Frost & Sullivan: 100 nuovi modelli di veicoli elettrici ibridi plug-in entro il 2021

Pubblicato il 12 giugno 2017

Dal lancio imminente di 100 nuovi modelli, gli incentivi favorevoli e la conformità agli obiettivi fissati per le emissioni, fino alla capacità della batteria sufficiente a coprire distanze di guida quotidiana e alla disponibilità dei consumatori ad acquistare, i veicoli elettrici ibridi plug-in (PHEV) sono pronti per la crescita trasformazionale. Tuttavia, la dismissione degli incentivi per i veicoli elettrici, l’avvento dei veicoli elettrici con batteria di lunga durata, l’affermarsi dei veicoli ibridi leggeri a 48V e la complessità di avere due diverse tipologie di motore in un unico veicolo potrebbero ostacolare l’adozione dei veicoli PHEV.

Lo studio “Global Plug-in Hybrid Electric Vehicle Market, Forecast to 2025” di Frost & Sullivan ha rilevato che, secondo le stime, il mercato globale dei veicoli elettrici ibridi plug-in raggiungerà quota 3,7 milioni di unità entro il 2025, con 4,8 milioni di veicoli leggeri in uno scenario ottimistico e 2,9 milioni di veicoli leggeri in uno scenario conservativo.

“Le norme stringenti per le emissioni, che prevedono 95g CO2/km possono essere soddisfatte soltanto dalla tecnologia PHEV, mentre la tecnologia dei veicoli puramente elettrici a batteria si evolve per superare le attuali limitazioni. I veicoli elettrici ibridi plug-in hanno un mercato migliore di quello dei veicoli elettrici a batteria, a causa dell’incertezza relativa all’infrastruttura di carica”, afferma Pooja Bethi, analista di Frost & Sullivan. “A causa della loro capacità di fornire motori a combustione interna e dei vantaggi dei veicoli elettrici, il mercato dei veicoli PHEV è destinato a una domanda e una crescita elevata.”

Le piattaforme dedicate per i veicoli elettrici, come MQB di Volkswagen, EVA di Mercedes-Benz e FSAR di BMW sono importanti fattori di traino che alimentano la crescita dei veicoli PHEV. I modelli ad alte prestazioni come Maserati Levante, Bentley Bentayga e BMW M3 avranno una versione PHEV entro il 2025. Le case automobilistiche di tutto il mondo, guidate dall’Europa, avranno una forte strategia PHEV per soddisfare i cambiamenti normativi e i requisiti di conformità. Si prevede che il gruppo Volkswagen produrrà circa 470.000 unità entro il 2025. Cina e Europa probabilmente saranno in testa nel mercato, con il 39.8% e il 30.6% del mercato globale dei veicoli PHEV, rispettivamente. Entro il 2025, il segmento PHEV C-Compact sarà quello più rilevante, con oltre 35 nuovi lanci, seguito da quello dei SUV. Le ultime innovazioni nell’ambito delle batterie potrebbero assistere ad una più ampia applicazione. Una catena di approvvigionamento fortemente sviluppata giocherà un ruolo cruciale nel minimizzare l’impatto dei costi sui veicoli elettrici.

“I miglioramenti nella chimica e nella densità di energia delle batterie darà slancio alla gamma puramente elettrica dei veicoli PHEV, mentre le stazioni a carica rapida (“fast charge”) aiuteranno a ridurre drasticamente i tempi di ricarica”, osserva Bethi.



Contenuti correlati

  • Da qui al 2030: i 4 trend futuri secondo Roland Berger

    Fondata nel 1967 in Germania, Roland Berger conta oggi 50 uffici in 34 Paesi con più di 2.400 consulenti e circa 220 partner. Sono più di 1.000 i clienti internazionali presenti in tutti i principali mercati. Il...

  • Auto elettriche: vendite in aumento secondo Avvenia

    Perderanno valore petrolio, platino e palladio, si rivaluteranno invece cobalto e litio: a metterlo in evidenza, analizzando l’andamento del mercato delle auto elettriche, è Avvenia, uno dei maggiori player italiani nell’ambito dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale....

  • La metà delle aziende europee utilizza già tecnologie di machine learning

    Il machine learning è finalmente arrivato nelle aziende e contribuisce attivamente al lavoro di ogni giorno. È quello che emerge dall’ultima ricerca ServiceNow, il system of action enterprise che permette alle aziende di lavorare alla velocità della luce....

  • Tech Boys and Girls

    La dottoressa Simona Boninelli, classe 1973, laureata in fisica all’Università degli Studi di Catania, è una ricercatrice del CNR. È strano, ma confrontandomi con i ricercatori che hanno deciso di lavorare qui in Italia, non mi aspettavo...

  • SAVE 2017, tutto pronto a Verona per incontrare IoT e Industria 4.0

    Ancora pochi giorni e si alzerà il sipario sull’undicesima edizione di SAVE, mostra convegno dedicata alle Soluzioni e Applicazioni Verticali di Automazione, Strumentazione, Sensori. L’evento si terrà a Veronafiere il 18 e 19 ottobre 2017. SAVE tornerà con...

  • Tech Boys and Girls

    La professoressa Isodiana Crupi è di origine calabrese, ma a 18 anni, alla fine del liceo classico, lascia il suo paese d’origine per iscriversi a Ingegneria Elettronica all’Università di Messina… Leggi l’articolo

  • Droni e agricoltura: sinergia per la crescita

    I droni sono stati tra i protagonisti dell’iniziativa dedicata alle macchine agricole e ai sistemi per l’agricoltura di precisione alla prima edizione di Eima Show, manifestazione dimostrativa di macchine e tecnologie per l’agricoltura, che si è svolta...

  • Tech Boys and Girls

    Sarà la familiarità con la ‘nostra’ terra di Sicilia, oppure il feeling che oramai ho stabilito con i giovani ricercatori italiani, ma l’incontro in videochiamata con la dottoressa Ilenia Tinnirello mi ha riempito di gioia oltre che...

  • Xylem apre un Innovation Center per sviluppare le tecnologie idriche del futuro

    Xylem inaugura un centro di innovazione altamente tecnologico dedicato allo sviluppo delle future tecnologie di pompaggio per i settori dell’edilizia residenziale e commerciale. Xylem Innovation Center (XIC) sorge a Montecchio Maggiore, Vicenza, ed è stato progettato specificatamente...

  • Menowatt Ge, illuminazione pubblica sostenibile per i piccoli comuni

    Illuminazione pubblica intelligente, risparmio energetico, telecontrollo dei consumi idrici per contrastare gli sprechi. Le buone pratiche di sostenibilità ambientale sono state protagoniste indiscusse a “Voler Bene all’Italia” con Menowatt Ge, azienda attiva nel settore della green economy...

Scopri le novità scelte per te x