L’automazione guarda avanti e si prepara agli eventi d’autunno 2022

Per la 31° edizione di SPS, dall’8 al 10 novembre 2022, sono attesi a Norimberga circa 1.200 espositori da tutto il mondo per presentare le loro ultime innovazioni e soluzioni di automazione industriale per il manifatturiero. Grande ottimismo anche per Formnext, a Francoforte dal 13 al 15 novembre

Dalla rivista:
Automazione Oggi

 
Pubblicato il 13 luglio 2022

La pandemia è in crescita ma la voglia di ritrovarsi e tornare a incontrarsi non si placa. È questo lo spirito che anima il ‘ritorno in fiera’ di quest’autunno, quando a Norimberga arriveranno gli circa 1.200 espositori per SPS per presentare le loro ultime innovazioni di prodotto e soluzioni di automazione industriale per il manifatturiero 4.0.

“Nonostante i numeri siano ancora inferiori a quelli del 2019, anche a causa del fatto che in alcuni Paesi ancora permangono restrizioni ai viaggi, siamo molto soddisfatti delle adesioni. La superficie espositiva sarà di circa 100 mila m2, di cui 17 mila m2 occupati da aziende estere. Sono 340 al momento gli espositori provenienti da Paesi diversi dalla Germania di cui 51 dall’Italia, un numero peraltro destinato a crescere nelle prossime settimane” ha rivelato Sylke Schulz-Metzner, vice president di Mesago Messe Frankfurt GmbH, in occasione della presentazione alla stampa tecnica della manifestazione, che si terrà dall’8 al 10 novembre 2022 in presenza, sono attesi a Norimberga.

I visitatori beneficeranno come sempre di un ricco programma collaterale, fra conferenze, convegni, tavole rotonde, momenti di incontro e formazione, sia in presenza, sia in streaming, per chi non avrà la possibilità di partecipare di persona alla manifestazione. Fra questi, per esempio, l’iniziativa ‘Automation meets IT’ presso il padiglione 6, dove circa 16 espositori offriranno ai visitatori la possibilità di informarsi approfonditamente su temi specifici e ricevere una consulenza individuale da parte dei fornitori. Le tematiche saranno varie: gestione del patrimonio, servizi basati su cloud, servizi incentrati sui dati, manutenzione preventiva, OPC Unified Architecture.

“Quest’anno vogliamo dare priorità e focalizzarci soprattutto sull’evento in presenza, ma non dimentichiamo comunque la fiera digitale, con ‘SPS on air’, per cui un’ampia gamma di fornitori nazionali e internazionali di automazione e digitalizzazione avranno la possibilità, sia durante i tre giorni di fiera a Norimberga, sia anche dopo il termine della manifestazione, di tenere sulla piattaforma eventi digitale” ha proseguito Schulz-Metzner.

“Avremo un programma di ‘riscaldamento’ dal 2 all’8 novembre con eventi sulla piattaforma dove gli espositori potranno iniziare a presentare i propri prodotti per incuriosire il pubblico e al contempo consentirgli di organizzare al meglio la propria visita. Durante la fiera ci saranno eventi digitali di formazione e approfondimento, con programmi in streaming, mentre dopo l’evento, fino al 15 novembre, sarà possibile accedere ai programmi on demand”.

Infine, non sono al momento previste restrizioni o particolari protocolli di sicurezza per il Covid in Germania, ma gli organizzatori di SPS si tengono continuamente aggiornati e faranno tutto quanto necessario per salvaguardare al meglio la salute di tutti i partecipanti.

I numeri del settore

Inutile negarlo, il manifatturiero, nonostante la pandemia, a partire da giugno 2020 ha fatto vedere un trend di grande crescita. Come ha sottolineato Marco Vecchio, segretario Anie Automazione e Anie Energia, “il 2021 ha segnato un +22,5% di fatturato generale rispetto all’anno precedente, raggiungendo e alla fine superando i dati 2019 non solo a livello generale, ma anche sul fronte interno, mercato domestico e import.

È il Nord/Nordest a crescere di più, dove la Lombardia da sola fa il 30% del mercato, soprattutto grazie ai costruttori di macchine/OEM, che rappresentano il 60% del mercato di riferimento del comparto. La Germania si conferma primo mercato di esportazione per l’Italia.

Che dire invece del 2022? I primi 6 mesi hanno visto proseguire la curva di crescita, con una certa disparità fra ordinato, dove c’è gran fermento (alcuni si sono anche ‘portati avanti’ vista la carenza di materiali e le difficoltà di consegna e trasporti, il che ha aumentato la visibilità a lungo termine a livello temporale), e fatturato, a causa dello shortage. I segnali sul mercato sono positivi e ad aprile, quando Anie Automazione ha raccolto i dati, l’ottimismo ancora c’era. Il 23% aveva infatti visto il 2022 in crescita sul 2021, così come il 2023 è visto in positivo, anche grazie agli incentivi, dal Piano Transizione 4.0 al Pnrr, che ancora saranno sul piatto, ma le incertezze certo non mancano”.

Valeria Tirelli, ambassador ‘Women in 3D Printing

Formnext, si riparte

A seguire, dal 15 al 18 novembre si terrà invece a Francoforte Formnext, evento di riferimento per il mondo dell’AM-Additive Manufacturing e 3D printing con il coinvolgimento dell’intera filiera produttiva di settore: “Siamo partiti con questa manifestazione nel 2015 e abbiamo avuto subito un notevole successo, fermato purtroppo dalla pandemia. Ora ripartiamo con oltre 580 espositori confermati a oggi, di cui il 57% dall’estero, 24 in particolare dall’Italia, puntando a tornare ai livelli del 2019, occupando tutti e quattro i livelli dei padiglioni 11 e 12, i più moderni del quartiere fieristico, un totale di 45 mila m2” ha sottolineato Sascha F. Wenzler, vice president Formnext.

