ServiceNow: quali sono i trend tecnologici del 2022?

Pubblicato il 6 aprile 2022

Le aziende che speravano in un anno tranquillo dopo il 2020 sono state senza dubbio sorprese da come le trasformazioni siano avvenute ancora più velocemente nel 2021. Le organizzazioni di ogni forma e dimensione sono state costrette a intensificare i percorsi di innovazione digitale, occupandosi di tutto, dalla sostenibilità data-driven alle soluzioni di lavoro da remoto cloud-first, per riuscire ad affrontare circostanze in costante cambiamento. E questa tendenza non mostra segni di rallentamento.

Un concetto è chiaro: la trasformazione continua era, e rimane, la chiave per stare al passo con i tempi. Per saperne di più su che trasformazioni possiamo aspettarci prossimamente, ne ho parlato anche con Ollie O’Donoghue, analista senior di Teknowlogy, in un recente podcast. Ecco cosa è emerso.

Un passaggio a modelli operativi adattivi 
Ogni organizzazione di successo deve essere in grado di adattarsi a cambiamenti costanti e imprevedibili. La pandemia di COVID-19 ci ha indicato come le aziende debbano essere in grado di innovare in modo rapido ed efficace.

Il cambiamento provocato dalla pandemia è stato difficile ma di breve durata. Le organizzazioni dovrebbero invece puntare su un cambiamento permanente nelle loro attività, creando un modello operativo adattivo, basato su un’architettura modulare che sia sufficientemente resiliente in modo da reagire rapidamente agli eventi avversi. Questo è possibile implementando un’architettura composita, con funzionalità business in pacchetti e basate su un data fabric flessibile. Attraverso un design modulare, è possibile ricomporre quando necessario ed essere flessibili di fronte alle interruzioni. Quest’anno ci aspettiamo che molte aziende puntino su questo modello operativo, cercando soluzioni aziendali che garantiscano la flessibilità per trasformare le operazioni in un attimo.

Il potenziale trasformativo del 5G
Il 5G è stato lento a decollare, ma enormi implementazioni e un’accelerazione nel 2021 hanno portato molti a credere che il 2022 potrebbe essere finalmente l’anno in cui il 5G diventerà mainstream. La tecnologia promette velocità più elevate, connettività senza interruzioni e bassa latenza, ma questi vantaggi non sono l’unica prospettiva entusiasmante del 5G. È prevedibile che il 5G sarà il catalizzatore di molte iniziative di trasformazione digitale, alimentando tutta una serie di tecnologie come l’intelligenza artificiale, l’edge computing e le implementazioni Internet of Things (IoT). Solo il tempo dirà se il 5G si diffonderà abbastanza da dare vita al futuro della tecnologia, ma le organizzazioni dovrebbero iniziare a prepararsi per affrontare l’impatto trasformativo che potrebbe avere sulle attività.

Le attività di Environmental Social Governance (ESG) diventano una priorità
Le organizzazioni stanno fortunatamente investendo nella sostenibilità e nel business responsabile, per questo nei prossimi mesi continuerà l’attenzione nei confronti delle attività ESG che porterà probabilmente a maggiori operazioni in aree come il clima, la diversity e l’ambiente.

Il motivo di questa tendenza è semplice: le politiche ESG sono diventate un chiaro criterio di distinzione sia per i consumatori che per i clienti e influenzando il modo in cui le persone lavorano, acquistano o investono. Gli standard ESG stanno diventando più elevati e le aziende non possono permettersi di restare ferme.

La risposta è mettere le attività ESG al centro di tutte le operazioni di trasformazione. Diverse aziende lo hanno già fatto. Amazon, ad esempio, ha recentemente annunciato che diventerà carbon neutral entro il 2040, un’ambizione condivisa da molti nel settore tecnologico. ServiceNow invece, crea gli strumenti e le piattaforme per trasformare queste ambizioni in realtà. La nostra soluzione ESG integrata, ad esempio, è progettata per aiutare le organizzazioni a pianificare, gestire e governare i programmi e le iniziative ESG.  

Allineare persone e processi intorno ai flussi di valore dei clienti
La digitalizzazione ha cambiato radicalmente i rapporti delle persone con le aziende. Le tradizionali interazioni di un mercato di massa sono sostituite da interazioni più personali. Per questo sempre più organizzazioni si orientano sulla base dell’esperienza del cliente. In pratica, questo significa allinearsi al percorso cliente e assicurarsi che tutti i processi siano focalizzati sulla fornitura di esperienze clienti eccezionali. Sembrerebbe ovvio, ma un’azienda che si basa troppo su silos isolati si allineerà più difficilmente con le attività del cliente.

