Costruire la sicurezza informatica per l’industria

 
Pubblicato il 23 novembre 2021

Si è da poco concluso il workshop online organizzato da Anipla, Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione, sul tema della sicurezza informatica nel mondo della produzione. Questa ‘Giornata Anipla’ aveva titolo “Cyber Security per l’Industria” ed era coordinata da Andrea Boraschi (Presidente dell’Associazione), Regina Meloni e Marco Scognamiglio di Saipem. La manifestazione si è tenuta nella mattinata del 17 novembre, facendo registrare numeri lusinghieri.

All’evento si sono registrati oltre 250 utenti, in prevalenza professionisti dell’automazione, che nelle varie sessioni sono rimasti collegati per un tempo medio di quasi tre ore, un valore altissimo per una manifestazione online. Le sessioni erano tenute da professionisti della Cyber Security del mondo industriale, in gran parte responsabili della sicurezza IT industriale delle rispettive imprese.

I relatori, in pratica, rappresentavano le figure professionali che stanno affrontando gli effetti della proliferazione dei sistemi industriali connessi e che sono, a vario titolo, responsabili delle tecnologie di tutela dell’IT delle imprese, per proteggere quelle risorse di rete che ormai sono indispensabili per la normale operatività industriale e per mantenere le funzionalità evolute 4.0.

Un tema ricorrente di questa Giornata Anipla è stato quello dell’intelligenza artificiale, la sola tecnologia possibile per analizzare e monitorare le reti in tempo reale. Ma, in primo luogo, la giornata Anipla ha affrontato le tematiche che ne costituivano l’irrinunciabile premessa al tema fondamentale di come affrontare le minacce cibernetiche. Si è discusso delle nuove misure, in materia di sicurezza informatica, recentemente introdotte dalla Commissione Europea con la proposta, resa nota a dicembre 2020, di una nuova direttiva NIS (Network and Information Security, NIS 2). Nell’evento Anipla, si è discusso delle analogie con la vecchia normativa e dei diversi aspetti che, invece, sono stati introdotti di recente.

La trattazione approfondita della cyber security industriale è dovuta necessariamente partire dalla convergenza tra IT (Information Technologies) e OT (Operational Technologies), grazie all’integrazione resa possibile dalle ormai ubique soluzioni IIoT (Industrial Internet of Things). Anche in questo ambito giocherà un ruolo essenziale la standardizzazione del protocollo Ethernet-APL, il livello fisico più avanzato per lo standard Ethernet che, nell’industria, consente cablaggi fino a un chilometro e velocità di trasferimento dati 300 volte più elevate di Hart o dei bus di campo più tradizionali.

Un aspetto che può sembrare ovvio, ma solo in apparenza, è la necessità di programmare un piano di protezione delle infrastrutture critiche, compreso anche un ‘disaster recovery plan’ che preveda e organizzi la reazione ad eventuali attacchi, dai recenti ransomware ai classici virus.

Oltre ai temi che hanno fatto da fondamentale premessa a questo evento, la giornata Anipla sulla cyber sicurezza ha ampliato molto i suoi orizzonti, approfondendo in modo esauriente le più scottanti tematiche della cyber sicurezza.

Roberto Paleari e Federico Lella, di Spike Reply, hanno trattato il problema di come la cyber security possa migliorare la resilienza informatica e operativa negli ambienti delle operazioni industriali (OT), in un contesto di connettività IIoT diffusa che, insieme agli irrinunciabili vantaggi delle reti impiegate in produzione, accresce anche le vulnerabilità IT.

Massimo Scanu, di ABB, si è occupato di come proteggere la principale risorsa dei sistemi automatici industriali, il sistema di controllo, concentrandosi sul contesto delle infrastrutture critiche, dove la tutela del sistema di controllo non può ammettere deroghe o fallimenti.

Ugo Salvi, di Saipem, ha approfondito le problematiche e i risultati dell’adozione, presente e futura, di un approccio ‘zero-trust’. Un concetto che è riassumibile come ‘è bene non fidarsi di nessuno’ e che è particolarmente interessante per l’industria, dove si prevede uno spostamento della difesa della rete verso un modello di sicurezza IT più completo, che consenta alle imprese di controllare e limitare tutti gli accessi alle reti, tutte le applicazioni installate e ogni aspetto dell’amministrazione dell’ambiente IT. Ma il particolare più interessante di questo approccio è che può essere applicato senza sacrificare le prestazioni e l’operatività industriale.

