Nasce a MIND Milano Innovation District, la Federated Innovation

Pubblicato il 18 febbraio 2021

Con la firma dell’atto costitutivo nasce a MIND Milano Innovation District, la Federated Innovation: un nuovo modello che aggrega aziende private che, beneficiando dell’ecosistema di MIND, svilupperanno progetti di innovazione nel campo delle Life Sciences e City of the Future.

La Federated Innovation, promossa da Lendlease in qualità di responsabile della progettazione e dello sviluppo privato di MIND, con il contributo di Cariplo Factory come soggetto catalizzatore, riunisce già le prime 32 aziende eccellenti che collaboreranno in un ambiente virtuoso e collaborativo per accelerare la traduzione di idee in nuovi prodotti, processi e servizi che contribuiscano al rilancio economico del Paese.
Il modello, nel rispetto delle normative antitrust, intende andare oltre l’open innovation e l’innovazione proprietaria, e si basa su un framework legale unico che consentirà di raccogliere nuove idee, progetti e visioni, di svilupparle in maniera rapida e lineare con modalità operative e procedure predefinite, al fine di metterle a disposizione di tutti, agendo in questo modo da “sviluppatore dell’innovazione”.

Queste le 32 aziende che hanno dato vita a Federated Innovation: A2A, ABB, Accenture, AstraZeneca, Bracco, Cereal Docks, Cisco, Daikin, Enel X, E.ON Italia, Elettronica, Esselunga, Fabrick, Forte Secur Group, Lendlease, Life Sciences District, Maire Tecnimont, Mapei, Nippon Gases, Novartis, Podium, Poste Italiane, Promocoop Lombardia, Samsung SDS, Schneider Electric, Sicuritalia, Stevanato Group, Stora Enso, TIM, VSBLTY, WindTre, Wood Beton.
Le aziende saranno raggruppate all’interno di 11 aree tematiche: Greentech, Urban Digital Tech, Fintech, Agrifood Tech & Wellbeing, Retail Tech, Life Sciences & Health Care, Proptech & Smart Spaces, Security & Defense, Mobility and Logistics, Energy e Construction Tech.

Per Schneider Electric, che ha voluto aderire fin dall’inizio a questo innovativo modello di collaborazione tra pubblico e privato, la principale area tematica di interesse riguarda le tecnologie per il real estate (PropTech) e Smart Spaces: “Siamo pronti a contribuire alle opportunità che si offriranno di sperimentazione sul campo, test, progetti pilota, applicazioni di tecnologie innovative in queste aree, e in aree che presentino con esse sinergie.
Vogliamo essere protagonisti, insieme agli altri soci fondatori, nella creazione di un distretto che ha l’ambizione di essere catalizzatore delle opportunità di crescita socio-economica delle città del futuro, e vogliamo farlo partendo dalle singole cellule che compongono la città: gli edifici. Proporremo quindi un percorso di innovazione che declina la visione di Schneider Electric per gli edifici del futuro, articolata sui quattro pilastri della sostenibilità, della resilienza, dell’iper-efficienza (energetica, operativa) e della centralità della persona che occuperà spazi e ambienti sicuri e adatti alla nuova normalità” hanno affermato i responsabili dell’azienda.

Le aziende opereranno con i propri team di innovazione e ricerca all’interno della Federated Innovation che raccoglierà le eccellenze nazionali e internazionali tra grandi, piccole e medie imprese sviluppando idee cross-tech e favorendo la contaminazione tra i diversi player che avranno interesse a collaborare all’interno dell’area tematica di appartenenza. Le aziende appartenenti ad una stessa industry saranno così invitate a cooperare con i propri competitor nel pieno rispetto delle norme di concorrenza e con aziende meno dimensionate o in via di sviluppo – come startup – ma con un capitale umano di talento per avviare gli iter autorizzativi e le sperimentazioni nel distretto di MIND su un determinato progetto e per un determinato obiettivo.
Non meno importante, saranno favorite le progettualità congiunte tra aree tematiche diverse, al fine di moltiplicare le occasioni di sviluppo tecnologico e di accelerare i processi di innovazione volti ad accrescere il benessere degli individui e del pianeta.

