Applicazioni robotiche UR con le soluzioni Sick: webinar l’8 aprile

Sick e Universal Robots organizzano un webinar l’8 aprile per illustrare le nuove soluzioni sBot Stop e sBot Speed, sistemi laser scanner per impostare aree di fermata e velocità delle applicazioni collaborative in modo rapido e intuitivo

Pubblicato il 1 aprile 2021

La sicurezza è un aspetto fondamentale di ogni applicazione robotica. Anche le celle che implementano robot collaborativi devono rispondere a precisi e stringenti requisiti nel corso del risk assessment. La possibilità di impostare aree di arresto e regolare la velocità di movimento del braccio robotico, sono alcune delle soluzioni più frequentemente adottate per mettere in sicurezza l’area occupata dall’operatore. Poter gestire questi parametri direttamente dal pannello di controllo del robot, senza installare centraline esterne, è un vantaggio notevole in termini di riduzione dei tempi di messa in esercizio e produttività.

Le soluzioni sBot Stop e sBot Speed sviluppate da Sick sono sistemi di sicurezza per la protezione di applicazioni robotiche, facili da usare, basati sulla combinazione intelligente di nanoScan3, il più piccolo e compatto laser scanner di sicurezza presente sul mercato, ed i robot di Universal Robots della serie E.

I sistemi sBot URCap consentono una facile ed intuitiva gestione in sicurezza della fermata del robot, grazie al monitoraggio di un’area di sicurezza da parte del laser scanner di sicurezza. Con la versione sBot Speed URCap, è possibile inoltre gestire un’area di monitoraggio di rallentamento del robot. “Si tratta di soluzioni che vanno a incrementare il tasso di capacità collaborativa dei cobot” commenta Alessio Cocchi, country manager Italia di Universal Robots, “rendendo l’impostazione di alcuni fondamentali parametri ancora più semplice, intuitiva e rapida. La partnership con Sick permette di sviluppare tali UR Cap già perfettamente compatibili con la nostra e-Series, il che rende il processo di installazione ancora più fluido e semplice”.

Nel corso del webinar si alterneranno tecnici Universal Robots e tecnici Sick nell’illustrare il funzionamento dei sistemi sBot e la connessione con i cobot UR. “I robot collaborativi sono sempre più utilizzati nell’automazione dei processi produttivi” precisa Saverio Stellato, a capo della Industrial Safety Solutions Unit di Sick. “È fondamentale nelle applicazioni robotiche garantire produttività, mantenendo elevati standard di sicurezza. Durante il webinar, in collaborazione con UR, parleremo delle soluzioni innovative di SICK sBot URCap, che consentono la protezione di robot UR in maniera semplice ed intuitiva. Il tutto grazie ai laser scanner di sicurezza della famiglia nanoScan3 e all’integrazione nel pannello UR degli strumenti per la creazione delle aree di monitoraggio per la gestione della fermata del robot”.

Appuntamento l’8 aprile alle ore 16. La partecipazione al webinar è gratuita. È possibile iscriversi attraverso questa pagina.



Contenuti correlati

  • Il mercato dei robot in Italia mostra un ottimo potenziale di crescita

    L’Italia è il 6° Paese al mondo con il maggior numero di installazioni robotiche secondo la Federazione Internazionale di Robotica. Allo stesso tempo, ogni azienda robotica in Italia copre una base di potenziali clienti molto più ampia di qualsiasi...

  • Una scelta non sempre facile

    Sistema cartesiano o robot antropomorfo? Bisogna considerare produttività, ingombri sul layout e tempi morti Leggi l’articolo

  • Semplice come un videogioco

    Un team franco-americano di esperti di robotica ha ideato un nuovo modo di controllare e programmare la prossima generazione di robot Leggi l’articolo

  • Energia verde nelle reti gas

    I misuratori di portata a ultrasuoni di Sick operano in modo stabile anche con variazioni nella composizione dei gas e questo è particolarmente utile nelle applicazioni power-to-gas, con l’immissione in rete di idrogeno prodotto da fonti rinnovabili....

  • Il Cobot Motoman HC20DT vince il premio Red Dot

    Se finora i cobot erano robot piuttosto piccoli, caratterizzati da carichi utili fino a 10 kg e uno sbraccio di circa 1.200 mm, Motoman HC20DT ne ridefinisce il campo di applicazione. Con un carico utile di 20...

  • Nuovo cobot UR10e di Universal Robots

    Universal Robots propone il nuovo cobot UR10e, con capacità di carico incrementata del 25% fino a 12,5 kg; questo ne amplia le possibilità applicative in task come packaging, pallettizzazione, asservimento macchine. Il tutto allo stesso prezzo. La nuova versione potenziata dell’UR10e conserva lo stesso...

  • Reskilling, training, formazione

    Lo chiamano ‘reskilling’, ovvero riqualificazione professionale. Da anni se ne parla, giustamente, perché è un processo permanente, indispensabile per valorizzare nel tempo le risorse umane di un’azienda, ma anche per ripensare il proprio lavoro. A maggior ragione...

  • Nuovo ciclo di webinar formativi per Eaton

    Eaton rinnova il proprio impegno in ambito formativo e presenta un nuovo ciclo di webinar rivolti ai costruttori di macchine, per approfondire insieme agli esperti dell’azienda le novità in tema di Transizione 4.0 e le funzionalità dei...

  • Heaxel: la robotica al servizio della riabilitazione

    Azienda italiana con sede a Roma, Heaxel progetta e sviluppa dispositivi medici innovativi per la riabilitazione mediata da robot. Nata nel 2018 dallo spin-off dell’Università Campus Bio-Medico di Roma ICan Robotics e il fondo Vertis Venture 3...

  • SPS Italia Digital Days 2021 in video: Marco Catizone di SICK

    SPS Italia Digital Days 2021 sarà accessibile gratuitamente e offrirà a tutti i partecipanti la possibilità di fare networking in modo mirato, entrando in contatto con una selezione di aziende che rappresentano l’offerta più innovativa e completa in...

Scopri le novità scelte per te x