Antonio Forzieri, di Splunk, ha parlato di OT Security trattando in modo realistico dell’esperienza del ministero dell’energia di Israele. Dove si è fatta un’importante esperienza che permette di valutare l’utilità delle tecnologie di intelligenza artificiale e di apprendimento automatico che possono essere applicate alla protezione della rete. Queste sono soprattutto le soluzioni IDS (Intrusion Detection System) e gli algoritmi di machine learning (ML) impiegati nel Network Traffic Analytics (NTA), che permette un’analisi approfondita di tutto il traffico della rete, ad ogni livello, e consente di intercettare gli attacchi e di rilevare le anomalie del traffico dati.

Giacomo Baldi, di Zerynth, ha spiegato come assicurare la sicurezza e l’integrità dei dati in applicazioni industriali IoT che, rispetto agli ambienti di IT commerciale, vedono nel dato un elemento importante anche per la sicurezza delle operazioni produttive e degli impianti. Questo importante aspetto della tutela del dato, che diventa essenziale per proteggere l’operatività e le risorse produttive, è stato portato al passo successivo da Giovanni Sangiorgio, di Pilz, che ha esaminato come safety e security possano convergere in un approccio globale alla sicurezza.

La videoregistrazione dell’evento è disponibile gratuitamente, previa registrazione, attraverso il link: CYBER SECURITY PER L’INDUSTRIA.

 

 

Jacopo Di Blasio



Contenuti correlati

  • Corso gratuito per tecnici di reti informatiche specializzati in security networking

    Secondo i dati riportati in una recente ricerca di Labour Issues – Osservatorio Cida, in collaborazione con Adapt, a marzo 2020 la quota di lavoratori in smart working ha toccato quota 6.6 milioni, stabilizzandosi a 5.3 milioni nei...

  • Cybersicurezza: cosa ci riserva il 2022?

    di Guido Grillenmeier, Chief Technologist di Semperis L’innalzamento del grado di sicurezza delle reti è direttamente proporzionale all’esperienza che gli hacker hanno raggiunto – e anche la loro disponibilità economica generata dai riscatti. Prendiamo in esame quelle...

  • Dichiarazione di inizio mandato del nuovo presidente di Anipla

    Qualche tempo fa la collega Regina Meloni mi chiamò dicendo: “Ma senti, con il rinnovo del Consiglio direttivo Anipla stavamo pensando di proporti di fare il Presidente della nostra Associazione… ti va?”, io ero assorto nei miei...

  • I Competence Center in primo piano a Mecspe

    Manca poco alla 19ᵃ edizione di Mecspe, l’evento dedicato all’industria manifatturiera italiana, in programma dal 23 al 25 novembre a Bologna Fiere, con 92mila mq di superficie espositiva, 18 padiglioni, 13 saloni, 46 iniziative speciali e convegni, e...

  • Appuntamento con la Cyber Security industriale

    Sono aperte le iscrizioni al workshop gratuito organizzato da ANIPLA con il titolo “Cyber Security per l’Industria”. L’evento si terrà online mercoledì 17 novembre 2021, dalle 09:00 alle 13:00. Di seguito, è riportato il programma della manifestazione. Il workshop, in...

  • Sicurezza informatica

    Il 4 agosto 2021 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge che istituisce l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (Acn). Il Governo intende promuovere la crescita della cultura cibernetica al fine di rendere consapevoli i cittadini dei...

  • L’aeroporto di Monaco sceglie Kaspersky per proteggere la sua infrastruttura

    Nel 2019, l’aeroporto di Monaco ha registrato un volume annuale di traffico pari quasi a 50 milioni di passeggeri. Prima che il COVID-19 si abbattesse sul settore dei viaggi aerei, più di 100 compagnie aeree operavano da...

  • Cyber security: la sfida emergente della transizione digitale

    È sempre più urgente assicurare la sicurezza dei dati personali. I dati statistici dimostrano chiaramente che i cyberattacchi sono aumentati del 66% in 4 anni, e i danni globali causati dalle minacce cibernetiche rappresentano ormai una cifra...

  • Quattro leve strategiche per la resilienza aziendale

    Il concetto di resilienza aziendale è frutto di una calibrata sintesi di: business continuity, risk management, cyber security & compliance. Diventa strategico attuare misure proattive per garantire efficienza organizzativa, completando il processo di digitalizzazione e automazione in...

  • Anipla: Cyber Security per l’industria 2021

    La VIII Edizione della Giornata di Studio ANIPLA sulla Cyber Security, evento online gratuito previsto per il 17 novembre 2021, si pone come obbiettivo quello di aggiornare gli addetti al settore con nuovi spunti per pianificare e strutturare il...

Scopri le novità scelte per te x