weFlux2micro: il piccolo sensore di wenglor per grandi prestazioni

wenglor presenta l’innovativo sensore di pressione nella custodia miniaturizzata con un diametro di 14 mm e un piccolo raccordo filettato M5

Pubblicato il 15 luglio 2021

Spazi di installazione sacrificati e strutture molto compatte rappresentano una grande sfida per chi deve implementare applicazioni in cui è necessario misurare la pressione di liquidi e gas. Sfida, questa, vinta dal team di ricerca e sviluppo di wenglor sensoric, azienda tedesca che sviluppa e produce sensori intelligenti, dispositivi di sicurezza e sistemi avanzati di elaborazione di immagini, che recentemente ha presentato i nuovi e rivoluzionari sensori di pressione weFlux2micro. Grazie a un diametro di soli 14 mm, l’innovativo sensore consente, per la prima volta, di effettuare misurazioni in punti finora inaccessibili, come ad esempio nei sistemi di serraggio idraulici, nei sistemi di lubrificazione di cuscinetti a sfera o nelle stampanti 3D compatte.

Nonostante le piccole dimensioni, il nuovo weFlux2micro è caratterizzato da prestazioni di tutto rilievo, essendo in grado di rilevare pressioni di liquidi e gas in un range compreso tra -1 e +25 bar.

Sono diversi i fattori che contribuiscono a rendere weFlux²micro un sensore così compatto, addirittura più piccolo di alcune batterie alcaline oggi in commercio: non solo il diametro (14 mm), ma anche la connessione al processo, una filettatura M5 che consente di contenere gli ingombri. Il weFlux2micro ha un’altezza di soli 22 mm, in modo da adattarsi perfettamente all’interno di impianti in cui gli spazi sono quasi inaccessibili. Con soli 13 g di peso, il sensore può essere montato su bracci robotici e parti di impianto in movimento. Tutto questo senza, di contro, sacrificare le prestazioni.

“Tecnici e ingegneri di processo riscontrano spesso la necessità di monitorare la pressione in punti d’impianto difficilmente accessibili. Oggi esiste un sensore ad alte prestazioni in grado di risolvere queste problematiche”, afferma Elio Bolsi, general manager di wenglor sensoric italiana. “weFlux²micro colma questa lacuna: è piccolo, leggero e performante al tempo stesso”.

 

Una custodia robusta per prestazioni elevate

Con un tempo di risposta inferiore al millisecondo e una precisione < 0,5%, il sensore è estremamente veloce e affidabile. La robusta custodia in acciaio inox V4A è ideale per i settori industriali più esigenti e, insieme all’elevato grado di protezione (IP68), rende il sensore resistente a detergenti aggressivi e altri agenti chimici. Dotato di uscite analogiche 4 – 20 mA, weFlux²micro può essere integrato in modo molto semplice nei sistemi esistenti. La pressatura del cavo a segmenti ad accoppiamento geometrico garantisce una protezione aggiuntiva contro i carichi meccanici di trazione e torsione.

 

Nuovi campi di applicazione e installazione grazie alle ridotte dimensioni 

Il formato miniaturizzato di weFlux²micro lo rende la soluzione ideale per il monitoraggio della pressione all’interno dei cilindri nei sistemi di serraggio idraulici o pneumatici. Ci sono applicazioni in cui tutte le variazioni di pressione devono essere rilevate con grande precisione, come ad esempio accade in ambito di macchine utensili, dove è necessario assicurare il massimo dell’affidabilità e della precisione facendo però i conti con spazi molto angusti, a volte quasi inaccessibili, che invece ora possono essere sfruttati in modo ergonomico dal nuovo weFlux²micro.

Il vantaggio di poter disporre di un sensore affidabile in dimensioni molto ridotte lo si riscontra anche nei sistemi di lubrificazione per cuscinetti a sfera, ingranaggi, catene o guide lineari. Qui il sensore fornisce valori per il controllo corretto della quantità di lubrificante da erogare. E anche nei sistemi chiusi, come le stampanti 3D o gli impianti di saldatura e fresatura, il piccolo sensore weFlux²micro consente di monitorare con precisione i dispositivi di aspirazione o le camere a depressione.

