Un “gemello digitale” per la Maserati Ghibli

Pubblicato il 9 dicembre 2015

Questa primavera ad Hannover e a Parma Siemens ha presentato al proprio stand, in anteprima mondiale, il caso di Maserati come emblema di fabbrica digitale. Sulle nostre riviste (qui su Automazione e Strumentazione e qui su Automazione Oggi) vi abbiamo già raccontato questa esperienza che, tuttavia, non smette di far parlare di sé e che sta suscitando il vivo interesse anche della stampa internazionale.

Perché il caso Maserati è così interessante? Perché è un esempio perfetto dei benefici che le case automobilistiche stanno ottenendo dalla digitalizzazione dei processi, che consente una sensibile riduzione del time-to-market senza sacrificare la qualità.

Iniziamo col dire che lo stabilimento AGAP (Avvocato Giovanni Agnelli Plant) di Grugliasco (TO), dove si producono le Maserati Ghibli e Quattroporte, è una struttura rinnovata completamente pochissimi anni fa e dedicata esclusivamente alla produzione di questi due modelli dedicati a una clientela “premium”. La produzione è quindi caratterizzata da discreti volumi e da un’altissima qualità. La fabbrica di Grugliasco quindi è un esempio tipico di fusione tra produzione “tailor made” (il livello di personalizzazione è molto elevato con 27 versioni, 13 colori e ben 205 opzioni di configurazione) e produzione di serie. In altre parole, un esempio concreto di una struttura proiettata verso il mondo Industry 4.0.

Ma dov’è la digitalizzazione in quella serie di scocche sapientemente lavorate da potenti macchine e robot? Semplicemente… dappertutto: i prodotti sono stati progettati con l’ausilio del software NX e della piattaforma PLM Teamcenter di Siemens. La disponibilità di un vero e proprio “gemello virtuale” della Maserati Ghibli, generato da Teamcenter, ha consentito alla Casa automobilistica di simulare ogni possibile variante di prodotto e di inserirla virtualmente all’interno dello scenario produttivo (compresa la galleria del vento) consentendo sia un significativo risparmio di risorse sia un’accelerazione dei tempi di sviluppo.

Altro protagonista della digitalizzazione in casa Maserati è senz’altro Tecnomatix, il tool Siemens utilizzato per silulare e progettare gli impianti.

Per finire il sistema MES Simatic IT si occupa nello specifico di produzione, monitoraggio e controllo qualità.

All’ingresso della fabbrica, che abbiamo avuto l’opportunità di visitare lo scorso 4 novembre, un cartello avvisa che da inizio anno si è verificato solo un incidente sul lavoro. Tutto, in fabbrica, è misurato e controllato con l’ausilio di strumenti automatici. Lungo i corridoi che separano le diverse linee di lavorazione ampi tabelloni riportano i volumi di produzione programmati e quelli effettivi, oltre a segnalare eventuali richieste di assistenza con segnali luminosi o acustici.

Elencare le apparecchiature di automazione presenti nell’impianto è quasi impossibile. Non mancano comunque i protaginisti della Totally Integrated Automation Siemens, tra cui pannelli HMI e PLC Simatic collegati tramite Profinet e Profisafe.

Franco Canna



Contenuti correlati

  • Digitalizzazione delle imprese italiane, a che punto siamo?

    Spesso le imprese sono molto ottimiste quando valutano il proprio livello di digitalizzazione, pensano di essere più evolute in ambito di Digital Transformation, di quanto lo siano realmente. Le opportunità sono spesso state identificate come applicazione di un dato sistema o...

  • Siemens al Festival dell’Acqua 2022

    La manifestazione, ideata e promossa da Utilitalia, propone tre giorni di riflessioni e approfondimenti con esponenti della politica, tecnici ed esperti del settore. Il contenimento degli effetti dei cambiamenti climatici, la digitalizzazione, l’impatto del Piano Nazionale di...

  • Grande successo per la ventesima edizione di AMB

    La ventesima edizione di AMB, Fiera internazionale per la lavorazione dei metalli ha registrato un’atmosfera stimolante nei padiglioni e tra gli operatori del settore. Per 5 giorni il quartiere fieristico di Stoccarda ha visto passare 64.298 visitatori e 1.238 espositori...

  • Le innovazioni nella mobilità ambientale richiedono un lavoro di squadra strategico

    L’industria automotive sta cambiando radicalmente: le aziende di questi settori e tutti coloro che desiderano partecipare alla mobilità del futuro devono ora proporre strategie più complete e fare affidamento su soluzioni innovative. Inoltre, servono competenze digitali. Secondo...

  • Trend Micro ransomware
    Più sicurezza per l’Industrial IoT

    Trend Micro ha raggiunto un ulteriore traguardo nella messa in sicurezza dei progetti IoT e dell’Industry 4.0, in seguito alla firma di un accordo con Pro-face by Schneider Electric. L’Industry 4.0 rappresenta una convergenza radicale delle tecnologie...

  • Siemens socia di ITS Lombardia Meccatronica

    Attiva da oltre 20 anni nel settore “Education” con varie iniziative, nel 2022 Siemens aggiunge un nuovo tassello al suo impegno, divenendo Socia Partecipante della Fondazione “Istituto Tecnico Superiore Lombardo per le Nuove tecnologie Meccaniche e Meccatroniche”....

  • Copa-Data lancia zenon 11: soluzioni software per rispondere alle sfide del futuro

    Copa-Data ha rilasciato zenon 11, l’ultima versione della sua piattaforma software per l’automazione industriale. Questa nuova versione introduce la MTP Suite, uno strumento potente e rivoluzionario che permette la produzione modulare per applicazioni in ambito automotive, food&beverage, life...

  • Emco Komatsu
    Linea di produzione unica grazie al centro di lavoro Emco

    Una fresatrice a montante mobile Ecomill di Emco Mecof è in produzione presso Komatsu Germania ad Hannover dal marzo 2021. Il produttore di macchine da cantiere sostituisce così due vecchi centri di lavoro, risparmiando spazio prezioso e...

  • Il gemello digitale cambia il manifatturiero (e non solo)

    La tecnologia digital twin continua ad evolversi, estendendosi verso nuovi utilizzi. Con l’integrazione di intelligenza artificiale e machine learning, i gemelli digitali diventano più smart: ciò che però li differenzia dalle tradizionali simulazioni è la capacità di...

  • Industria 5.0 e umanesimo digitale

    Più che un balzo in avanti tecnologico, il nuovo paradigma 5.0 tende a collocare l’approccio 4.0 in un contesto più ampio, ponendo la prosperità delle persone e del pianeta come obiettivo della digital transformation. L’Industria 5.0 è...

Scopri le novità scelte per te x