Trasparenza nell’OEE

Nuovi modelli di business: produzione resiliente ed efficiente sotto il punto di vista delle risorse e meno tempi di fermo grazie alla trasparenza dei dati rilevanti. Le sfide che gli ingegneri meccanici e i loro clienti devono affrontare sono in aumento, all'SPS 2021 di Norimberga (23-25 novembre) Lenze presenterà soluzioni digitali, software e hardware per le moderne attività di progettazione digitale. L'attenzione si concentrerà sulla digitalizzazione e sull'accelerazione dei processi di produzione, assistenza e sviluppo.

Pubblicato il 22 novembre 2021

Molti ingegneri meccanici sono spinti verso la digitalizzazione dei loro prodotti e processi, ma troppo spesso c’è una mancanza di scenari concreti che siano anche redditizi. Inoltre, i fornitori di servizi digitali spesso non hanno conoscenza del dominio applicativo e vi è una mancanza di visione globale delle risorse in produzione. È qui che entra in gioco Lenze. Gli specialisti dell’automazione di Hamelin si concentrano su casi d’uso che forniscono rapidamente agli ingegneri meccanici e agli operatori un valore aggiunto concreto. In particolare, due applicazioni sono esposte.

Accesso alle informazioni sugli asset
Le aziende manifatturiere sono interessate a ridurre al minimo i costi di manutenzione e riparazione attraverso una pianificazione efficiente. Affinché ciò sia possibile, gli utenti hanno bisogno di trasparenza su quali assets sono effettivamente installati. Lenze vuole semplificare la gestione di tutti gli asset installati in modo che sia possibile recuperare tutte le informazioni in caso di malfunzionamento di una macchina. Il personale dell’assistenza viene informato via e-mail o tramite Microsoft Team tramite il gateway IoT X4 Remote e può indentificare e correggere l’errore di conseguenza.

Il punto di partenza di questo processo è Lenze FAST. Lenze ha recentemente ampliato il suo collaudato pacchetto di strumenti software in un framework. Il gemello digitale gioca un ruolo importante anche in questo ambiente. Il cuore del framework FAST è un’architettura software orientata ai servizi che soddisfa gli attuali requisiti delle macchine per la visualizzazione, l’IIoT e il cloud. Il framework garantisce l’interoperabilità con un’interfaccia OPC UA. In futuro, lo standard per i dati relativi alle istanze degli asset potrà essere integrato nei formati di scambio della asset administration shell (AAS). Questo ne permette il successivo impiego per la creazione di utili servizi. Un esempio di servizio è il gestore degli asset e degli errori di Lenze, nel quale l’accesso ottimizzato alle informazioni dell’asset è stato integrato con la gestione automatizzata degli errori.

Gli operatori delle macchine beneficiano della visione completa di macchine e impianti. L’accesso remoto consente agli operatori delle macchine e ai tecnici di accedere in remoto alle informazioni diagnostiche del framework e risolvere in modo efficiente i problemi. Il tutto è supportato da un sistema di ticket che contiene già le informazioni sullo stato della macchina.

Ottimizzazione dell’OEE
L’OEE è ancora un problema aperto in molte aziende. Ridurre al minimo i tempi di fermo macchina e ottimizzare i tempi di produzione richiede la disponibilità senza limitazioni di informazioni rilevanti, di componenti e macchine. Ma c’è spesso una mancanza di dati e, ancora più spesso, una mancanza di trasparenza. La situazione sta cambiando con il monitoraggio continuo dell’OEE e dei tempi di inattività, che forniscono maggiore trasparenza nel processo di produzione senza hardware o sensori aggiuntivi. Innanzitutto, l’OEE viene calcolato nel PLC e l’utente può visualizzare i risultati su dashboard preconfigurate. Inoltre, EASY UI Designer – che sarà disponibile gratuitamente sul sito web di Lenze dall’inizio della fiera – offre all’utente la possibilità di configurare la visualizzazione in modo indipendente. Il monitoraggio dei tempi di inattività fornisce opzioni di analisi avanzate, consentendo di esaminare in dettaglio i fattori “disponibilità” e “prestazioni” che determinano l’OEE.

Lenze si affida a OPC UA e MQTT per la comunicazione, garantendo così la connettività per le tecnologie future. Il flusso di dati dal PLC al cloud è garantito e, anche senza una connessione, i dati in tempo reale possono essere inviati a un pannello o a un’interfaccia uomo-macchina (HMI). Ciò fornisce all’operatore della macchina maggiore trasparenza e motivazione.

L’applicazione è un modo semplice per gli ingegneri meccanici di visualizzare le prestazioni e la disponibilità della macchina in base alle esigenze del cliente finale. Il cliente finale può utilizzare questi dati per aumentare o stabilizzare la sua produttività. Il monitoraggio dell’OEE e dei tempi di inattività sono la base per l’ottimizzazione della produzione, basata sui fatti e su dati reali.