Le aziende che diventeranno partner di Federated Innovation@MIND opereranno all’interno del distretto, destinando spazi come laboratori e uffici, promuovendo attività e sviluppando progetti nell’area, creando una vera e propria community di innovatori, anche grazie alla presenza di ricercatori, studenti e clinici dell’Università di Milano Statale, dell’IRCCS Galeazzi e della Fondazione Human Technopole.
Ogni progetto nato all’interno della Federated Innovation è chiamato a rispondere alle priorità e alle sfide strategiche articolate dalle aziende nell’Agenda dell’Innovazione del distretto. A una fase di sperimentazione segue successivamente una fase di “competizione”, che vedrà ogni azienda o gruppo di aziende sviluppare il progetto affinché venga selezionato e portato in MIND.

Il comunicato completo è disponibile qui.

 

 



Contenuti correlati

  • Nel metaverso, per un’industria più sostenibile

    Incentrato sul tema della sostenibilità, Schneider Electric ha tenuto online il suo Innovation Summit World Tour, dove ha illustrato le tecnologie e le soluzioni che è in grado di offrire al mondo della produzione. Le prime tappe...

  • Una partnership per l’ottimizzazione produttiva

    A Plovdiv, in Bulgaria, nel sito produttivo di Schneider Electric, Cognex ha sviluppato una soluzione di automazione dell’ispezione della produzione con le telecamere intelligenti In-Sight D900 dotate di tecnologia deep learning Leggi l’articolo

  • Italian Machine Vision Forum 2022: networking e innovazione

    Grande affluenza di pubblico a Italian Machine Vision Forum, il 18 novembre alla Fiera di Padova. L’evento itinerante, promosso da ANIE Automazione e organizzato da Messe Frankfurt Italia, ha fatto il punto sullo stato dell’arte dei sistemi di visione industriale....

  • Sistemi di tracciabilità e monitoraggio

    L’adozione di sistemi di tracciabilità e monitoraggio degli asset basati sulla tecnologia IoT consente alle aziende di ottenere i dati necessari per migliorare la gestione dei cicli produttivi complessi e delle apparecchiature di produzione Leggi l’articolo

  • Le tecnologie per la produzione flessibile del futuro

    Oggi possiamo adottare un nuovo approccio al trasporto dei prodotti nei processi produttivi grazie a sistemi multi carrier Leggi l’articolo

  • Industrial 5G: benefici e opportunità per il manifatturiero

    Parliamo dei vantaggi e delle opportunità che l’utilizzo delle reti 5G offre in ambito industriale grazie alla possibilità di gestire una notevole mole di dati velocemente e con tempi di latenza ridotti Leggi l’articolo

  • Federated Innovation @MIND: al via il progetto di guida autonoma nella logistica di ultimo miglio

    Droni terrestri in grado di garantire la mobilità delle merci e le necessarie operazioni di logistica, anche in termini di economia circolare e logistica condivisa, senza l’ausilio dell’autista. Va in questa direzione l’iniziativa d’innovazione organizzata dalle aree...

  • Tre chiavi per il futuro

    Innovazione, digitalizzazione e sostenibilità: queste le parole chiave della strategia di IMQ per il prossimo futuro, come ha sottolineato l’AD del gruppo, Antonella Scaglia Leggi l’articolo

  • Industrial 5G: benefici e opportunità per il manifatturiero – versione integrale

    Parliamo dei vantaggi e delle opportunità che l’utilizzo delle reti 5G offre in ambito industriale grazie alla possibilità di gestire una notevole mole di dati velocemente e con tempi di latenza ridotti Leggi l’articolo 

  • Il wireless nell’industria

    Raccolta dati da siti remoti e lungo la supply chain: accessori e dispositivi per reti wireless a uso industriale Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x