 

Le caratteristiche principali 

  • Diametro: 14 mm
  • Peso: 13 g
  • Intervallo di pressione misurabile: da –1 a +25 bar
  • Connessione al processo con filettatura M5
  • Grado di protezione IP68 grazie alla custodia in acciaio inox V4A
  • Tempo di risposta <1 ms
  • Precisione ≤0,5 %
  • Segnale di uscita analogico 4 – 20 mA
  • Pressatura del cavo a segmenti ad accoppiamento geometrico



Contenuti correlati

  • Per l’innovativa MicroRobot 50, Romaco Macofar sceglie i sensori wenglor

    Le soluzioni di wenglor sensoric group sono state scelte da Romaco, multinazionale specializzata in macchine e sistemi per il processo e il confezionamento di prodotti e specialità farmaceutiche, per una delle ultime e più innovative macchine realizzate...

  • Sonda di pressione industriale KS-I con interfaccia IO-Link da Gefran

    Gefran amplia la propria gamma di soluzioni dedicate all’Industry 4.0, presentando la nuova sonda di pressione industriale KS-I, dotata di interfaccia IO-Link 1.1 e funzioni evolute di diagnostica. I trasduttori della famiglia KS, grazie all’elemento sensibile realizzato...

  • Arrow Dani edge
    Edge Computing al servizio delle persone con mobilità limitata con Arrow

    Arrow Electronics ha presentato il nuovo progetto Data Analytics & Network Innovation, noto anche come “Progetto Dani“, che contribuisce a migliorare la vita delle persone che utilizzano la sedia a rotelle e di coloro con mobilità limitata....

  • A SPS Italia 2022, la sostenibilità ambientale di Wenglor

    Parliamo di ESG, ovvero di aspetti ambientali, sociali e di governance aziendale. Oggi più che mai, infatti, l’attenzione del pubblico è catalizzata dai temi della sostenibilità, dell’inclusione sociale e dell’etica aziendale. L’automazione in questo scenario può fare molto, sia...

  • Pilz festeggia un anno record e guarda con fiducia al 2022

    Che il tema della sicurezza sia questione di DNA in Pilz lo si capisce subito, così come si percepisce quello spirito di famiglia, di comunità, che da sempre la contraddistingue nonostante una presenza ormai globale. Ancora azienda a...

  • Soluzioni Gefran per il controllo del processo di sterilizzazione degli alimenti in scatola

    Nell’automazione di processo del settore agroalimentare e, in particolar modo, nella sterilizzazione degli alimenti in scatola, il controllo accurato di temperatura e pressione delle autoclavi è un requisito indispensabile per soddisfare gli standard di conformità alimentare. Al...

  • Gefran a SPS presenta la digitalizzazione pervasiva e sostenibile

    Gefran partecipa alla decima edizione di SPS Italia, appuntamento dedicato alle tecnologie al servizio della trasformazione digitale, che torna in presenza dal 24 al 26 maggio (Padiglione 3, Stand F007). I visitatori saranno accolti in uno stand...

  • È trasparente ma…

    I sensori per oggetti trasparenti, con tecnologia UV brevettata, rilevano la presenza di fogli di plastica trasparente durante la termoformatura Leggi l’articolo

  • Cobot, più sicurezza nella collaborazione uomo-macchina

    Le innovazioni in sensori, intelligenza artificiale, machine learning migliorano la consapevolezza situazionale dei robot, consentendo loro di operare in prossimità degli operatori, senza necessità di recinzioni. Leggi l’articolo

  • Nuova serie 36 di sensori di Leuze

    La nuova serie 36 di sensori di Leuze è in grado di rilevare oggetti anche ad elevate distanze. I produttori e gli utenti di sistemi altamente automatizzati traggono vantaggio dal costo e dal design di questi prodotti. Il...

Scopri le novità scelte per te x