Sensori capacitivi Leuze

Pubblicato il 7 aprile 2020

Con i sensori capacitivi Leuze è possibile rilevare anche il livello di riempimento di liquidi o di materiale sfuso a contatto diretto con il materiale o attraverso una parete del contenitore non metallica.
Pertanto, oltre al posizionamento di oggetti, altri campi di applicazione significativi sono il monitoraggio del flusso dei materiali, la protezione da overflow e il riconoscimento di perdite, ad esempio nell’intralogistica e nell’automazione di laboratorio.

Il controllo del contenuto durante l’imballaggio del prodotto e il controllo dell’altezza delle pile anche in caso di stampe riflettenti, rappresentano delle valide possibilità di impiego nel settore del packaging. Nella sfera del controllo della presenza, i sensori capacitivi riconoscono pressoché tutti i materiali e sono in grado di riconoscere anche le superfici riflettenti senza errori.

Con questi sensori è possibile riconoscere oggetti altamente strutturati e privi di forma stabile, come ad esempio il livello di riempimento di liquidi o di materiale sfuso, a contatto diretto con il materiale o attraverso una parete del contenitore non metallica, ed eseguire il controllo della completezza. Il funzionamento di questi sensori è affidabile e sicuro anche in ambienti molto polverosi o con elevata presenza di sporco. Varie forme e portate elevate completano la gamma di prodotti Leuze adatta pressoché a ogni ambito applicativo dell’automazione industriale.

L’assortimento include sensori capacitivi cilindrici, cubici, PTFE, IO-Link.

La forma cilindrica compatta è utilizzabile universalmente per svariate operazioni di riconoscimento. È disponibile, a scelta, un alloggiamento di plastica, acciaio inox o metallo. Per requisiti chimici più elevati, è disponibile anche una variante in PTFE (Teflon). La possibilità di regolazione della portata di riconoscimento consente un uso estremamente flessibile di queste varianti.

I sensori cubici in plastica con elevato grado di protezione sono disponibili in vari formati, ad esempio per il riconoscimento di perdite o come sensori per tubi. La possibilità di regolazione della portata dei sensori consente un funzionamento ottimale nonostante la dipendenza dal tipo di materiale.

I sensori PTFE, particolarmente resistenti, sono dotati di alloggiamento in Teflon (PTFE), e adatti ad elevate sollecitazioni chimiche dovute, ad esempio, all’uso di detergenti.

Per un’elevata trasparenza del processo, infine, non bastano gli stati di commutazione e i dati attuali del sensore. Il modello con interfaccia IO-Link consente l’ottimizzazione del processo, anche nell’ottica dell’Industria 4.0.



Contenuti correlati

  • Sistemi di stoccaggio Matter più precisi e sicuri con le tecnologie Leuze

    Leuze è stata scelta da Matter per dotare la propria produzione di sistemi di movimentazione intralogistica e di stoccaggio di tecnologia di posizionamento. Leuze vanta infatti un predominio riconosciuto nello sviluppo e produzione di queste tecnologiche di altissima...

  • RFID o bar code?

    Ricordate quasi 20 anni fa? Quando c’era un’atmosfera positiva e la tecnologia RFID stava vivendo un boom? L’RFID (Radio Frequency Identification) non è una tecnologia nuova. La fisica che ne è alla base è stata sviluppata all’inizio...

  • Leuze Sensor People
    Sicurezza assicurata nelle stazioni di trasferimento con i sensori e laser scanner Leuze

    Nelle applicazioni in cui i veicoli per il rifornimento dei corridoi interagiscono nelle stazioni di trasferimento con un collegamento diretto a un’area pericolosa, il funzionamento deve essere il più sicuro ed efficiente possibile: in tutta l’area, il...

  • Leuze alla SPS di Norimberga

    Dall’8 al 10 novembre, Leuze sarà presente alla fiera SPS di Norimberga, dove, con i suoi Sensor People, proporrà i Leuze Experience Days SPS Special con lo slogan “Connect to focus”. I clienti dell’azienda potranno scegliere tra diversi formati: incontrare personalmente i Sensor...

  • Guardare indietro con facilità con la telecamera IP LCAM 308 di Leuze

    I centri logistici che vogliono essere tutelati anche in caso di guasti o reclami sono al sicuro con la nuova telecamera IP LCAM 308 di Leuze. Consente il monitoraggio visivo di trasloelevatori e linee di trasporto. Anche nei...

  • Sensoristica e soluzioni d’avanguardia Leuze a SPS

    Alla prossima SPS di Parma Leuze, fornitore di sensori di commutazione e di misura, sistemi di identificazione, soluzioni per la trasmissione dati e l’elaborazione di immagini e componenti, formazione, servizi e soluzioni di sicurezza in ambito produttivo, presenterà ...

  • Un mondo in movimento – versione integrale

    Logistica e intralogistica, oltre che significare movimento, sono settori essi stessi in movimento. Verso l’automazione, le nuove tecnologie, l’efficienza, la sostenibilità. Per garantire al mondo della produzione e del retail immediatezza, sicurezza e redditività Leggi l’articolo

  • Un mondo in movimento

    Logistica e intralogistica, oltre che significare movimento, sono settori essi stessi in movimento. Verso l’automazione, le nuove tecnologie, l’efficienza, la sostenibilità. Per garantire al mondo della produzione e del retail immediatezza, sicurezza e redditività Leggi l’articolo

  • Function block IO-Link di Leuze

    Con i nuovi function block IO-Link, i Sensor People di Leuze introducono un potente strumento per i produttori e gli utenti: esso semplifica notevolmente l’integrazione dei dati dei dispositivi IO-Link nei programmi PLC. Gli utenti possono trasferire semplicemente e...

  • Leuze sensori GS
    Rilevamento affidabile coi sensori a forcella Leuze

    I nuovi sensori a forcella delle serie GS 04B e GS 08B di Leuze rilevano con assoluta affidabilità anche gli oggetti più piccoli. Sono ideali per un rilevamento affidabile in applicazioni ad alta velocità. Anche gli oggetti...

Scopri le novità scelte per te x