ed evidenziare anomalie segnalando attraverso l’app dedicata situazioni anomale o di emergenza ai parenti o ai caregiver. Il progetto nasce dallo specifico bisogno di assicurare assistenza e supporto a distanza, in particolare ad anziani e persone fragili. L’obiettivo è quello di prendersi cura di loro anche da remoto, senza la necessità di dover installare sistemi intrusivi, che prevedano l’utilizzo di telecamere, o oggetti indossabili.

ElisaCare rientra nel segmento delle soluzioni IoT definite Ambient Assisted Living (AAL), il cui scopo è quello di assistere le persone nella loro routine giornaliera anche da remoto.

Nello specifico, ElisaCare permette ai caregiver di monitorare le attività dei propri familiari attraverso un sistema di intelligenza artificiale, o meglio ambientale, che verifica il corretto svolgimento delle azioni quotidiane.

Più in dettaglio, grazie ad una serie di sensori, la soluzione è in grado di rilevare le attività all’interno dell’abitazione e di elaborarle per fornire informazioni di facile lettura. La configurazione del sistema avviene tramite l’app ElisaCare, che è già disponibile per il download.

Tutte le azioni vengono mostrate direttamente sull’app ElisaCare ed in caso di anomalie il familiare o il care giver viene informato subito da una notifica, senza che quest’ultimo debba controllare e monitorare costantemente il sistema in maniera attiva. L’interfaccia dell’app funziona attraverso un sistema semaforico, che indicherà col verde una situazione in cui va tutto bene, col giallo se una determinata attività della routine non viene compiuta, ma era stato prevista, o con il colore rosso se entrambe le fasce del monitoraggio non vengono rispettate.

Il dispositivo inoltre può fungere da promemoria, permettendo di ricordare azioni da compiere in un certo orario, come l’assunzione di medicinali o appuntamenti da non dimenticare. In questo caso, ElisaCare emette un avviso sonoro e si illumina di un colore prestabilito dal caregiver. Un’altra importante funzionalità di ElisaCare è quella di consentire all’utente di inviare segnali di SOS con un semplice tocco sul dispositivo. Immediatamente il care giver verrà allertato sul suo smartphone con una notifica push.

Proprio grazie a queste funzionalità, ElisaCare può essere definita a tutti gli effetti una “assistente digitale” per anziani, o persone che vivono da sole, e vogliono continuare a mantenere la propria indipendenza avendo però la sicurezza di ricevere cura e supporto dai propri cari in caso di necessità.

Nella realizzazione di ElisaCare è stata posta la massima attenzione sul tema della privacy e della sicurezza in quanto una delle principali perplessità che bloccano l’acquisto dei dispositivi di monitoraggio è proprio la tutela dei propri dati sensibili. Ecco perché ElisaCare non ha alcun microfono incorporato e può essere collocata in qualunque ambiente domestico, in quanto non raccoglie alcun tipo di dato sonoro e inoltre è dotata di un sistema di cifratura dei dati per la tutela della cybersecurity. Infine, mentre molti dei dispositivi presenti sul mercato che utilizzano server collocati in paesi extra EU, ElisaCare si appoggia a server situati nell’Unione Europea per garantire un elevato grado di sicurezza e la completa tutela dei dati in accordo alla normativa GDPR.

“Il nostro progetto nasce dalla volontà di realizzare una soluzione unica e innovativa che possa rispondere a un’esigenza primaria dell’essere umano: prendersi cura delle persone care anche quando si vive lontani, magari in città o Paesi diversi. ElisaCare consente di essere vicini a coloro che amiamo ovunque ci si trovi, gestendo i propri impegni in serenità e risulta particolarmente prezioso in un periodo storico in cui la frenesia e l’ansia spesso dominano la nostra quotidianità ed è sempre più importante salvaguardare la salute degli anziani e dei più fragili. Tutto questo nasce da una start-up italiana che ha messo a frutto la propria conoscenza delle tecnologie più innovative per garantire un’assistenza domiciliare non intrusiva, rispettosa della privacy e che si adatta perfettamente alle esigenze di persone con stili di vita e abitudini diverse”, commenta Camilla Carrarini, Product Marketing Manager del progetto ElisaCare.

ElisaCare è già disponibile su elisacare.com e presso punti vendita fisici come farmacie e negozi di articoli sanitari. E a breve sarà disponibile anche sui principali siti di e-commerce. Per l’acquisto di ElisaCare è richiesto un contributo iniziale di 399,00€ e la sottoscrizione di un abbonamento (annuale o mensile).



Contenuti correlati

  • Digitalizzazione delle imprese italiane, a che punto siamo?

    Spesso le imprese sono molto ottimiste quando valutano il proprio livello di digitalizzazione, pensano di essere più evolute in ambito di Digital Transformation, di quanto lo siano realmente. Le opportunità sono spesso state identificate come applicazione di un dato sistema o...

  • Siemens al Festival dell’Acqua 2022

    La manifestazione, ideata e promossa da Utilitalia, propone tre giorni di riflessioni e approfondimenti con esponenti della politica, tecnici ed esperti del settore. Il contenimento degli effetti dei cambiamenti climatici, la digitalizzazione, l’impatto del Piano Nazionale di...

  • Tecnologie digitali per la transizione energetica

    La transizione energetica e la rivoluzione digitale sono due trasformazioni globali, profonde e irreversibili che progressivamente richiedono di essere affrontate con una visione unica, perché si tratta di due facce della stessa medaglia: il digitale è infatti...

  • Sistemi di identificazione e visione per produzioni infallibili

    Nel mondo della produzione, le tecnologie che conferiscono la capacità di riconoscere oggetti o codici in modo automatico sono sempre più richieste, per migliorare le funzionalità autonome e l’efficienza di macchine e impianti. Oggi, tutto il dominio...

  • Prevenire è meglio che curare

    L’intelligenza artificiale al fianco della manutenzione predittiva grazie alla soluzione Clea di Seco Leggi l’articolo

  • L’intelligenza artificiale di Ammagamma e il credito di imposta fanno crescere le PMI italiane

    L’intelligenza artificiale è sempre più vicina alla piccola e media impresa. Il credito d’imposta Innovazione Digitale 4.0 offre alle PMI un’occasione concreta per aumentare la competitività e la resilienza, lungo tutta la catena del valore, anche attraverso...

  • Intelligenza artificiale, l’Italia eccelle nella ricerca, ma le aziende restano indietro

    L’intelligenza artificiale è oggi uno dei temi più caldi, a livello macroeconomico mondiale. E l’Italia sta giocando le sue carte, in particolare nel mondo della ricerca. È tra i primi dieci Paesi al mondo in tema di...

  • Cervello umano o artificiale?

    L’intelligenza artificiale è sempre più evoluta, un vantaggio per salute e lavoro ma attenzione a non considerarla ‘umana’ Leggi l’articolo

  • Opyn Maurizio Diana fintech
    Opyn, i dati sono la gallina dalle uova d’oro della finanza

    Anno 2022: i dati sono la più grande risorsa per le aziende, o il “nuovo petrolio”, per dirla come Clive Humby, data scientist e matematico inglese, che aveva coniato questa definizione nell’ormai lontano 2006. Sono passati oltre...

  • Ascom Ofelia Appliware
    Ascom acquisisce la società di sviluppo software Appliware

    Ascom ha acquisito Appliware, la software house francese fornitrice della soluzione software Ofelia rivolta ai contesti complessi in ambito ospedaliero, assistenza di lungo termine e industriali. Appliware è un partner commerciale di lunga data, strettamente legato ad...

Scopri le novità scelte per te x