L’automazione italiana c’è… e finalmente c’è chi se n’è accorto!

Il “Dizionario dell’Automazione” in finalissima per il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica

Pubblicato il 12 dicembre 2016

Secondo un’indagine del gruppo Adecco e dell’Università Milano Bicocca, il 40% delle aziende italiane non conosce il concetto di Big Data. Abbiamo uno dei tassi di disoccupazione giovanile più alti d’Europa (circa il 43%), mentre si laureano ogni anno in Italia circa 25 mila ingegneri i quali in buona parte finiscono a lavorare all’estero.

Un recente studio di Federmeccanica testimonia che oltre il 50% delle imprese dichiara di non avere intenzione di investire nelle tecnologie chiave dell’Industria 4.0. Questi esempi sono piuttosto paradossali se consideriamo che il settore manifatturiero italiano, con un fatturato superiore ai 900 miliardi di euro, oltre 425 mila imprese e 4 milioni di addetti, in Europa è secondo solo a quello tedesco.
L’Italia è l’ottavo stato esportatore al mondo, con una quota di mercato intorno al 2,5%. L’Italia detiene anche il secondo avanzo commerciale manifatturiero dell’Unione Europea ed è uno dei cinque Stati al mondo che vanta un surplus manifatturiero superiore a 100 miliardi di dollari.

Uno dei comparti di punta del manifatturiero italiano, quello dei costruttori di macchine automatiche, sistemi robotizzati e componenti di tecnologici oscilla stabilmente tra il terzo e quarto posto al mondo sia tra i produttori che tra gli esportatori. Certo in vent’anni il peso dell’industria è passato dal 24% al 19% del Pil. Ma poi ci sono i servizi e l’indotto a supporto delle attività produttive e il totale si avvicina al 60% del Pil.

Si sente spesso dire che l’Italia dovrebbe puntare su arte, turismo, cultura, ambiente, enogastronomia e artigianato. Settori nobilissimi, sia chiaro, peccato che solo l’industria ad alto tasso di conoscenza possa garantire benessere globale a un Paese di 60 milioni di abitanti. O per lo meno non si conoscono esempi di segno contrario. Altro elemento spesso trascurato o contestato è che il primato nell’innovazione, nell’industria e nella conoscenza tecnologica offre a un Paese ben altre prospettive strategiche e di valore aggiunto rispetto al primato nell’arte, nel turismo o nell’enogastronomia.

Resta il fatto che un’economia industriale sviluppata come quella italiana, sostenuta da imprese che tra mille difficoltà innovano ed esportano, non può essere trattata con leggerezza dalle istituzioni, dalla finanza, dai media e dalla comunità. Giusto riconoscere è che il vento è cambiato da quando si è iniziato a parlare di Industria 4.0. Parola ormai sulla bocca di tutti per indicare l’avvento della vera o presunta quarta rivoluzione industriale. Andrebbe ricordato, per amore di precisione, che si tratta del nome assegnato dal governo tedesco alla propria politica industriale nel 2011.

Questa lunga premessa ci offre lo spunto per affermare che la conoscenza, la divulgazione e la formazione intorno all’automazione, ovvero alle tecnologie che supportano l’industria, sono state fino ad oggi trascurate dal dibattito mainstream. Fino ad oggi appunto. È di poche settimane fa la notizia che il Dizionario dell’Automazione (edizione 2016, Editoriale Delfino) – ospitato da molti anni come rubrica su Automazione e Strumentazione e Automazione Plus – è entrato nella finalissima per aggiudicarsi il Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica. Che dire? Non potremmo esserne più contenti e orgogliosi. Anche al di fuori della cerchia degli addetti ai lavori si sono accorti che l’automazione esiste e gode di ottima salute. E che merita un po’ più di attenzione.

Ci piace pensare che il Dizionario dell’Automazione, progetto editoriale nato 10 anni fa, abbia contribuito – nel suo piccolo – a far crescere la cultura tecnologica e la conoscenza della trasformazione industriale che stiamo vivendo. Le parole, protagoniste del Dizionario, sono il punto di partenza per ogni forma di consapevolezza, perché come diceva il filosofo Wittgenstein “i limiti del mio linguaggio sono i limiti del mio mondo”.