Durante la fiera, in presenza, vi saranno molti eventi collaterali. “‘Discover 3D printing’ è un’iniziativa indirizzata ai neofiti, per comprendere meglio come funziona la tecnologia” ha esemplificato Christoph Stuker, deputy vice president Formnext. “In collaborazione con il centro Acam di Aachen proponiamo un seminario giornaliero di base di 2 ore per comprendere quali siano i migliori ambiti applicativi per questa tecnologia e quali le soluzioni migliori per ogni use case. L’‘Astm standard Forum’ tratterà il tema delle normative, in collaborazione con enti quali UL, CEN, DIN, Uscs, mentre il ‘BE-AM Symposium’ in parallelo alla fiera è dedicato al campo dell’edilizia e architettura, e lo sponsor Vdma darà vita a una mostra legata alle applicazioni industriali dell’AM”. Il programma digitale, fruibile online, è promette di essere altrettanto ricco. “Avremo presentazioni tecniche e meno tecniche e panel di discussione su una svariata serie di tematiche”.

Nessun limite al possibile

Oggi il settore della AM è andato molto oltre l’ambito ristretto della prototipazione per addentrarsi in campi prima impensabili. “Si parla addirittura di una produzione di massa dell’AM, per produrre parti e componenti in serie, in elevate quantità, per l’industria, favorendo uno sviluppo più sostenibili in quanto grazie a queste tecnologie è possibile ridurre gli sprechi di materiale o riciclare alcune materie prime” ha esemplificato Valeria Tirelli, ambassador ‘Women in 3D Printing’.

“Si pensi al legno. Possiamo oggi produrre oggetti in legno utilizzando le polveri di questo materiale provenienti da altre lavorazioni. Così come, applicando un diverso modello produttivo e di costruzione, possiamo realizzare elementi con tecniche additive senza sprecare materiale, poiché la lavorazione non ‘toglie’ il di più ma ‘aggiunge’ solo quello che serve per ottenere il pezzo. È un futuro tutto da esplorare, dove può diventare possibile ciò che con tecniche tradizionali sarebbe impossibile”.

Ilaria De Poli @depoli_ilaria



Contenuti correlati

  • Italian Machine Vision Forum: temi e protagonisti della seconda edizione

    Si avvicina Italian Machine Vision Forum, la mostra convegno itinerante promossa da Anie  Automazione e organizzata da Messe Frankfurt Italia, dal titolo “Tecnologie per l’industria del futuro”. Tanti i motivi per organizzare una visita alla seconda edizione dell’evento, in...

  • Nuova edizione dell’Italian Machine Vision Forum: wenglor presente!

    Wenglor sensoric italiana, filiale in Italia dell’azienda tedesca che sviluppa e produce sensori intelligenti, dispositivi di sicurezza e sistemi avanzati di elaborazione di immagini, sarà tra i protagonisti di Italian Machine Vision Forum – Tecnologie per l’industria...

  • Pneumatici tracciati

    La tecnologia Rfid collega ogni pneumatico a un ecosistema internazionale Leggi l’articolo

  • Digitalizzazione, la via verso l’efficienza energetica

    Il percorso verso l’efficientamento energetico è lungo e diverse sono le azioni che si possono implementare, ma il primo step è aumentare la trasparenza su quello che accade nell’impianto grazie alla digitalizzazione Leggi l’articolo

  • SPS: il futuro in mostra

    SPS 2023 riunirà ancora una volta a Norimberga, dal 14 al 16 novembre, il meglio del manifatturiero: a 5 mesi dalla manifestazione confermati 1.300 espositori per 120.000 m2 espositivi occupati Leggi l’articolo

  • Una mostra di tecnologia e innovazione

    Fornendo un’ampia panoramica sulle tecnologie dell’automazione e sui più moderni sistemi di produzione industriali, nel 2023 la fiera SPS ha saputo attrarre a Parma decine di migliaia di visitatori, in gran parte professionisti e studenti, con un...

  • Estrarre valore dalle tecnologie digitali

    Un nuovo White Paper realizzato dal Working Group Software Industriale di Anie Automazione offre alle aziende una serie di indicazioni per un pieno utilizzo dei dati, oggi sempre più disponibili a tutti i livelli del processo produttivo....

  • SPS Italia 2023: epicentro di innovazione

    Oltre 800 espositori, 38.713 visitatori, più di 130 convegni e tavole rotonde nelle 5 arene di District 4.0: è la sintesi della fiera di riferimento annuale dell’automazione e del digitale per l’industria. Focus sulla sostenibilità, sul ruolo dell’uomo nell’evoluzione delle nuove tecnologie,...

  • Dall’IoT al metaverso: origini e percorsi per la nuova evoluzione dell’industria

    C’è una nuova possibilità per aumentare in modo decisivo la flessibilità delle operation e dei processi che va al di là del mondo fisico, una modalità che svincola dall’intervento materiale su macchine, prodotti e impianti tutte le...

  • Dispositivi con OPC UA integrato

    Lo standard OPC UA si sta sempre più diffondendo come ‘linguaggio universale’ per l’interoperabilità delle reti dell’Industria 4.0, con diversi dispositivi gateway industriali che ormai lo supportano Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x