Carenza di materie prime: ‘l’onda lunga’ della pandemia

Pubblicato il 14 giugno 2021

È ormai da parecchio che si sente parlare di ‘shortage’, ovvero la carenza di materie prime che il mercato sta attualmente vivendo. Mancano legno, ferro, rame e molti altri elementi necessari per realizzare svariati beni, dai mobili da arredamento alle playstation, dalle latte in alluminio per alimenti ai cavi per le telecomunicazioni… La causa principale va individuata nella pandemia che ha ritardato le operazioni di estrazione e distribuzione di queste materie dai Paesi di provenienza, nonché la loro lavorazione per realizzare i componenti secondari di pari importanza. Alcuni Stati e aziende più previdenti, poi, si sono ‘accaparrati’ la gran parte delle scorte esistenti e oggi le impiegano a loro uso e consumo. Il rallentamento dell’export e degli scambi commerciali legato al Covid-19 ha ulteriormente contribuito alla crisi.

Qui la testimonianza di Andrea Rossi, founder e CEO di ICS Industrial, società con sede a Milano, attiva del mondo dell’elettronica.

Come si è arrivati a questa situazione di carenza critica?
Andrea Rossi: “I fornitori di semiconduttori producono per lo più in Cina. Nel marzo e aprile dello scorso anno, in pieno lockdown cinese, le fabbriche hanno interrotto o rallentato considerevolmente la produzione. E l’onda lunga si sta abbattendo ora sui mercati. Inoltre, durante il 2020 due settori, in particolare, hanno aumentato la domanda di componenti, l’elettromedicale e le telecomunicazioni. Il primo per la necessità di produrre dispositivi per contrastare la pandemia (si pensi ai respiratori ma anche ai termometri, ai saturimetri), il secondo perché lo smartworking e la DaD richiedono (e richiederanno) investimenti massicci in tecnologie di comunicazione da remoto. Gli stock globali di componenti disponibili per gli altri settori si sono ridotti notevolmente e i danni sono emersi proprio in queste settimane. Il portato di queste cause è una difficoltà diffusa, da parte dei fornitori di prodotti contenenti materiale elettronico, nell’approvvigionamento di parti fondamentali”.

Anche i prezzi dei componenti sono aumentati a dismisura…
Rossi: “Chi detiene gli stock di semiconduttori naturalmente ha tra le mani qualcosa di molto simile all’oro. I prezzi sono in costante rialzo (abbiamo visto quotazioni sino a 10/15 volte il valore di mercato in tempi normali)”.

Un ulteriore problema da non sottovalutare è costituito dalla contraffazione.
Rossi: “Poiché i componenti sono di difficile reperibilità, il mercato dei componenti contraffatti, già florido, si sta espandendo a ritmi sostenuti. Alcune aziende asiatiche, per esempio, sono impegnate a riprodurre gli schemi elettrici presenti nelle schede tecniche dei componenti originali e a produrre componenti contraffatti apponendo sulla superficie dei ‘chip marcature’ che ricalcano quelle originali. Talvolta è decisamente arduo riconoscere un componente originale da uno contraffatto, anche per un ingegnere elettronico o un esperto del settore. Le tecniche utilizzate sono oggi raffinatissime. Una volta montati sulle schede, o il componente funziona, oppure restituisce valori non conformi e non in linea con la scheda tecnica. In questo secondo caso, il danno è fatto. Si dovranno impiegare tempo e risorse umane per la rilavorazione della scheda. Immaginiamo per esempio un lotto di produzione di 5.000 unità: il danno può rivelarsi enorme”.

Ci saranno ripercussioni anche a livello sociale?
Rossi: “Le conseguenze di questa crisi hanno un impatto diretto sui tempi di consegna dei prodotti finiti, sui posti di lavoro, sui prezzi, soprattutto nel caso in cui questa crisi si dovesse protrarre a lungo. La perdita di commesse importanti per la sopravvivenza di un’azienda potrebbe portare alla necessità di misure anche ai danni dei lavoratori”.