Ce la giocheremo il prossimo 15 dicembre a Roma nella sala convegni del CNR. Incrociamo le dita, comunque vada un grazie di cuore a tutti quelli che ci hanno seguito e incoraggiato in questi anni.

Dialogando

il blog di Armando Martin

Dialogando è il blog che Armando Martin cura per Automazione Plus. In questo spazio l'autore proporrà interviste, dialoghi, riflessioni e scambi di opinioni con i protagonisti del mondo dell'industria, dell'innovazione e della ricerca. Se qualcuno di questi post vi ha incuriosito e volete parlarne con l'autore o con altre persone, potete farlo sul Gruppo di Discussione di Automazione e Strumentazione su LinkedIn e a breve sulla pagina facebook dedicata a queste conversazioni.

Per commentare devi autenticarti:



Contenuti correlati

  • Le novità di Delta a Light + Building

    Delta prenderà parte alla fiera Light + Building 2022 che si terrà a Francoforte, in Germania, dal 2 al 6 ottobre. Il Building Automation Business Group di Delta presenterà le sue soluzioni per l’illuminazione con una gamma...

  • Cobot pronti alla connessione con le macchine

    Universal Robots sarà fra i protagonisti della 33.BIMU (Fiera Milano Rho, 12-15 ottobre). UR esporrà all’interno dell’area espositiva RobotHeart mostrando presso il proprio stand e presso quello di alcuni partner, diverse applicazioni che vedono il cobot integrato...

  • Aumentare la produttività aziendale è possibile con i robot lineari intelligenti di Bosch Rexroth

    Dalle merci in arrivo alla produzione, dall’assemblaggio all’imballaggio del prodotto finito, i robot di movimentazione basati su assi lineari sono ormai presenti ovunque all’interno dei flussi di attività aziendali. La Digital Factory, altamente efficiente, ha bisogno non...

  • Rockwell Automation al Forum Meccatronica

    L’edizione 2022 del Forum Meccatronica che si terrà presso le Fiere di Padova il 4 ottobre p.v., vede tra i suoi protagonisti Rockwell Automation. In tale occasione, l’azienda, tra i leader nella fornitura di soluzioni per l’automazione,...

  • Nuovi corsi professionali multilivello

    La formazione  è un elemento imprescindibile per tutte le aziende che vogliono affrontare con successo le sfide presenti in un panorama di mercato sempre più competitivo e diversificato. Seguire dei corsi professionali specializzati permette sia di migliorare la qualità del lavoro, sia ottenere...

  • PTC rilascia Onshape-Arena Connection

    PTC ha annunciato la disponibilità di Onshape-Arena Connection, la nuova funzionalità che permette di collegare le soluzioni cloud-native Onshape, piattaforma di progettazione e sviluppo dei prodotti, e Arena, il sistema dedicato alla gestione del ciclo di vita...

  • B&R tra i protagonisti del Forum Meccatronica

    B&R torna in presenza alla nona edizione della mostra-convegno ‘Forum Meccatronica’, ideato dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione e realizzato in collaborazione con Messe Frankfurt Italia. L’azienda sarà tra i selezionati espositori, con uno spazio dedicato all’incontro con...

  • ULMEX e Zecher presentano a K la nuova release di Evolux

    ULMEX partecipa a K 2022 (Düsseldorf, 19-26 ottobre 2022) al fianco di Zecher, tra i leader nella produzione di anilox. Una presenza congiunta che rafforza ulteriormente la partnership che da tempo lega le due realtà. Proprio in...

  • Più efficienti con il 4.0: opportunità e sfide per le imprese

    Monitorare, accompagnare e guidare le PMI di Emilia-Romagna, Marche e non solo nel percorso verso l’Industria 4.0, l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale  attraverso ricerche, momenti di confronto e iniziative volte alla diffusione delle best practice: questa...

  • E80Group - Drinktec
    E80 a drinktec 2022 con soluzioni innovative per l’intralogistica

    Una vetrina d’eccellenza affacciata sull’industria globale del settore beverage e liquid food: E80 Group era presente al drinktec, la fiera di riferimento più importante a livello mondiale per tutti gli operatori del settore. Un incontro ai vertici...

Scopri le novità scelte per te x