Sensori di precisione Hyperwave da Gefran per rettifica e lucidatura del metallo

La precisione dei sensori Hyperwave: così Gefran risponde alle richieste nelle applicazioni di rettifica e lucidatura del metallo

Pubblicato il 24 settembre 2020

In un settore fortemente competitivo come il metal, la vera sfida si gioca sulla capacità di garantire sistemi completi, affidabili e, al contempo, semplici da utilizzare. In virtù di un’expertise maturata in oltre 50 anni, Gefran si posiziona sul mercato come player in grado di offrire soluzioni che integrano gamme di prodotto con tecnologie di controllo per la lavorazione del metallo, connotate dai più elevati standard di precisione. Si distinguono, in tal senso, i sensori firmati Gefran e, nello specifico, il trasduttore di posizione senza contatto WPG-A della serie Hyperwave, ideale per applicazioni di rettifica e lucidatura del metallo.

Accurato controllo sia della posizione delle teste abrasive, con una precisione fino a 0,1 mm, sia del loro spessore: sono i principali requisiti richiesti per assicurare la massima efficienza produttiva di macchine progettate per smerigliare e lucidare tubi, barre e profili piani. Da un lato, infatti, i componenti in lavorazione possono avere uno spessore compreso tra 0,5 e 300 mm e, pertanto, occorre monitorare il posizionamento e il consumo dei dischi abrasivi delle varie stazioni di lavoro che, oltre a presentare una granularità differenziata, sono disposti ad altezze diverse rispetto alla tavola di lavoro. Dall’altro, è necessario conoscere lo spessore degli elementi abrasivi allo scopo di programmare, al di sotto di un valore soglia predeterminato, l’arresto della macchina per consentire la sostituzione dell’utensile. In aggiunta, ai fini di una corretta lettura, è indispensabile che i trasduttori siano installati direttamente nell’area di lavoro, con la conseguente esposizione dei sensori all’azione di polvere e liquidi di raffreddamento.

Gefran soddisfa queste specifiche esigenze grazie al trasduttore di posizione assoluto magnetostrittivo WPG-A della serie Hyperwave, abbinato all’indicatore 40T96. Il sistema di rilevamento del sensore permette di esprimere un controllo puntuale, con una ripetibilità pari a 0,1 mm, in virtù di un errore di linearità particolarmente ridotto ≤ ± 0,04% F.S. e una risoluzione di lettura inferiore a 0,5 µm. Il modello WPG-A, con corsa elettrica 300mm, cursore a slitta e snodo assiale modello PCUR210, si caratterizza per un profilo in alluminio ribassato, ideale per l’installazione in spazi ristretti. Inoltre, l’involucro completamente impermeabile assicura un grado di protezione ambientale IP67, garantendo condizioni di lavoro ottimali anche in presenza diretta di polvere e liquidi. Ulteriore punto di forza, che distingue l’intera gamma Hyperwave, è la superiore durata di funzionamento, unitamente all’assenza di manutenzione: l’eliminazione del contatto meccanico, infatti, rende il sistema praticamente immune all’usura, riducendo sensibilmente i fermi macchina.

Infine, l’attivazione delle soglie di allarme è affidata all’indicatore Gefran 40T96, con ingresso universale e display fino a 4 cifre. Nel caso specifico di stazioni di lavoro con spazzole in tynex o ruote in sisal con paste abrasive, impiegate in funzione del risultato finale desiderato, la soglia di fermo macchina è stata impostata per un valore della mola inferiore ai 20mm di spessore. Lo strumento 40T96, disponibile nella versione con 4 uscite di allarme indipendenti, ritrasmissione e alimentazione del trasmettitore, assicura un tempo di campionamento regolabile da 120ms a 15ms. La comunicazione seriale mediante protocollo Modbus permette, altresì, il collegamento dell’indicatore ai sistemi di supervisione e PLC. In ultimo, la configurazione risulta particolarmente semplice ed intuitiva grazie al software dedicato GF_eXpress, comune a tutte le soluzioni Gefran.

