Sondaggio IFOP: nella crisi Covid-19 i francesi vogliono imballaggi più sostenibili 

Il salone dell'imballaggio ALL4PACK Paris 2020, che si svolgerà dal 23 al 26 novembre, ha voluto conoscere l’impatto della crisi sanitaria Covid-19 sull’uso degli imballaggi nei confronti dei cittadini francesi. Un sondaggio IFOP, commissionato dal salone e realizzato nello scorso maggio, ha messo in luce i cambiamenti nel comportamento di una parte della popolazione francese

Pubblicato il 10 luglio 2020

Lo studio IFOP, condotto su un campione rappresentativo di 1.001 persone, mette in luce che la maggior parte dei francesi ritiene che l’imballaggio sia estremamente utile o molto utile. Questa percentuale è più alta per gli anziani (66% rispetto al 22% per i 18-24 anni), e mostra un gap di percezione generazionale. Gli imballaggi svolgono un ruolo chiave per la sicurezza dei prodotti e quindi dei consumatori.

I francesi sembrano esserne chiaramente consapevoli, e la crisi sanitaria ne ha accentuato la consapevolezza. Tuttavia, questa utilità si confronta con un forte e duraturo desiderio sociale di cambiamento nella progettazione e nell’uso degli imballaggi per rispondere meglio alle problematiche e alle sfide ambientali. 1/3 dei francesi ha preferito acquistare prodotti con meno imballaggi prima del Covid-19 e il 60% continua a farlo nonostante la crisi sanitaria.

Sebbene il 60% degli intervistati affermi di non aver modificato il proprio comportamento nei confronti del packaging, il 40% afferma di acquistare oggi più prodotti con packaging a causa della crisi sanitaria di Covid-19. Sono più numerosi i residenti delle regioni Nord-Orientali (48%) e delle grandi città (45%) dove la diffusione del virus è stata più forte.
Una differenza di comportamento che può essere spiegata dalla funzione di sicurezza fornita dalla confezione e che sembra destinata a durare.

I risultati dell’indagine mostrano anche che un’ampia maggioranza dei francesi (61%) ritiene che i produttori non stiano compiendo sforzi sufficienti nella progettazione di imballaggi sostenibili. Tuttavia, non esiste una «nota sanzionatoria» da parte dei consumatori (il valore estremo negativo è del 17%).
La maggior parte degli intervistati ha un parere che si posiziona nel ‘probabilmente’ positivo o negativo. Ciò evidenzia un’assenza di certezza sicuramente legata alla mancanza di conoscenza delle azioni intraprese dagli industriali.

“L’imballaggio sarà sempre richiesto. È essenziale ma è giunto alla fine di un ciclo. Il futuro risiede nella sua reinvenzione. Molte innovazioni stanno emergendo tra gli industriali ma purtroppo sono molto poco conosciute dal grande pubblico “, afferma Olivia Milan, Direttore della fiera All4Pack.
Per far conoscere meglio la capacità innovativa del settore, All4Pack, ha selezionato alcune di queste innovazioni che verranno presentate agli operatori da alcuni dei suoi espositori in fiera:

  • Invenzione di una nuova materia prima riciclata a base di EPS al 100% (polistirene isotermico– il materiale più utilizzato al mondo per l’imballaggio) riciclato da prodotti post-consumo.
  • Imballaggi biodegradabili grazie all’utilizzo di un nuovo materiale a base biologica che può costituire un compost per l’agricoltura.
  • Imballaggi riutilizzabili fino a 1.000 volte per soddisfare le esigenze dell’e-commerce.
  • Processo innovativo di riciclaggio chimico che ricicla la plastica mista e contaminata.
  • Macchinari particolarmente innovativi che consentono cambiamenti di produzione molto rapidi:
    dalla produzione di scatole di cartone a maschere protettive in meno di due settimane o addirittura trasformazione di un robot trasportatore in robot aspirapolvere in grado di disinfettare 100 mq di superficie (negli ospedali) in 1 min.



Contenuti correlati

  • Hannover Messe 2023: la via per un’industria a impatto ambientale zero

    Le grandi sfide che il mondo deve fronteggiare oggi, quali il cambiamento climatico, la crisi energetica e le interruzioni delle catene di approvvigionamento, hanno tutte una caratteristica in comune: richiedono soluzioni high-tech innovative. Ecco perché ad Hannover...

  • Digitalizzazione, sostenibilità e innovazione, chiavi del futuro secondo Gruppo IMQ

    Si è tenuto questa mattina a Bollate, alle porte di Milano, l’evento “Together Toward Future”, durante il quale Antonella Scaglia, Amministratore Delegato di IMQ Group, ha illustrato alla platea, composta da stampa tecnica, stakeholder e clienti, la...

  • Mirai, la nuova sede Mitsubishi

    Il presidente e ceo Shunji Kurita di Mitsubishi Electric Europe insieme a Mario Poltronieri, presidente della filiale italiana di Mitsubishi Electric hanno inaugurato i nuovi uffici italiani all’interno dell’Energy Park di Vimercate pensati per supportare al meglio...

  • Grande successo per la ventesima edizione di AMB

    La ventesima edizione di AMB, Fiera internazionale per la lavorazione dei metalli ha registrato un’atmosfera stimolante nei padiglioni e tra gli operatori del settore. Per 5 giorni il quartiere fieristico di Stoccarda ha visto passare 64.298 visitatori e 1.238 espositori...

  • Altair digital twin
    Digital Twin, la tecnologia che piace alle aziende fa il botto

    Altair ha reso noti i risultati di un’indagine internazionale indipendente che conferma un’impennata nell’adozione della tecnologia digital twin a livello mondiale. L’indagine, condotta su oltre 2.000 professionisti, ha misurato in che modo le organizzazioni – in tutti...

  • Conto alla rovescia per Xylexpo 2022. Tutto pronto per Xylexpo Digital

    Chiusa ormai da giorni la vendita degli spazi: “Quest’anno abbiamo preferito evitare ogni dispersione, facendo tutto il possibile per concentrare la presenza degli espositori in due padiglioni, evitando così “appendici” che avrebbero avuto meno appeal per i...

  • Un futuro tra sostenibilità e ‘automazione universale’

    Alla più recente edizione della fiera di Hannover, Schneider ha illustrato la propria visione sul futuro dell’industria, necessariamente proiettato verso un modello di sviluppo sostenibile, basato al 100% su tecnologia digitale ed energia elettrica. Anche l’automazione industriale...

  • Un successo che parte dalla flessibilità

    SEW-Eurodrive, grazie al proprio servizio di mappatura con soluzioni di consignment stock, è riuscita ad azzerare i costi di fermo impianto di Laurieri, garantendo efficientamento, flessibilità, sostenibilità Leggi l’articolo

  • Il punto di vista di Bosch Rexroth sulla sostenibilità

    Si può essere davvero green quando si parla di produzione industriale? Secondo Bosch Rexroth sì, non solo perché tutte le sue sedi sono carbon-neutral, ma anche perché offre prodotti e soluzioni sostenibili per il mondo dell’automazione. Per...

  • L’appuntamento con l’industria digitale è a Piacenza in occasione di Macchine Connesse

    Macchine Connesse è un momento di incontro e confronto tra i protagonisti del settore: coloro che giorno dopo giorno costruiscono, vendono e utilizzano macchinari industriali, e che oggi si trovano a dover abbracciare una logica data-driven che...

Scopri le novità scelte per te x