Vodafone: a settembre copertura NB-IoT completata

Pubblicato il 6 aprile 2018

Vodafone Italia accelera sull’implementazione della tecnologia Narrowband-IoT (Narrowband  Internet of Things) e annuncia la copertura del 100% dei propri siti 4G entro settembre 2018, per creare una rete in grado di connettere qualsiasi tipologia di oggetto, dalle biciclette ai container, fino ai contatori dell’acqua.

L’Internet delle cose – insieme alla rete 5G che ne supporterà lo sviluppo – rappresentano il prossimo capitolo della trasformazione del paese, di cui l’azienda è protagonista, anche attraverso la sperimentazione 5G che sta guidando a Milano.

La copertura nazionale attraverso la tecnologia Narrowband-IoT renderà possibili nuove applicazioni nei campi del monitoraggio ambientale e strutturale, dell’agricoltura di precisione, delle smart cities e delle smart utilities. Ad esempio sarà possibile connettere e monitorare contatori per l’efficienza dei sistemi idrici, cassonetti dell’immondizia intelligenti e parcheggi.

Investimenti nel futuro: oltre 3 miliardi e mezzo di oggetti connessi con l’IoT
Vodafone oggi connette circa 62 milioni di oggetti nel mondo, e 7,5 in Italia, dati in costante aumento grazie alla rapida espansione della tecnologia IoT in tutti i mercati e che incrementeranno ulteriormente con la diffusione del NB-IoT in tutto il territorio. Attraverso questa tecnologia, infatti, sarà potenzialmente possibile connettere più di 3 miliardi e mezzo di dispositivi. Una cifra che è oltre trenta volte superiore al numero di SIM attive attualmente in Italia.

Un basso consumo energetico e una maggiore capacità di copertura: i benefici del NB-IoT
Il NB-IoT è uno standard di trasmissione dati su reti cellulari che integra le caratteristiche di una rete Low Power Wide Area (LPWA), con quelle delle reti cellulari su banda licenziata LTE 2G, 3G e 4G, consentendo:

– un basso consumo energetico con durata delle batterie oltre a 10 anni;
– la copertura di aree remote, rurali e sotterranee attraverso l’adozione di tecniche che migliorano la propagazione del segnale radioelettrico, fino a +20dB.

Il minor consumo energetico è reso possibile dai sensori intelligenti NB-IoT che utilizzano la modalità “a riposo”, limitando il consumo di energia solo quando ci sono dei pacchetti dati da inviare, e ottimizzando tutti quei processi, pre e post invio dei dati, che richiedono più tempo ed energia. Questo è il motivo per cui le batterie dei sensori durano fino a dieci anni e non è necessaria alcuna fonte di alimentazione esterna.

In questo modo, grazie a una lunga durata della batteria, e a una maggiore capacità di copertura, questa tecnologia permette già oggi di far comunicare tra loro oggetti che prima d’ora non potevano essere connessi, sviluppando così le potenzialità della tecnologia IoT in svariati mercati.

Casi di successo e progetti di sviluppo
Tra i primi progetti di Vodafone nel campo del NB-IoT, quello con Arduino per la realizzazione di soluzioni commerciali congiunte basate sulla tecnologia hardware di Arduino e la connettività di Vodafone.

Da settembre, inoltre, l’azienda ha aperto a Milano un laboratorio che, in ottica di open innovation e co-creazione, permette ad aziende e pubblica amministrazione di testare le potenzialità del NB-IoT, e di provare le proprie applicazioni prima del lancio commerciale, in un ambiente sicuro e in grado di replicare esattamente le prestazioni della tecnologia di rete.



Contenuti correlati

  • HEAD acoustics si affida a CMX500 di Rohde & Schwarz per il test delle reti 5G NR

    HEAD acoustics ha scelto di affidarsi alla soluzione di test 5G di Rohde & Schwarz, esperta in analisi sui servizi audio e vocali, per la verifica dei servizi vocali e audio supportati dai dispositivi mobili 5G. Il tester one-box...

  • Affrontare il futuro con l’agritech

    Quando si parla di connettività, tecnologie IoT e 5G, ma anche digitalizzazione e blockchain, si pensa all’industria di nuova generazione. Tuttavia, le nuove tecnologie hanno già fatto il loro ingresso anche nel settore agricolo Leggi l’articolo

  • Verso la ‘Gigabit society’

    La strategia italiana per la banda ultra-larga, chiamata ‘verso la Gigabit society’, definisce le azioni necessarie al raggiungimento degli obiettivi di trasformazione digitale, nel solco delle indicazioni europee in cui visione, obiettivi e modalità sono espressi per...

  • Vodafone collabora con IBM nello sviluppo della tecnologia Quantum Computing

    Il Gruppo Vodafone ha annunciato una collaborazione con IBM sul Quantum Computing, in particolare per la sicurezza informatica quantistica e per lo sviluppo di potenziali casi d’uso quantistici nelle telecomunicazioni. Il Gruppo Vodafone ha annunciato una collaborazione...

  • Red Hat e Intel collaborano per promuovere l’innovazione edge per i sistemi Industry 4.0

    Oggi le imprese raccolgono volumi crescenti di dati dalle fonti più svariate: macchine, dispositivi IoT, sensori, solo per citarne alcuni. Perché questi dati vengano trattati in maniera efficace e portino alla definizione di operazioni aziendali intelligenti, è...

  • Diagnostica in 5G

    Un servizio di diagnostica da remoto, in 5G, per rilevare le anomalie dei carrelli elevatori, dei veicoli per la movimentazione nell’intralogistica e dei macchinari industriali: è la proposta presentata da Ubiquicom per il bando ‘Action for 5G’...

  • Rohde & Schwarz TSME6
    Superfici intelligenti riconfigurabili e 6G, il contributo di Rohde & Schwarz

    Per sfruttare ulteriormente l’enorme potenziale delle reti 5G, l’industria delle comunicazioni wireless ha continuato a sviluppare gli standard tecnologici fino ad arrivare alla nuova versione chiamata Release 16, ma lo sviluppo continua. Infatti, la tecnologia non si...

  • Le tecnologie digitali strategiche per la produttività e la sostenibilità degli agricoltori

    Una nuova ricerca indipendente “Gli agricoltori e la digitalizzazione”, commissionata dal Gruppo Vodafone e condotta da Savanta ComRes ha rivelato che gli agricoltori hanno urgente bisogno del sostegno del governo per incrementare l’uso di strumenti digitali, alla...

  • MAS Elettronica Agritech
    Agritech, obiettivo connettività e blockchain per un uso ottimizzato delle risorse

    Solitamente, quando si parla di connettività, tecnologie IoT e 5G, ma anche digitalizzazione e blockchain si tende ad associare questi argomenti all’industria di nuova generazione, in particolar modo a settori come l’automotive, il farmaceutico e il manifatturiero....

  • Oltre il 5G, le promesse del 6G

    Mentre le reti 5G commerciali si diffondono a macchia d’olio, la comunità scientifica ha cominciato a esplorare le possibili soluzioni tecnologiche per realizzare le prossime reti 6G del futuro. Vediamo cosa potremmo aspettarci Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x