Spettrometro per l’analisi simultanea di gas diversi

Pubblicato il 16 maggio 2014

Gasmet, rappresentata in Italia da Ital Control Meters, propone l’analizzatore FTIR (spettroscopio all’infrarosso con trasformata di Fourier), in grado di misurare sia qualitativamente (riconoscendo le specifiche molecole) che quantitativamente (misurandone la concentrazione) una matrice gassosa complessa, rilevando virtualmente qualsiasi tipo di gas, sia organici che inorganici.

Un numero enorme di gas può essere analizzato contemporaneamente da un solo analizzatore e risolvendo anche le più critiche interferenze dovute a gas con spettro di assorbimento simile tra loro. Applicazioni con analisi anche di 50 gas differenti sono all’ordine del giorno per gli strumenti FTIR di Gasmet.

L’analizzatore FTIR è il cuore pulsante di una vasta gamma di strumenti portatili, per il processo (sia on line che in situ), per le analisi di laboratorio, nonché sistemi completi per le emissioni (CEM). La serie DX (analizzatori portatili) è il fiore all’occhiello di Gasmet, che ha sviluppato un interferometro e una cella di analisi così stabili, robusti e compatti da rendere possibile la realizzazione di un FTIR portatile. Il DX4040, ultimo nato della gamma, ha il volume e il peso di un piccolo zainetto trasportabile anche da un bambino, ma la capacità di analisi e le prestazioni di un sofisticato analizzatore da laboratorio.

Gasmet dispone inoltre di una serie di strumenti progettati e costruiti per essere utilizzati come strumenti permanenti nelle applicazioni di analisi, sorveglianza, regolazione di processi e ambienti industriali e civili. Questi misuratori “on line”, che utilizzano gli analizzatori FTIR della serie CX, includono il modello FCX (nella foto) utilizzato sia per la sorveglianza di aree sensibili a perdite di gas che per il controllo e la regolazione di processi industriali.

Accanto agli analizzatori in linea Gasmet propone quelli realizzati per applicazioni in situ, semplici da installare, meno costosi, con meno componenti e quindi meno manutenzione e con una affidabilità di analisi spesso superiore ai sistemi estrattivi che condizionano il campione di gas per l’analisi.

Nei casi in cui è necessario avere prestazioni superiori per laboratori di ricerca e un analizzatore standard non è sufficiente, Gasmet propone la serie CR, che grazie all’abbinamento di celle di analisi speciali (da 1 cm a 10 metri di sviluppo ottico a seconda delle applicazioni specifiche) con sensori MCT raffreddati ad azoto liquido raggiungono prestazioni in termini di velocità di risposta e risoluzione della misura di grandissimo livello.

Oltre ai singoli strumenti, fissi e portatili, Gasmet fornisce sistemi completi di tipo estrattivo (CEM) per analizzare le emissioni dagli impianti industriali. Oltre a comprendere il FTIR nella versione certificata secondo le normative Europee QAL1 che può analizzare contemporaneamente una grande quantità di gas, tra i sistemi completi per le emissioni c’è anche l’analizzatore di mercurio CMM (Continous Mercury Monitor), l’unico della produzione Gasmet a essere basato su un principio differente dal FTIR.



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x