Una collaborazione all’insegna della ricerca e della formazione scientifica

Pubblicato il 3 settembre 2019

È stato siglato in data 2 agosto l’accordo quadro di collaborazione scientifica tra Camozzi Group – realtà internazionale operante in diversi settori industriali, dall’automazione industriale alle macchine utensili, dalle macchine tessili alla lavorazione delle materie prime – ed il Politecnico di Milano, con la firma del Prof. Ferruccio Resta, Rettore del prestigioso Ateneo e Lodovico Camozzi, Presidente del gruppo.

Un’intesa all’insegna dell’innovazione tecnologica nata dalla volontà, di entrambe le realtà, di unire le proprie specifiche risorse e competenze per sviluppare iniziative congiunte di ricerca e formazione scientifica. Una sinergia volta a cogliere le opportunità e le nuove sfide che la digitalizzazione industriale e la nuova robotica collaborativa impongono alla produzione di componentistica, di cui il Gruppo Camozzi è tra i principali leader in Italia e nel mondo. Tra i principali obiettivi, infatti, vi è la realizzazione di soluzioni smart, dalle prestazioni funzionali inedite ed in grado di dialogare con innovativi sistemi di gestione dei processi produttivi.

 Nello specifico, l’accordo si articola lungo tre direttrici:

  • Massimizzazione dell’impiego della robotica collaborativa all’interno delle linee di produzione di Camozzi: dalla fase di assemblaggio dei componenti fino alla comunicazione con il MES aziendale per l’ottimizzazione dei layout e dei job scheduling. Particolare attenzione sarà rivolta ai processi di pianificazione intelligente dei task e di analisi e monitoraggio attraverso l’utilizzo di dispositivi di percezione delle azioni di robot ed operatori;
  • Sviluppo di componentistica, sensoristica e software di ultima generazione in ottica Industry 4.0;
  • Studio e caratterizzazione del processo di additive manufacturing.

Le competenze e le attività del Politecnico si aggiungeranno a quelle già in essere al Centro Ricerche Camozzi di Milano in Via Rubattino, un’infrastruttura completamente nuova, che valorizza, con questa vocazione, i 30.000 metri 2 di spazi industriali dedicati e i 3.600 metri 2 di uffici e laboratori della storica Innse Milano.

Gli studenti e i ricercatori del Politecnico di Milano avranno la possibilità di usufruire di un nuovo laboratorio all’avanguardia per sviluppare studi e ricerche correlate agli ambiti strategici della collaborazione ma anche per ampliare gli orizzonti scientifici su tali temi di ricerca.



Contenuti correlati

  • Arena, PTC Business, offre sistemi cloud based ospitati in Europa
    Boom del mercato dei servizi di cloud computing

    Negli ultimi anni molte aziende hanno intrapreso un percorso di trasformazione digitale, che la pandemia ha fortemente accelerato a causa dell’impennata della domanda di servizi digitali. Proprio per questo motivo, l’Italia ha deciso di destinare circa il...

  • Deep learning per l'analisi delle immagini con software VisionPro Cognex
    Deep learning per l’analisi delle immagini con software VisionPro Cognex

    Cognex porta alla ribalta il software VisionPro Deep Learning, che offre analisi delle immagini basato sul deep learning e progettato per l’automazione industriale. VisionPro Deep Learning di Cognex riduce la barriera d’ingresso per gli utenti grazie a un’interfaccia...

  • 10 anni di crescita per Automation24

    Lo shop online specializzato in automazione industriale celebra il suo decimo anniversario e continua il suo percorso di crescita siglando nuove partnership che allargano il suo orizzonte alla strumentazione di processo e ai prodotti per la sicurezza...

  • L’approccio ‘Kaizen’ allo smart manufacturing

    Con cent’anni di esperienza nell’automazione industriale, Mitsubishi Electric mette a disposizione il proprio know-how e un vasto portafoglio di soluzioni per accompagnare le aziende nel processo di digitalizzazione, attraverso un nuovo approccio basato sulla filosofia giapponese Kaizen,...

  • Internet of everything: quattro passi per una strategia data-driven

    di Alberto Bazzi, responsabile Advanced Technologies di Minsait in Italia La crescente interconnessione di oggetti, processi, dati e persone è una delle caratteristiche che definiscono il nostro tempo e la condizione necessaria per la rivoluzione digitale che...

  • AGV per il manifatturiero

    Il system integrator Cubar, supportato da SEW-Eurodrive, ha realizzato per un suo cliente un sistema customizzato di AGV per l’asservimento del processo manifatturiero Leggi l’articolo

  • Nuove tecnologie per accrescere la competitività: accordo Politecnico – Regione Lombardia

    Una rete di comunicazione veloce e criptata a Milano, grazie alla tecnologia quantistica e lo sviluppo di materiali avanzati e sostenibili per il biomedicale e la manifattura. Questi i due obiettivi di innovazione che hanno portato alla...

  • L’Internet of Things in Italia nel 2021 vale 8 miliardi di euro

    L’Internet of Things (IoT) è un contenitore di tanti ambiti applicativi che, messi insieme, nel 2021 in Italia totalizzano un valore di 8 miliardi di euro e la pandemia ha accelerato il processo, prevede GreenVulcano Technologies basandosi...

  • Nuova vita ai rifiuti elettronici

    Gioielli personalizzati in stampa 3D nati dai nostri vecchi cellulari. Un esempio virtuoso di economia circolare esito del progetto Horizon2020 Fenix di cui è partner il Politecnico di Milano Leggi l’articolo

  • City o smart city?

    Grazie alla pandemia i progetti di smart city sono diventati interessanti. Molti i comuni che li stanno implementando Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x