Edoardo Zilioli, Product Marketing Manager – Sensors di Gefran dichiara “L’esperienza nella produzione di trasduttori rettilinei di posizione assoluti a tecnologia magnetostrittiva, ha permesso a Gefran di rispondere con successo alle molteplici necessità di ripetibilità di posizionamento, elevata risoluzione della lettura e resistenza in ambienti di lavoro gravosi, richieste nelle applicazioni di rettifica e lucidatura del metallo” e conclude “In particolar modo, il binomio tra i trasduttori di posizione Hyperwave WPG-A e l’indicatore 40T96 consente la realizzazione di un controllo estremamente preciso delle stazioni di lavoro oltre ad assicurare, al contempo, un costo ancora più competitivo per i nostri clienti”.



Contenuti correlati

  • Arrow Dani edge
    Edge Computing al servizio delle persone con mobilità limitata con Arrow

    Arrow Electronics ha presentato il nuovo progetto Data Analytics & Network Innovation, noto anche come “Progetto Dani“, che contribuisce a migliorare la vita delle persone che utilizzano la sedia a rotelle e di coloro con mobilità limitata....

  • A SPS Italia 2022, la visione ‘sostenibile’ di Gefran

    Parliamo di ESG, ovvero di aspetti ambientali, sociali e di governance aziendale. Oggi più che mai, infatti, l’attenzione del pubblico è catalizzata dai temi della sostenibilità, dell’inclusione sociale e dell’etica aziendale. L’automazione in questo scenario può fare...

  • Pilz festeggia un anno record e guarda con fiducia al 2022

    Che il tema della sicurezza sia questione di DNA in Pilz lo si capisce subito, così come si percepisce quello spirito di famiglia, di comunità, che da sempre la contraddistingue nonostante una presenza ormai globale. Ancora azienda a...

  • Soluzioni Gefran per il controllo del processo di sterilizzazione degli alimenti in scatola

    Nell’automazione di processo del settore agroalimentare e, in particolar modo, nella sterilizzazione degli alimenti in scatola, il controllo accurato di temperatura e pressione delle autoclavi è un requisito indispensabile per soddisfare gli standard di conformità alimentare. Al...

  • EPHJ, la più grande fiera svizzera, festeggia il suo ventesimo anniversario con un’edizione promettente

    Nel settembre 2021, EPHJ è stato il primo salone a riaprire in Svizzera dopo la crisi sanitaria. Una scelta audace accolta con favore dai leader dell’alta precisione che vi hanno partecipato e dai visitatori, la cui qualità...

  • Gefran a SPS presenta la digitalizzazione pervasiva e sostenibile

    Gefran partecipa alla decima edizione di SPS Italia, appuntamento dedicato alle tecnologie al servizio della trasformazione digitale, che torna in presenza dal 24 al 26 maggio (Padiglione 3, Stand F007). I visitatori saranno accolti in uno stand...

  • È trasparente ma…

    I sensori per oggetti trasparenti, con tecnologia UV brevettata, rilevano la presenza di fogli di plastica trasparente durante la termoformatura Leggi l’articolo

  • Ispezione di qualità

    Novio Packaging ha scelto un sistema di visione Omron serie FH per la sua linea di produzione di bottiglie in Danimarca. Il sistema Omron garantisce che tutte le bottiglie spedite ai clienti siano della massima qualità, senza...

  • Cialde per caffè

    Dalla sinergia tecnologica Bosch Rexroth – Cama Group nasce la macchina Cama per la produzione di cialde per il caffè: un modello di flessibilità, precisione e sicurezza Leggi l’articolo

  • Cobot, più sicurezza nella collaborazione uomo-macchina

    Le innovazioni in sensori, intelligenza artificiale, machine learning migliorano la consapevolezza situazionale dei robot, consentendo loro di operare in prossimità degli operatori, senza necessità di recinzioni. Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x