VSP Bolus di 3D Systems ottimizza i trattamenti di radioterapia e migliora l’esperienza dei pazienti

La più recente innovazione dell’azienda nel campo delle soluzioni VSP è l’unico servizio completo di progettazione e produzione attualmente disponibile per i professionisti della radioterapia

Pubblicato il 1 maggio 2022

3D Systemsannuncia l’ingresso nel mercato della radioterapia oncologica con VSP Bolus, ottenendo la certificazione FDA 510(k). Si tratta di una soluzione progettata per fornire accessori di alta qualità per la radioterapia specifici per il paziente. VSP Bolus, l’ultima nata della gamma VSP di dispositivi medici personalizzati dell’azienda, è l’unica soluzione attualmente disponibile sul mercato che offre un servizio completo di progettazione e produzione basato sul piano terapeutico del paziente. Gli operatori della radioterapia non devono disporre di software e competenze specifici in materia di progettazione e possono pertanto concentrarsi sul trattamento e sulla cura dei pazienti. Grazie alla vasta esperienza nella produzione additiva di dispositivi medici, 3D Systems è in grado di fornire bolus biocompatibili personalizzati stampati in 3D che migliorano la modulazione della terapia e il comfort del paziente.

Circa il 50% dei pazienti a cui è stato diagnosticato un tumore viene sottoposto a radioterapia. Per indirizzare le radiazioni con precisione durante il trattamento, l’operatore (fisico medico, specialista di dosimetria, radioterapista oncologo) utilizza un bolus, ovvero un dispositivo flessibile che si adatta alla superficie cutanea del paziente. Con i bolus disponibili in commercio, spesso rimangono spazi d’aria tra il dispositivo e l’anatomia del paziente. Questo può causare la somministrazione di un dosaggio insufficiente ed esporre le parti anatomiche adiacenti a radiazioni indesiderate. Con VSP Bolus, 3D Systems è in grado di progettare e fornire bolus che si adattano perfettamente alle diverse conformazioni anatomiche.

Nella prima fase del processo vengono esaminati i dati di imaging del paziente e le informazioni fornite dal radioterapista. Sulla base di tali informazioni, il bolus VSP viene realizzato con lo spessore richiesto per ottimizzare il trattamento radioterapico. Grazie a queste funzionalità integrate nella soluzione, i radioterapisti sono sollevati dal compito, dispendioso in termini di tempo, di creare il progetto e fabbricare l’accessorio. Al termine della fase di progettazione, gli ingegneri di 3D Systems utilizzano le soluzioni di produzione additiva dell’azienda per creare un bolus di alta qualità in un materiale morbido che si adatta all’anatomia del paziente, per un trattamento più efficace e un’esperienza più confortevole.

“Il nostro nuovo prodotto VSP Bolus ci consente di rispondere alle esigenze di un’applicazione estremamente importante nell’ambito dell’assistenza sanitaria personalizzata”, dichiara Menno Ellis, vicepresidente esecutivo, soluzioni sanitarie, 3D Systems. “Sebbene la radioterapia sia ormai riconosciuta come strumento terapeutico fondamentale nel trattamento dei tumori, ogni caso è unico come lo è ogni paziente. Unendo l’esperienza dei nostri ingegneri biomedici, i materiali biocompatibili, la tecnologia di stampa 3D e i flussi di lavoro digitali ineguagliabili, siamo in grado non solo di progettare ma anche di produrre dispositivi specifici per i pazienti, volti a migliorare l’efficacia dei trattamenti radioterapici”.

In qualità di pioniere nella creazione di soluzioni sanitarie personalizzate, negli ultimi dieci anni 3D Systems ha collaborato con numerosi chirurghi alla pianificazione di oltre 140.000 casi specifici per i pazienti. Inoltre, ha prodotto più di due milioni tra impianti e strumenti per oltre 100 dispositivi approvati dalla FDA e con marchio CE nei propri stabilimenti produttivi all’avanguardia, registrati presso la FDA e certificati ISO 13485, con sede a Littleton, Colorado, e a Lovanio, Belgio. 3D Systems ha presentato i suoi prodotti, incluso VSP Bolus, durante l’evento “RSNA Medical 3D Printing in Practice”, svoltosi dal 22 al 24 aprile a Chicago, Illinois. Per maggiori informazioni, visitare il sito web dell’azienda.

 



Contenuti correlati

  • Tech boys and girls: Manuela Galati

    Manuela Galati, 34 anni, ingegnere meccanico e perito industriale, è una ricercatrice del Politecnico di Torino. A lei, come a ogni ‘ragazza tecnologica’ della nostra rubrica, abbiamo chiesto di raccontarci il suo percorso e i suoi progetti…...

  • Tecnologia additiva HP per la produzione on-demand di occhiali e montature Raleri

    L’industria dell’occhialeria sta registrando una costante crescita grazie anche all’aumento della richiesta di diversi stili e finiture. Le innumerevoli possibilità in termini di design e la libertà di creazione garantite dalla stampa 3D, come ad esempio la...

  • Tecnologia e buona cucina: qui il Tiramisu è stampato in 3D!

    “Foodini”, il macchinario in grado di stampare il cibo tridimensionalmente è stato presentato oggi presso la Scuola Lepido Rocco di Lancenigo di Villorba (TV). L’invenzione è della spagnola Natural Machines, azienda di Barcellona, che ha scelto la...

  • IED, Formlabs e 3DiTALY insieme per promuovere la customizzazione di massa tramite la stampa 3D

    Il Covid-19 ha portato a un incremento dell’adozione della stampa 3D che viene vista sempre più come parte integrante dei flussi di lavoro per ridurre i tempi di consegna, ovviare a possibili ostacoli derivanti da supply chain...

  • WS Audiology sceglie la soluzione di stampa 3D Figure 4 di 3D Systems

    WS Audiology, azienda leader nel settore degli apparecchi acustici, ha adottato la soluzione di stampa 3D ad alta velocità Figure 4 di 3D Systems per migliorare la qualità e l’efficienza dei processi di produzione tramite stampaggio a...

  • Protolabs rivoluzione nel mondo delle corse con la stampa 3D

    Mectronik voleva produrre in meno di due mesi un supporto per la centralina elettronica del motore che fosse robusto e in grado di attutire le vibrazioni eccessive. Il progetto iniziale viene ottimizzato grazie al prototipo prodotto in stampa...

  • Stampante stereolitografica 3D Systems per la produzione additiva

    La soluzione di produzione additiva (PA) stereolitografica SLA 750 di 3D Systems è progettata per rispondere alle esigenze delle applicazioni di produzione di grande formato e volumi elevati. La soluzione comprende SLA 750 e SLA 750 Dual,...

  • In principio era plastica

    Come è possibile costruire un robot partendo dalla stampa 3D? Vediamolo insieme Leggi l’articolo

  • AMR a supporto della stampa 3D

    AM-Flow si avvale delle soluzioni AMR di Omron per consentire ai clienti di automatizzare tutti i processi riducendo i costi e favorendo l’ulteriore adozione di AM Leggi l’articolo

  • Cosa ci aspettiamo dal 2022

    L’autore, partnership marketing manager II – Strategic Programs in Digi-Key Electronics, spiega quali saranno le cinque tendenze dell’automazione e del controllo che si delineeranno nel 2022 Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x