Per raggiungere questo obiettivo, ci aspettiamo che le aziende guardino alla tecnologia dei workflow per gestire in modo olistico applicazioni, soluzioni e servizi durante l’intero ciclo di vita. L’obiettivo di questa tecnologia è unificare gli spazi di lavoro e i processi per creare un’unica fonte di verità. Il valore delle interazioni personalizzate è immenso, adottare una tecnologia che aiuta ad allineare i processi e gli obiettivi con il cliente è fondamentale.

Guardando al futuro
Con l’aumentare del ritmo del cambiamento, i prossimi anni saranno senza dubbio ricchi di incertezze e interruzioni, rendendo la trasformazione continua non solo la chiave per la crescita del business, ma anche per la sopravvivenza. Per questo motivo, le organizzazioni che privilegiano l’agilità e utilizzano la tecnologia per costruire un modello operativo resiliente saranno perfettamente posizionate per affrontare le prossime sfide.

Nerys Mutlow, Evangelist and Chief Innovation Officer ServiceNow



Contenuti correlati

  • L’automazione: un’opportunità unica di carriera

    L’ automazione esiste da decenni, ma nella maggior parte dei casi è stata adottata in modo limitato, assicurando una produttività più elevata a specifici ambiti aziendali piuttosto che facilitando una trasformazione sistematica. Negli ultimi 15 anni qualcosa...

  • I robot alla conquista delle PMI

    La metà delle PMI italiane sta pianificando l’introduzione di robot in azienda, mentre il 14% li ha già introdotti. Questi i risultati di una ricerca effettuata da fruitcore robotics, azienda di deep-tech nata in Germania nel 2017,...

  • Mondo tech: come creare certezze in uno scenario incerto?

    Oggi gli effetti di uno scenario instabile coinvolgono tutti, aziende consolidate e start-up, organizzazioni del settore pubblico o privato, grandi e piccole. L’incertezza politica, la crisi economica e l’impatto prolungato della pandemia di Covid-19 hanno reso difficile...

  • Johnson Controls e Accenture: due OpenBlue Innovation Center basati su AI

    Accenture e Johnson Controls collaboreranno alla realizzazione e alla gestione di due nuovi OpenBlue Innovation Center, che supporteranno lo sviluppo di prodotti e servizi a marchio JCI per i sistemi di controllo degli edifici che utilizzano tecnologie...

  • La nuova soluzione software digital twin di Schneider Electric

    EcoStruxure Machine Expert Twin di Schneider Electric è una soluzione software digital twin scalabile per gestire l’intero ciclo di vita della macchina. Questo software permette ai costruttori di macchine di creare modelli digitali di macchine reali, per poterle...

  • Il manifatturiero adotta l'intelligenza artificiale. Lo dice Google Cloud
    La soluzione per l’analisi dei dati Altair Unlimited

    Altair, tra i leader nel settore della scienza computazionale, dell’HPC (High Performance Computing) e dell’intelligenza artificiale (AI), è entusiasta di annunciare il lancio dell’appliance Altair Unlimited per l’analisi dei dati, una soluzione “chiavi in mano” che democratizzerà...

  • Rinnovato il board di Ucimu-Sistemi per Produrre per il 2022-23

    Chiamata a rinnovare le cariche sociali, l’assemblea dei soci di UCIMU-Sistemi per Produrre, ha confermato Barbara Colombo alla presidenza della associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazioneper il biennio 2022-2023. Barbara Colombo (FICEP, Gazzada...

  • Schneider Electric nomina Silvia Olchini Vice Presidente Secure Power

    Silvia Olchini è il nuovo Vice Presidente della divisione Secure Power di Schneider Electric Italia; la manager ha assunto questo ruolo a partire dal 1 luglio 2022. La nomina arriva dopo l’esperienza in Schneider Electric nella Business...

  • ABB apre un campus di innovazione e formazione presso B&R in Austria

    ABB ha inaugurato il suo nuovo campus per l’innovazione e la formazione presso la sede di B&R a Eggelsberg, in Austria, centro globale per l’automazione di macchine e fabbriche del gruppo. Il campus creerà fino a 1.000...

  • Pharma 4.0: il ruolo centrale della robotica e dell’automazione

    Nel biomedicale e nelle produzioni altamente regolamentate, sono sempre più utilizzati robot capaci di operare in ambienti sterili, o a contaminazione controllata, e capaci di sopportare cicli intensivi di sanificazione. Un esempio sono le soluzioni robotiche di...

Scopri le novità scelte per te x