Inventia e ServiTecno annunciano la disponibilità di MT-713 v3

La nuova versione del dispositivo MT-713 è in grado di misurare, registrare e trasmettere i dati di campo per lunghi periodi anche in quegli ambienti non serviti da linee elettriche, grazie all'alimentazione a batteria

Pubblicato il 20 giugno 2021

Inventia, azienda specializzata in soluzioni per il telecontrollo, e ServiTecno, che ne distribuisce e supporta i prodotti sul mercato italiano, annunciano la disponibilità del dispositivo MT-713 v3, nuova versione, in grado di misurare, registrare e trasmettere i dati di campo anche in quegli ambienti non serviti da linee elettriche, grazie all’alimentazione a batteria.

Come gli altri moduli della famiglia MT, questo modulo presenta un design all’avanguardia caratterizzato da soluzioni innovative avanzate, è facile da configurare e da integrare con i sistemi di raccolta ed elaborazione dati.
La trasmissione dei dati, che può essere automatica al verificarsi di determinati eventi oppure programmata a intervalli di tempo regolari, aiuta a minimizzare il consumo di energia e i costi di trasmissione estendendo la durata della batteria.
Il design semplice e compatto in un case che offre protezione di grado IP 67 rende il modulo ideale per ambienti difficili privi di collegamenti elettrici (es. pozzi e camere di controllo dell’approvvigionamento idrico).

Fino a 10 anni di uso senza interruzioni
La batteria sostituibile integrata e il modulo aggiuntivo MT-CPV, che consente di aggiungere delle batterie esterne, garantiscono la possibilità di utilizzare il dispositivo anche per 10 anni utilizzando batterie al litio in combinazione con un sistema di risparmio energetico.
La tensione della batteria viene continuamente monitorata e registrata insieme ai dati di misurazione, consentendo al gestore di controllare l’autonomia residua.

Il modulo MT-713 è dotato di 5 ingressi digitali/contatore (adatti a funzionare con contatti senza potenziale) e 3 ingressi analogici che permettono la misurazione di parametri come pressione, temperatura, livello ecc. La capacità di alimentare gli ingressi analogici solo al momento della misurazione, le uscite digitali in grado di gestire l’alimentazione di sensori esterni e la possibilità di disattivare il modem integrato riducono il consumo di energia al minimo.

Funzionalità avanzate
Il dispositivo è dotato di un modem che offre le tecnologie di comunicazione più recenti: NB-IoT, LTE Cat. M1 /2G o 2G/3G; Bluetooth Low Energy per la configurazione e la diagnostica.
I dati di misurazione possono essere registrati con una marca temporale (time stamp) precisa all’interno della memoria Flash non volatile secondo un piano prestabilito o al verificarsi di determinati eventi.
Oltre alle misurazioni, il modulo può segnalare diversi allarmi: manomissione dell’involucro, apertura non autorizzata della camera, mancanza di flusso per un lungo periodo, superamento di una soglia di livello o di temperatura predefinita, ecc.

Le risorse e le funzionalità del modulo MT-713 possono essere ottimizzate per applicazioni particolari grazie alle molte opzioni disponibili, tra cui pacchi batterie al litio o alcaline, antenna interna, custodia opaca, interfaccia di comunicazione per dispositivi esterni e ricevitore GPS.
Acquistando il modulo si ricevono anche un ambiente di configurazione di semplice utilizzo, opzioni di comunicazione con interfacce aperte per OPC/ODBC/CSV e funzioni di gestione remota.
Infine è disponibile la funzionalità di aggiornamento remoto del firmware.



Contenuti correlati

  • HEAD acoustics si affida a CMX500 di Rohde & Schwarz per il test delle reti 5G NR

    HEAD acoustics ha scelto di affidarsi alla soluzione di test 5G di Rohde & Schwarz, esperta in analisi sui servizi audio e vocali, per la verifica dei servizi vocali e audio supportati dai dispositivi mobili 5G. Il tester one-box...

  • Come cambiare le carte in tavola?

    Rapidità e affidabilità, queste le caratteristiche che rendono vantaggiosi e performanti i cambi di produzione, oltre ad aiutare i produttori a ridurre gli errori e a sfruttare una pianificazione proattiva delle risorse. Le proposte di ServiTecno Leggi...

  • L’alternativa biogas

    La tedesca Ormatic offre un’automazione affidabile degli impianti di biogas grazie all’impiego di iFix e Proficy Historian Leggi l’articolo

  • Farnell sarà presente a Electronica 2022: soluzioni per il mondo dell’industria

    Farnell sarà presente a Electronica 2022, dal 15 al 18 novembre, al Centro fieristico di Monaco di Baviera (Germania) presso lo Stand C2.101, per mostrare al pubblico le sue tecnologie innovative. “Ci auguriamo di poterti offrire le...

  • Inizia una nuova era con Twiist, il sensore di posizione multi-variabile da Gefran

    TWIIST di Gefran si presenta con un case di acciaio particolarmente compatto che, in soli 16 mm di diametro, racchiude il cuore tecnologico del sensore, un sistema brevettato per la misura della posizione basato sull’Effetto Hall a...

  • Monitoraggio del movimento senza sensori con PSR-MM35 di Phoenix Contact

    Il nuovo modulo di controllo della velocità PSR-MM35 di Phoenix Contact, certificato TÜV, monitora le velocità in modo particolarmente economico e senza sensori aggiuntivi. In tal modo diventa semplice ed economico monitorare il movimento. Largo solo 12,5 mm,...

  • Automazione e strumentazione pronte per la filiera idrogeno

    Nello scenario della riduzione dei gas serra, un ruolo interessante potrebbe essere l’impiego di idrogeno come combustibile, purché naturalmente si riesca a produrlo a costi ragionevoli e da fonti rinnovabili. In questo ambito le tecnologie di misura...

  • RTU per la tecnologia del telecontrollo

    Sicurezza, affidabilità e versatilità sono tra le caratteristiche più importanti che deve avere un moderno sistema di telecontrollo. Wago ha introdotto una RTU rispondente ai più evoluti standard di sicurezza e con l’espandibilità dei suoi sistemi di...

  • Da Seneca, prodotti e soluzioni per il trattamento delle acque

    Nel ciclo integrale delle acque la strumentazione Seneca trova applicazione pressoché universale, dalla gestione remota delle stazioni di prelievo e pompaggio al controllo di impianti di sollevamento e trattamento, fino alla supervisione di reti di distribuzione, pozzi...

  • HMI e Scada, evolversi è d’obbligo

    Siamo oggi in presenza di soluzioni HMI e Scada sempre più evolute. Secondo alcuni esperti di settore, infatti, alle interfacce e ai sistemi tradizionali restano pochi anni di vita, a meno di non evolversi prevedendo l’integrazione con...

Scopri le novità scelte per te x