A proposito di open source

I professionisti IT preferiscono l’open source al software proprietario per le migliori garanzie di continuità operativa, qualità e controllo, come emerge dall’indagine del Ponemon Institute e di Zimbra

Dalla rivista:
Automazione Oggi

 
Pubblicato il 15 gennaio 2015

Continuità operativa, qualità, controllo e risparmio sono i motivi principali per cui i professionisti IT preferiscono l’open source al software proprietario. Secondo un recente studio del Ponemon Institute e di Zimbra, più del 75% dei decision maker IT concorda sul fatto che la trasparenza del codice aumenta l’affidabilità di una piattaforma software. Inoltre, due terzi degli intervistati ritiene che migliori la sicurezza e riduca i rischi sulla privacy.

I risultati dell’indagine, che è stata condotta in 18 paesi tra Europa, Medioriente e Africa oltre che negli Stati Uniti, mostrano che il 67% dei professionisti IT nell’area Emea e il 74% negli Stati Uniti ritiene che le soluzioni commerciali open source offrano prestazioni superiori al software proprietario per quanto riguarda la continuità operativa. Tuttavia, i professionisti IT dell’area Emea e degli Stati Uniti hanno idee discordanti sugli argomenti della sicurezza e della privacy. Dallo studio emerge che le organizzazioni dell’area Emea fanno più attenzione alle conseguenze della messaggistica e della collaborazione sulla privacy, mentre le organizzazioni statunitensi si focalizzano maggiormente sulla sicurezza.

I professionisti IT condividono comunque l’insoddisfazione in merito alle attuali piattaforme collaborative e messaggistica, la cui maggioranza è costituita da soluzioni di software proprietario. Di conseguenza, il 52% degli intervistati dell’area Emea e il 55% degli intervistati degli Stati Uniti afferma che le loro organizzazioni sostituiranno le soluzioni di messaggistica e collaborative entro due anni.

“Uno dei risultati più interessanti emersi dall’indagine è la lentezza nell’adozione di soluzioni di messaggistica e collaborative open source, nonostante la fiducia riposta dai professionisti IT nello stesso” ha commentato Larry Ponemon, presidente e fondatore di Ponemon Institute. “Data la maggioranza delle soluzioni di software proprietario e l’opinione generalmente negativa su tali soluzioni, mi sarei aspettato un maggiore interesse in nuove soluzioni basate su software open source commerciale” prosegue Ponemon.

 

Risultati principali

Le soluzioni commerciali open source sono capaci di prestazioni superiori per continuità operativa, qualità e controllo rispetto ai software proprietari: il 67% dei professionisti IT dell’area Emea ritiene che il software commerciale open source offra migliore continuità operativa; il 60% dei professionisti IT dell’area Emea crede che il software commerciale open source possa migliorare la qualità e il 57% ritiene che offra maggiore controllo rispetto al software proprietario; la capacità di ridurre i costi non è più il punto principale di distinzione del software open source: i professionisti IT danno maggiore importanza alla continuità operativa, alla qualità e al controllo rispetto ai costi, nonostante le soluzioni open source offrano prestazioni più elevate in tutte le caratteristiche in confronto al software proprietario.

I dipendenti aumentano i rischi sulla privacy e sulla sicurezza, hanno infatti più probabilità di mettere a rischio le soluzioni di messaggistica e collaborative delle aziende. I professionisti IT dell’area Emea sostengono che il 79% dei dipendenti non si attiene alle politiche aziendali in merito alla condivisione di documenti riservati; il 71% dei dipendenti utilizza applicazioni di messaggistica e collaborative non autorizzate; il 69% dei dipendenti invia e riceve file non indirizzati a loro.

L’insoddisfazione sul software proprietario dei professionisti IT è un’opportunità per le soluzioni open source. Il 65% dei professionisti IT dell’area Emea è poco soddisfatto o per niente soddisfatto delle attuali soluzioni collaborative e di messaggistica, la cui maggioranza proviene da fornitori di software proprietario. Il 52% dei professionisti IT dell’area Emea prevede di sostituire le soluzioni di messaggistica e collaborative entro due anni. La reputazione e il supporto del fornitore sono i fattori più importanti per la scelta di una soluzione di messaggistica e collaborativa, secondo il 60% dei professionisti IT dell’area Emea.

