Uno studio per mappare le competenze meccatroniche in Italia

Pubblicato il 17 dicembre 2015

In occasione della presentazione dei progetti che caratterizzeranno la nuova edizione di SPS IPC Drives Italia – la fiera dell’automazione industriale in programma a Parma dal 24 al 26 maggio 2016 – è stato presentato l’Osservatorio Meccatronica – Automazione industriale avviato dal Politecnico di Milano. Il progetto ‘Mappatura delle competenze meccatroniche in Italia’ è curato dal Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano, in collaborazione con Messe Frankfurt Italia e ANIE Automazione.

“Si tratta di un progetto ambizioso” – dichiara Giambattista Gruosso, professore del Politecnico di Milano e curatore della ricerca – “che punta ad investigare la capacità di innovazione di un particolare comparto del manifatturiero italiano: quello dell’industria meccanica e dell’automazione. Nell’ottica europea di rilancio del settore manifatturiero basato sui concetti di Smart Factory e Industria 4.0, risultano di fondamentale importanza per le aziende aspetti quali l’innovazione di processo e di prodotto, la computerizzazione, l’uso di tecnologie abilitanti, dell’elettronica e dell’IT, l’automazione dei processi. Obiettivo dello studio è dunque quello di capire qual è lo stato del comparto e quindi creare sinergie tra il mondo della formazione e i rappresentanti dell’automazione per trovare il modo più efficiente di mettere in pratica quei concetti conosciuti ma forse ancora sottostimati di automazione e Industria 4.0.”

Lo studio coinvolge le province di Brescia, Verona e Mantova, con un campione di più di 570 aziende, consultate tramite un questionario on line e approfondimenti diretti con interviste per case histories di particolare interesse. Dall’analisi dei bilanci emerge che quasi l’80% delle aziende del campione sono profittevoli ed è particolarmente interessante il risultato relativo al livello di conoscenza e percezione delle aziende intervistate in ottica Smart factory. Lo studio evidenzia che la maggior parte manifesta esigenze che sono direttamente correlate ai benefici che porterebbe un passaggio alle tecnologie di Industria 4.0, ma vi è ancora una conoscenza piuttosto limitata delle potenzialità di questa transizione verso la fabbrica digitalizzata. Circa l’80% delle aziende ha dichiarato di essere a conoscenza delle rivoluzioni in atto nel manifatturiero, il 60% tuttavia ammette che non si sta muovendo per attuare le trasformazioni verso l’industria 4.0 (il 13% si sta muovendo in maniera media e il 14% è fortemente orientata in quella direzione). Analogo discorso per i fabbisogni in termini di personale qualificato e risorse informatiche. Solo il 16% del campione ha già a disposizione il personale necessario per la trasformazione verso l’industria 4.0 e il 13% le risorse IT. A dimostrazione che il lavoro da fare è ancora molto.

È analizzando questi dati che emerge la necessità di una sempre più serrata collaborazione su più livelli tra il mondo produttivo e il mondo della formazione per riuscire ad anticipare le richieste del mercato e preparare per tempo i professionisti di domani. Per accelerare questa trasformazione verso la digitalizzazione dei processi produttivi serve un deciso cambio di passo. Bisogna fare un grande sforzo in termini di educazione della nostra base industriale tenendo conto della costituzione del nostro comparto manifatturiero che vede una grande presenza di PMI. Il percorso verso una versione italiana di Industria 4.0 è complesso ma i benefici sarebbero importanti per tutti.



Contenuti correlati

  • Forum Meccatronica 2021

    Per supportare il rilancio del sistema economico-produttivo è indispensabile puntare su modelli sicuri di produzione e consumo improntati alla flessibilità, alla digitalizzazione e alla sostenibilità ambientale in coerenza con il quadro strategico che si va componendo a...

  • Da “meccanica” a “meccatronica”, e il fatturato ‘vola’

    Investimenti in trasformazione e crescita aziendale, risorse umane e macchinari. È questa la chiave del successo di P.P. Inox, storica azienda meccatronica specializzata nella lavorazione dell’inox. Chiara Cormanni e il padre Claudio, fondatore dell’azienda che nel 2020...

  • Osservatorio dell’Automazione 2021: tutte le premesse per il rilancio

    Raggruppando aziende del settore manifatturiero per complessivi 84 miliardi di euro di fatturato, il 5% del PIL italiano, con un investimento pari al 4% in R&S, Anie Automazione rappresenta una notevole ‘fetta’ del mondo produttivo italiano. Nato...

  • Formazione tecnica superiore: Mitsubishi Electric collabora con ITS Prime

    È in corso un profondo cambiamento del tessuto occupazionale italiano, contrassegnato da un fabbisogno sempre più elevato di profili con competenze tecniche specializzate, necessari alle aziende per promuovere i processi di innovazione in corso. In questo contesto...

  • Uno strumento versatile per studiare la meccatronica

    Per il test e lo studio di sistemi elettronici, Yokogawa ha introdotto un oscilloscopio di nuova generazione a segnali misti con l’opzione per quattro od otto canali analogici. Connettendo due strumenti, diventa possibile farli lavorare insieme, ottenendo...

  • CSC Bearing e Mondial: una collaborazione duratura

    In linea con il principio della ‘soddisfazione del cliente attraverso la qualità’, Mondial ha concluso un accordo di partnership con il produttore di cuscinetti super precisi CSC Bearing. le società intendono mantenere ed espandere la cooperazione, poiché l’attenzione al...

  • Mondial: sempre uno sguardo al futuro

    Il Gruppo Mondial, una delle più importanti realtà italiane nel settore delle trasmissioni di potenza, oggi sempre più volto a fornire soluzioni di meccatronica per applicazioni innovative, ha acquisito il controllo di Smart Factory, start-up innovativa italiana altamente specializzata...

  • NiRoTech Owl smart production Hong Kong
    La smart production a Hong Kong grazie ad un imprenditore italiano

    La NiRoTech di Roberto Leone firma la nuova linea Owl per prodotti hi-tech. I suoi robot combinano intelligenza artificiale, controllo, visione a 360°, flessibilità e agilità di movimento, Internet of Things, interfaccia uomo-macchina, raccolta dati real time...

  • Simulazione: mondi virtuali per imprese reali

    La conseguente crescente disponibilità di dati a tutti i livelli del processo produttivo apre nuove prospettive anche per la simulazione. L’evoluzione tecnologica con sistemi intelligenti sta portando alla costruzione di modelli di simulazione completi e versatili che...

  • Forum Telecontrollo 2021: presentato il nuovo Libro Bianco sul tema

    L’appuntamento digitale “Telecontrollo: evoluzione smart per rispondere alle sfide del mercato” promosso dal Gruppo Telecontrollo, Digitalizzazione Reti e Applicazioni Distribuite di Anie Automazione in collaborazione con Messe Frankfurt Italia, ha fatto il punto su opportunità, tecnologie e...

Scopri le novità scelte per te x