Sensori di distanza Sick per applicazioni fino a 35 metri

Pubblicato il 14 marzo 2014

Sick introduce Dx35, un sensore di distanza per applicazioni fino a 35m. Luce rossa o infrarossa, classe laser 1 e 2: la famiglia di prodotti DX35, progettata per misurazioni fino a 12 metri su oggetti naturali o fino a 35 metri su catarifrangente, si adatta ad ogni applicazione. Sono infatti disponibili diverse varianti per la misurazione di oggetti naturali, offrendo sempre la massima affidabilità nel rilevamento e massima precisione nella misurazione, anche in caso di angoli elevati o di diversi tipi di superfici scure e/o riflettenti.

La precisione di risultati è garantita anche nel caso di oggetti lucidi, come, ad esempio, per determinare il diametro di bobine in alluminio o in acciaio in continuo movimento. Inoltre, la famiglia di prodotti Dx35 offre versioni ottimizzate per la misurazione su catarifrangente per le operazioni di posizionamento. Nelle applicazioni dove possono verificarsi interferenze causate dalla luce ambientale o da riflessioni, la tecnologia a tempo-di-volo (HDDM) dimostra il suo massimo livello di affidabilità. I sensori Dx35 utilizzano l’alta risoluzione della tecnologia HDDM (High Definition Distance Measurement) basata sul tempo di volo per rilevamenti affidabili e precisi. Il sensore emette una codificata sequenza di impulsi per effettuare la misurazione e, nello stesso tempo, per garantire l’immunità a ogni tipo di interferenza. Questa caratteristica rappresenta un vero vantaggio, soprattutto nel settore automobilistico, nei magazzini e nei sistemi, dove è importante prevenire la collisione di navette o veicoli a guida automatica (AGV), controllare gli spazi per l’allocazione merci nelle baie di immagazzinaggio e rilevare piccoli oggetti da lunghe distanze.

Grazie alla custodia compatta e alle diverse possibilità di fissaggio, i sensori di distanza Dx35 possono essere installati e allineati senza alcun problema. Il teach-in viene impostato in modo molto semplice utilizzando, a scelta, i tasti presenti sul dispositivo, un input multifunzionale oppure tramite IO-Link. Un’altra importante caratteristica è data dai campi di misura e di uscita, che possono essere fissati in un intervallo da 1ms a 64ms, regolando la misurazione in base al tipo di applicazione. A seconda del tipo di automazione, l’intera gamma di prodotto offre diverse possibilità: uscita analogica 4..20mA / 0..10V per misurazioni accurate e precise, ½ uscite digitali configurabili e interfaccia I/O Link per il controllo, la diagnostica e la visualizzazione delle opzioni.



Contenuti correlati

  • Sick propone smaRTLog: piena trasparenza nel flusso di materiali

    I cicli di trasporto nei processi di intralogistica non solo diventano sempre più flessibili e modulari, ma sempre più spesso si organizzano autonomamente. Affinché questo funzioni, ad esempio per ottimizzare la gestione dell’inventario o la qualità delle consegne, è necessaria...

  • Sistemi di visione

    Diamo qui una panoramica delle tecnologie e dei sistemi di visione, la cui presenza è sempre più indispensabile in tutti i processi produttivi e lungo l’intera supply chain Leggi l’articolo

  • Obiettivo evoluzione digitale: SICK partecipa all’edizione 2022 di SPS Italia

    Un’industria nazionale sempre più intelligente, digitale e flessibile. È il punto di incontro tra SICK e SPS Italia a Parma, dal 24 al 26 maggio. “La reputazione di SICK sul mercato è già ben consolidata quando si parla di...

  • Una soluzione ‘piccola’ ma efficace

    L’adozione di una camera 3D è stata la soluzione ai problemi nel processo di produzione di coperchi per bicchieri di carta. Ecco di quale si tratta Leggi l’articolo

  • AGV con ‘vista’

    Grazie al rilevamento preciso delle fessure dei pallet, ottenuto con la camera a tempo di volo 3D Visionary-T AP e la SensorApp di Sick, gli AGV del produttore Transolt prelevano i pallet a colpo sicuro Leggi l’articolo

  • Rafforzare la competenza IIoT: SICK acquisisce Mobilisis

    Le soluzioni wireless colmano le lacune tra sensori e IT. SICK espande la sua leadership tecnologica mondiale nella localizzazione digitale delle merci nel contesto di Industry4.0 e consente una perfetta integrazione negli ecosistemi dei clienti sia a livello di macchina...

  • SICK presenta il primo barcode scanner con connettività IIoT e Cloud

    Con il CLV615 IO-Link, SICK presenta il primo barcode scanner con IIoT integrato e connettività cloud. In combinazione con l’IO-Link Master SIG200, i dati letti dal dispositivo possono essere direttamente integrati e trasmessi ai principali sistemi IT tramite interfaccia REST...

  • Smart sensor

    Parliamo di ‘sensori intelligenti’, ovvero che, oltre alla capacità di effettuare misurazioni e rilevare grandezze, sono in grado di raccogliere i dati a contorno e trasmetterli ai livelli superiori per successive elaborazioni, abilitando soluzioni IoT e di...

  • Dispositivi e sistemi di sicurezza

    La tendenza a concentrare in un unico dispositivo funzioni diverse e a utilizzare un’unica rete condivisa spingono verso la semplificazione strutturale e logica dei sistemi, dove la sicurezza assume un ruolo sempre più centrale Leggi l’articolo

  • Sensori a ultrasuoni Wenglor per la misurazione della distanza

    Wenglor, azienda tedesca che sviluppa e produce sensori intelligenti, dispositivi di sicurezza e sistemi avanzati di elaborazione di immagini, introduce i sensori di distanza a ultrasuoni della serie U1RT, perfetta combinazione tra consolidata tecnologia a ultrasuoni delle...

Scopri le novità scelte per te x