Sercos approda in Italia con un convegno

Una giornata dedicata a Sercos: questo l'obiettivo centrato della prima convention italiana dedicata a Sercos, fra presentazioni tecniche e area espositiva. Guarda l'itervista esclusiva a Peter Lutz

Dalla rivista:
Fieldbus & Networks

 
Pubblicato il 8 marzo 2016

Si è tenuta la scorsa settimana, al Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso di Bergamo, la prima convention italiana di Sercos International, il consorzio che promuove e sviluppa il protocollo del bus di automazione Sercos, giunto all’attuale versione Ethernet industriale Sercos III.

Durante la giornata si sono susseguite varie presentazioni tecniche tenute da aziende aderenti al consorzio, come Bosch Rexroth, Hilscher Italia, HMS Industrial Networks e Schneider Electric, atte a spiegare le potenzialità e le modalità di funzionamento di Sercos III. Peter Lutz, managing director di Sercos International, ha aperto i lavori illustrando gli aggiornamenti alle specifiche di Sercos oggi allo studio o in via di sviluppo e le prospettive future. Egli ha inoltre sottolineato come Sercos III, protocollo nato per supportare la comunicazione realtime in svariate tipologie di applicazioni, dalle macchine utensili, a quelle per la stampa, al packaging, conti a oggi una base installata a livello mondiale, includendo anche le versioni Sercos I e II, pari a 6 milioni di dispositivi. 

Peter_Lutz_SercosLutz ha anche affermato che le attuali soluzioni di comunicazione industriali devono continuare a evolversi per essere in grado di supportare tecnologie come l’Internet of Things in ambito industriale e approcci quali Industry 4.0. Sercos affronta le sfide della comunicazione industriale sulla base del principio della ‘coesistenza’, ossia la capacità di trasmettere sullo stesso canale sia dati realtime, sia non in tempo reale, sfruttando un protocollo Industrial Ethernet come Sercos III che è in grado di assicurare determinismo, sincronizzazione e realtime communication.

I prossimo sviluppi tecnologici cui Sercos International sta lavorando riguardano l’interfacciamento verso il campo ‘basso’, integrando IO-Link, e verso i livelli superiori di gestione, tramite OPC UA.

Un approfondimento sulla tecnologia sarà disponibile sul prossimo numero di maggio di Fieldbus&Networks.

Ilaria De Poli



Contenuti correlati

  • RT-Labs introduce U-Phy: un bus di campo unificato attivato via software

    RT-Labs ha annunciato il lancio di U-Phy, una nuova soluzione basata su software che gli sviluppatori di dispositivi industriali possono utilizzare per eseguire su progetti hardware aperti con due dei più diffusi protocolli di comunicazione industriale (fieldbus):...

  • Nel metaverso, per un’industria più sostenibile

    Incentrato sul tema della sostenibilità, Schneider Electric ha tenuto online il suo Innovation Summit World Tour, dove ha illustrato le tecnologie e le soluzioni che è in grado di offrire al mondo della produzione. Le prime tappe...

  • Una partnership per l’ottimizzazione produttiva

    A Plovdiv, in Bulgaria, nel sito produttivo di Schneider Electric, Cognex ha sviluppato una soluzione di automazione dell’ispezione della produzione con le telecamere intelligenti In-Sight D900 dotate di tecnologia deep learning Leggi l’articolo

  • Sistemi di tracciabilità e monitoraggio

    L’adozione di sistemi di tracciabilità e monitoraggio degli asset basati sulla tecnologia IoT consente alle aziende di ottenere i dati necessari per migliorare la gestione dei cicli produttivi complessi e delle apparecchiature di produzione Leggi l’articolo

  • Abilitatore di tecnologie per l’Industria 4.0: Profibus, Profinet, IO-Link e… Omlox

    Il comparto dell’automazione è il contesto di riferimento in cui opera il Consorzio PI Italia, e proprio per questo l’incontro è stato aperto da un’indagine, elaborata da EMG Different, società milanese di ricerca, che si è rivolta...

  • Le tecnologie per la produzione flessibile del futuro

    Oggi possiamo adottare un nuovo approccio al trasporto dei prodotti nei processi produttivi grazie a sistemi multi carrier Leggi l’articolo

  • Industrial 5G: benefici e opportunità per il manifatturiero

    Parliamo dei vantaggi e delle opportunità che l’utilizzo delle reti 5G offre in ambito industriale grazie alla possibilità di gestire una notevole mole di dati velocemente e con tempi di latenza ridotti Leggi l’articolo

  • Sistemi evoluti per motori all’avanguardia

    L’innovativa linea di produzione e assemblaggio della storica azienda di motori per motoveicoli Minarelli è stata sviluppata e messa a regime con le soluzioni smart manufacturing di Bosch Rexroth Leggi l’articolo

  • Packaging 4.0 ready

    Il cuore di Industria 4.0 è la connettività. Sfruttando i gateway/router Ewon Cosy 131 e Flexy 205, le macchine di Cama Group sono in grado di assicurare evidenti benefici all’utilizzatore finale, oltre che al costruttore Leggi l’articolo

  • Industrial 5G: benefici e opportunità per il manifatturiero – versione integrale

    Parliamo dei vantaggi e delle opportunità che l’utilizzo delle reti 5G offre in ambito industriale grazie alla possibilità di gestire una notevole mole di dati velocemente e con tempi di latenza ridotti Leggi l’articolo 

Scopri le novità scelte per te x