Un nuovo sistema di automazione
Oltre al software e alle soluzioni digitali, l’azienda presenterà in fiera anche il relativo hardware. I visitatori avranno l’opportunità di avere un’anteprima del nuovo servo inverter i750. Questo servo inverter diventerà il nuovo elemento standard di una soluzione di automazione orientata al futuro, abbinata ad un controllore Lenze. Le sue caratteristiche principali sono:

  • Sicurezza estesa e tecnologia One Cable
  • Maggiori prestazioni della tecnologia di controllo
  • Gamma di potenza estesa tra 15 kW (20 CV) e 30 kW (40 CV).

In combinazione con le applicazioni software del sistema di automazione Lenze e i servizi digitali, il risultato è un concetto di motion control di primo ordine.



Contenuti correlati

  • ProgettistaPiù 2023: l’Automazione a Terra

    La Redazione di Automazione Oggi propone il 25 gennaio 2023, nell’ambito della seconda edizione del convegno in streaming ProgettistaPiù, frutto della sinergia tra Quine e TraceParts, una mattinata, dalle 9.30 alle 12.30, dedicata al tema “L’Automazione nei 4.elementi: ARIA. ACQUA. TERRA. FUOCO.“ La sessione dedicata alla Terra, intitolata Terra: l’agricoltura ci...

  • Meno consumi e più sostenibilità, con nuovi motori e azionamenti

    La sostituzione delle installazioni obsolete con nuovi motori più efficienti ed ecologici comporta importanti vantaggi per l’ambiente e lo sfruttamento delle risorse, oltre che per i costi di produzione e quindi per la competitività. Leggi l’articolo

  • ProgettistaPiù 2023: Automazione in Acqua

    La Redazione di Automazione Oggi propone il 25 gennaio 2023, nell’ambito della seconda edizione del convegno in streaming ProgettistaPiù, frutto della sinergia tra Quine e TraceParts, una mattinata, dalle 9.30 alle 12.30, dedicata al tema “L’Automazione nei 4.elementi: ARIA. ACQUA. TERRA. FUOCO.“ La sessione dedicata all’Acqua, intitolata Acqua: “scoprire” il mare...

  • ProgettistaPiù 2023: l’Automazione nell’Aria

    La Redazione di Automazione Oggi propone il 25 gennaio 2023, nell’ambito della seconda edizione del convegno in streaming ProgettistaPiù, frutto della sinergia tra Quine e TraceParts, una mattinata, dalle 9.30 alle 12.30, dedicata al tema “L’Automazione nei 4.elementi: ARIA. ACQUA. TERRA. FUOCO.“...

  • Sew-Eurodrive migliora l’efficienza di di Nazari Automazioni con la sua tecnologia

    Azienda Italiana nata sul finire degli anni Novanta dalla passione per l’innovazione, Nazari Automazioni, con headquarters a Verzuolo (CN), sviluppa e realizza progetti e sistemi di automazione industriale, con proposte “chiavi in mano” in grado di garantire...

  • Cybersecurity per l’OT nel 2023: è tempo di passare ai fatti

    Ormai è universalmente noto che le operations che non sono in grado di sostenere tempi prolungati di inattività fisica, come le infrastrutture critiche, l’industria produttiva o le strutture iperconnesse, rappresentano bersagli particolarmente redditizi per i criminali informatici....

  • Le parole chiave per il 2023: Metaverso Industriale, AR/MR, AI e lavoro ibrido sono i trending topic secondo TeamViewer

    Prediction #1: Metaverso Industriale La digitalizzazione del lavoro è stato un tema centrale negli ultimi decenni, ma la digitalizzazione dei processi dei lavoratori cosiddetti frontline (o in prima linea), che si stima costituiscano circa l’80% della forza...

  • L’innovativo gateway AS-Interface 3

    L’interfaccia AS-i si è affermata da tempo come soluzione semplice ed economica per l’integrazione di sensori e attuatori sul campo. Ma da quasi 20 anni non sono state apportate modifiche a uno dei componenti più importanti del...

  • Il nuovo sensore di visione 3D per bracci robotici di Omron

    I sensori FH-SMD di Omron possono essere montati su un robot per riconoscere le parti (sfuse) posizionate in modo casuale in tre dimensioni, offrendo assemblaggio con ingombro ridotto e operazioni di ispezione e pick & place difficili...

  • RFID o bar code?

    Ricordate quasi 20 anni fa? Quando c’era un’atmosfera positiva e la tecnologia RFID stava vivendo un boom? L’RFID (Radio Frequency Identification) non è una tecnologia nuova. La fisica che ne è alla base è stata sviluppata all’inizio...

Scopri le novità scelte per te x