Azienda con sede a Milano, ICS Industrial opera nel mercato dei semiconduttori. ICS sta per ‘I Choose Shenzhen’ (Io Scelgo Shenzhen), una dichiarazione di intenti poiché Shenzhen è riconosciuta come la ‘capitale’ dell’hardware. Il 90% dell’elettronica mondiale viene scambiato lì. L’azienda nasce per consentire a realtà afferenti a numerosi altri settori di eliminare i passaggi superflui nell’acquisto di componenti elettronici. La sua peculiarità è infatti avere partnership radicate a Shenzhen.

Fonte Pixabay_ivanacoi



Contenuti correlati

  • Si rafforza la partnership fra KEB Automation e Promotech

    KEB Automation, multinazionale che sviluppa soluzioni meccaniche ed elettroniche per l’automazione industriale e Promotech, noto player nella distribuzione di materiale elettrico ed elettronico, rinnovano l’accordo di collaborazione e rafforzano la partnership con l’obiettivo di una reciproca estensione...

  • Digi-Key Electronics ha ricevuto il premio Distributore mondiale dell’anno da Memory Protection Devices

    Digi-Key Electronics, che offre la più vasta selezione al mondo di componenti elettronici a magazzino per la spedizione immediata, ha ricevuto da Memory Protection Devices (MPD) il riconoscimento di Distributore mondiale dell’anno per il 2021. MPD è...

  • A SEMI ISS Europe 2022 si parla di resilienza della catena di approvvigionamento, sostenibilità, forza lavoro

    Il simposio sulle strategie industriali Industry Strategy Symposium Europe (ISS Europe), organizzato da SEMI, riunirà esperti del settore, dirigenti e ricercatori il 30 maggio 2022 a Bruxelles, in Belgio, per analizzare il mercato della microelettronica e approfondire...

  • Neurala debutta a SPS Italia

    Neurala, azienda che sviluppa di software per applicazioni di visione artificiale che utilizzano l’IA, ha annunciato il lancio di nuove funzionalità di Vision AI, che saranno presentate nel corso della fiera SPS Italia che si terrà a...

  • Tanti modi possibili per gestire e produrre l’energia

    La diffusione dei sistemi di accumulo può cambiare in modo radicale la fruibilità delle fonti di energia rinnovabili, che diventano meno intermittenti e più affidabili. Anche l’energia nucleare sta cambiando, con la ricerca che si concentra su...

  • From Design to Assembly

    Parliamo di circuiti stampati. A Vicenza la prima fiera europea dedicata a PCB, Pcba ed EMS. Quando? 18 e 19 maggio 2022 Leggi l’articolo

  • Dominare le onde

    L’innovazione di Melcal per il settore offshore attraverso le soluzioni Bosch Rexroth: due nuovi modelli di gru per affrontare le condizioni più estreme in sicurezza Leggi l’articolo

  • Crisi delle materie prime: non solo energia

    Il dramma bellico e umanitario dell’Ucraina ha smascherato anche la fragilità dei mercati internazionali, che sono globalizzati ma niente affatto liberi, soprattutto in tema di materie prime. Oltre all’energia, nuovi pericoli incombono anche sulle forniture di beni,...

  • 2021: un anno di grandi successi per Yaskawa

    21Tra gennaio e dicembre 2021, il numero di robot Motoman di Yaskawa venduti nel nostro Paese è cresciuto del +139% rispetto al 2020, superando del +39% anche i risultati del 2019, l’ultimo anno pre-pandemia. I dati del...

  • A gennaio 2022 forte aumento del prezzo dell’energia e delle materie prime, +660% e +45% sul pre Covid

    L’aumento brusco del prezzo di materie prime ed energia a gennaio 2022 si sta riflettendo con sempre più intensità sulle imprese lombarde e sulle prospettive economiche generali. È quanto emerge da un’analisi del Centro Studi di Assolombarda,...

Scopri le novità scelte per te x