“Abbiamo un’opportunità importante per assegnare all’open source un ruolo centrale nel futuro della sicurezza e della privacy” afferma Rob Howard, direttore tecnico di Zimbra. “Questa indagine conferma un trend che vediamo nel nostro business: l’open source offre molti più vantaggi rispetto alla mera riduzione dei costi” prosegue Howard. “L’open source garantisce qualità e controllo, consentendo al reparto IT di influenzare molto più dei costi” conclude Howard.

Zimbra-Ponemon-Report-IT

Olivier Thierry



Contenuti correlati

  • Fabio Pascali_Cloudera_open source
    L’industrializzazione su larga scala è la chiave dell’innovazione open source

    Fabio Pascali, Regional Vice President Italy di Cloudera analizza i principali trend che hanno guidato nell’ultimo decennio il settore dei dati.  L’open source nel prossimo decennio Nato principalmente come soluzione ideata dagli sviluppatori per risolvere i problemi...

  • Cinque miti da sfatare sulla sicurezza dei container

    L’open source è alla base della maggior parte delle tecnologie innovative, come l’intelligenza artificiale e machine learning, l’edge computing, il serverless computing e, non ultima, la containerizzazione. Come in ogni settore dell’IT, la questione della sicurezza non...

  • Come colmare il gap tra sicurezza e innovazione

    Il concetto di sicurezza è tradizionalmente visto come un ostacolo all’innovazione. I team DevOps vogliono essere liberi di esplorare la propria creatività e abbracciare tecnologie cloud-native, come Docker, Kubernetes, PaaS e le architetture serverless, ma la sicurezza...

  • Con OpenRadioss, Altair Radioss è disponibile come tecnologia open-source

    Altair ha annunciato che Altair Radioss, un codice di simulazione dinamica ad elementi finiti (FEA) collaudato nel settore, è ora disponibile come tecnologia open source con il nome di OpenRadioss. Con OpenRadioss Altair si propone di accelerare...

  • Ansible Red Hat
    Il ruolo fondamentale dell’automazione in un mondo sempre più complesso

    Gli ultimi anni hanno dimostrato che le imprese vogliono che applicazioni, dati e risorse si trovino ovunque abbia più senso per il loro business e per i loro modelli operativi, il che significa poter eseguire l’automazione ovunque....

  • A SPS Italia 2022, tecnologie open source Arduino per l’inclusione sociale

    Parliamo di ESG, ovvero di aspetti ambientali, sociali e di governance aziendale. Oggi più che mai, infatti, l’attenzione del pubblico è catalizzata dai temi della sostenibilità, dell’inclusione sociale e dell’etica aziendale. L’automazione in questo scenario può fare molto, sia...

  • Il futuro sarà ‘aperto’?

    Ritengo non ci si sbagli quando si afferma che oggi la totalità delle applicazioni di automazione industriale, dal controllo locale di una singola macchina utensile, fino alla gestione delle linee di produzione di un intero impianto, vedono...

  • Dati in tempo reale, per l’acqua pubblica

    BrianzAcque ha scelto le soluzioni Red Hat per creare un’infrastruttura IT incentrata sui microservizi, con l’obiettivo di centralizzare la gestione dei suoi erogatori e fornire in tempo reale i dati sulla qualità dell’acqua, aprendo alla possibilità di...

  • Convergenza IT-OT: cogliere i benefici e mitigare i rischi

    Il coordinamento tra infrastrutture informatiche e tecnologia operativa diventa via via più profondo, per beneficiare appieno della trasformazione digitale. Però anche la salvaguardia della cybersecurity deve procedere di pari passo, attraverso la definizione e implementazione di team...

  • MTConnect, lo standard libero e aperto per i costruttori di macchine utensili

    MTConnect è un protocollo di comunicazione che consente di estrarre dati e informazioni da macchine a controllo numerico e apparecchiature di produzione. Di fatto è uno standard che consente a differenti dispositivi di fornire informazioni in un...

Scopri le novità scelte per te x