Whitepaper Eaton: progettare un’interazione uomo-macchina orientata all’utente

Il whitepaper di Eaton è pensato per supportare i progettisti nello studio e nello sviluppo di concetti operativi orientati all’utente in ambiente industriale

Pubblicato il 4 settembre 2017

Controllare gli ambienti di produzione sta diventando sempre più complesso. Macchine con interfacce non intuitive allungano i tempi di apprendimento per gli utilizzatori e rallentano i processi, con un conseguente incremento dei costi correlati. Sia le nuove leve, sia i lavoratori più esperti si trovano ad affrontare le difficoltà create dai design dei sistemi di comando e controllo attuali, ricercando sempre più soluzioni di interazione più intuitive e che possano sostenere la crescita aziendale.

Per fare luce su questo tema, Eaton, azienda attiva nella fornitura di soluzioni all’avanguardia studiate per aiutare i clienti a gestire in maniera efficace l’energia elettrica, idraulica e meccanica, ha pubblicato un whitepaper dal titolo ‘Progettare e sviluppare sistemi di controllo che soddisfino le reali esigenze degli utilizzatori’. Gli autori, Simon Sittig, Christian Brecher e Markus Obdenbusch del laboratorio macchine utensili WZL presso il politecnico RWTH di Aquisgrana, nel documento prendono in esame i punti di forza e di debolezza dei sistemi operativi attualmente in uso e tracciano linee guida e consigli utili per uno sviluppo moderno e orientato all’utente. Numerosi anche gli aspetti pratici trattati dagli autori nel documento al fine di supportare concretamente i professionisti convolti nello sviluppo di prodotto. Per esempio, se la struttura di un menu è pensata per distribuire le informazioni in numerose finestre di dialogo, questo non farà che rallentare i tempi di esecuzione. Diversamente, l’approccio descritto nel whitepaper consiglia di attuare un ridimensionamento delle informazioni visualizzate in base all’attività svolta dall’utilizzatore, assegnando un profilo a ogni tipo di lavoro e mostrando, in questo modo, solo le informazioni rilevanti per un certo profilo.

È l’uomo a interagire con la macchina pertanto i fattori più importanti da tenere in considerazione nella progettazione di questi dispositivi sono, senza dubbio, il profilo dell’utente e la facilità d’uso. Uno degli elementi chiave individuati dagli autori del whitepaper risiede proprio nella semplicità di accesso alle informazioni, in quanto la propensione all’utilizzo di un sistema cresce proporzionalmente alla facilità di rintracciare e personalizzare una funzione.

Ci sono, poi, aspetti inerenti la progettazione e il comfort dell’utente, come i display touchscreen utilizzabili indossando i guanti, che costituiscono ulteriori fattori cruciali per il raggiungimento di un alto livello di accettazione da parte degli utilizzatori.
Questo whitepaper sottolinea l’importanza di progettare sistemi in grado di fornire risposte pratiche alle esigenze degli utenti in termini di accesso alle informazioni e della loro gestione.

Il software Galileo di Eaton si concentra proprio nella soluzione di queste problematiche, permettendo di sviluppare interfacce utente nuove e intuitive. Il sistema offre, infatti, un’ampia gamma di grafici e funzioni pronte all’uso oltre a template per la gestione degli utenti. Ciò è realizzabile anche sfruttando i dispositivi mobili: tablet e smartwatch vengono già ampiamente utilizzati in ambienti industriale. Ne sono un esempio gli smartwatch impiegati per segnalare allarmi ai dipendenti.

Lo sviluppo di Industria 4.0 non farà che incrementare questa esigenza in quanto in un ecosistema dove tutto è connesso sarà fondamentale comunicare e rendere le informazioni accessibili e complete. Inoltre, l’infrastruttura cloud rende possibile integrare questo scenario fornendo l’accesso a fornitori esterni negli opportuni processi. In questo caso è fondamentale concentrarsi su alti livelli di integrazione dei dati e su interfacce e protocolli per il trasferimento dei dati di tipo standard.

Per scaricare gratuitamente il whitepaper visitare il sito: Eaton.com/it/HMI.



Contenuti correlati

  • PTC acquisisce ServiceMax, nota nel campo delle soluzioni SaaS di Field Service Management

    PTC ha annunciato di aver firmato un accordo definitivo per l’acquisizione di ServiceMax per circa 1,46 miliardi di dollari in contanti, esente da debiti e cassa, da una società controllata a maggioranza da Silver Lake. ServiceMax è...

  • Gli alleati dell’Industria 4.0

    Industria 4.0 si alimenta di dati che, analizzati, permettono di ottimizzare i processi e migliorare i profitti. Da qui la centralità dei sensori IIoT, del loro monitoraggio e di uno scambio dati sicuro tramite standard come OPC...

  • Designing For Manufacture: alcuni concetti base

    Vediamo quali sono le fasi del processo di DFM e quali tool possono essere utilizzati in fase di implementazione Leggi l’articolo

  • Red Hat e Intel collaborano per promuovere l’innovazione edge per i sistemi Industry 4.0

    Oggi le imprese raccolgono volumi crescenti di dati dalle fonti più svariate: macchine, dispositivi IoT, sensori, solo per citarne alcuni. Perché questi dati vengano trattati in maniera efficace e portino alla definizione di operazioni aziendali intelligenti, è...

  • Packaging 4.0 ready

    Il cuore di Industria 4.0 è la connettività. Sfruttando i gateway/router Ewon Cosy 131 e Flexy 205, le macchine di Cama Group sono in grado di assicurare evidenti benefici all’utilizzatore finale, oltre che al costruttore Leggi l’articolo

  • Tutto sotto controllo con una app

    Rexroth e Techmass hanno unito le forze per mostrare come sia possibile integrare impianti produttivi e sistemi gestionali in un’ottica di Industria 4.0 Leggi l’articolo

  • Un software di progettazione ‘chiavi in mano’

    Per progettare gli impianti elettrici dei propri macchinari, l’azienda torinese Icre Automazione ha puntato sulle soluzioni CAD di SDProget Industrial Software Leggi l’articolo

  • IGE+XAO nell’Industria 4.0

    Come è possibile agevolare, velocizzare e ottimizzare tutti i processi del ciclo di vita dei prodotti elettrici dall’offerta, alla progettazione, alla produzione e al collaudo? Ecco la risposta di IGE+XAO Leggi l’articolo

  • Digitale: pronti ad accelerare?

    La crescita in Italia del mercato del digitale, dopo una forte impennata nel 2021, vive un momentaneo rallentamento dovuto alle incertezze del quadro macro-economico. Tuttavia, le stime a medio termine indicano una fortissima accelerazione della trasformazione digitale,...

  • TNC7 Heidenhain: nuove funzioni e maggiore comfort di utilizzo per la produzione orientata all’officina

    Con il nuovo livello di controllo numerico TNC7 Heidenhain, utilizzatori e costruttori di macchine utensili sperimentano possibilità completamente nuove per la programmazione e l’impiego delle loro macchine utensili. L’utilizzo è intuitivo, task-oriented e personalizzabile grazie a molte...

Scopri le novità scelte per te x