Segula supporta l’implementazione industriale delle 3 gigafactory di ACC

Pubblicato il 17 marzo 2023
Segula gigafactory

Con il mercato automobilistico europeo che sta rapidamente evolvendo verso l’elettrico, la necessità di batterie per equipaggiare i veicoli è in costante aumento, tanto che secondo la Commissione Europea, la domanda crescerà di 12 volte tra il 2018 e il 2030. Si tratta di una rivoluzione per il settore, che ora punta sulla reindustrializzazione e sullo sviluppo di un ecosistema di batterie, dimensionato per garantire la produzione necessaria sul continente europeo. Questa sfida è stata raccolta da ACC, azienda che opera nel mondo della tecnologia delle batterie per veicoli elettrici, che ha scelto Segula per supportare i suoi progetti di tre gigafactory dedicate alla produzione di celle e moduli per veicoli elettrici.

Nata nel 2020, ACC è il risultato di un’iniziativa guidata da Stellantis e TotalEnergies – con la sua filiale Saft – a cui si è aggiunta Mercedes-Benz, ed è fortemente sostenuta da Francia, Germania e Unione Europea. L’azienda sta crescendo a ritmi molto rapidi.

Negli ultimi due anni, Segula ha partecipato alla creazione del centro di ricerca e sviluppo di ACC a Bruges e del sito pilota di Nersac, entrambi in Francia, attraverso una collaborazione che ha mobilitato circa cinquanta ingegneri. Ora sta supportando la distribuzione di capacità delle gigafactory europee, a partire da quella situata a Billy-Berclau, nella regione Hauts-de-France. I servizi ingegneristici di Segula lavorano a stretto contatto su questo progetto di grande impatto, la cui prima linea di assemblaggio avvierà la produzione entro la fine del 2023.

Le attività di Segula supportano l’intera fabbrica del futuro, nell’industrializzazione di tutto il processo di produzione di celle e moduli.

“Si tratta di un progetto molto complesso che rappresenta l’industria del futuro, al quale siamo orgogliosi di partecipare,” ha commentato Franck Vigot, President Worldwide Automotive Department di Segula Technologies. “La nostra esperienza in ambito industriale, acquisita al servizio di attori emblematici in tutti i settori del mondo, rappresenta una risorsa importante per questo progetto. La collaborazione con ACC, che supportiamo da due anni ormai, ci posiziona ore come protagonista nel lancio di una gigafactory. Ci auguriamo di poterla condividere nei prossimi anni con tutti gli ingegneri e gli esperti che lavoreranno a questo straordinario impianto, una novità assoluta in Francia.”

“Segula Technologies dimostra costantemente la capacità di supportare con successo i produttori nel loro sviluppo, e siamo lieti di poter contare sul contributo di questo gruppo internazionale per il lancio dei nostri impianti. Averli al nostro fianco ci permette di aumentare la nostra forza, per accelerare ulteriormente la messa in funzione delle nostre gigafactory, con il tempo che rappresenta un elemento chiave della nostra competitività,” ha sottolineato Yann Vincent, CEO di ACC. “L’esperienza del team di Segula, gli strumenti messi a disposizione e la loro reattività sono risorse essenziali che stiamo già mettendo a frutto. Condividiamo la stessa ambizione per il progetto e il medesimo desiderio di applicare i migliori standard di eccellenza operativa, e non ho dubbi che insieme saremo in grado di realizzare un progetto industriale eccezionale.”

La gigafactory di Billy-Berclau è il primo step industriale nella tabella di marcia di ACC, che mira a raggiungere una capacità installata di 120 GWh entro il 2030 nei suoi tre siti europei. Questo primo progetto non è “gigante” solo di nome: le sue dimensioni sono senza precedenti. Ad esempio, il primo edificio ospiterà una linea di assemblaggio lunga 650 m, larga 100 m e alta 13 m, con una capacità produttiva di 13 GWh.

La gigafactory di ACC rappresenta una novità assoluta nel panorama industriale francese e un settore ricco di opportunità senza precedenti per profili qualificati in cerca di innovazione e sfide.

“Nei prossimi due anni assumeremo più di 300 persone, e per questo siamo alla ricerca di esperti in ingegneria, elettricità ad alta tensione, automazione e altro ancora,” ha affermato Franck Vigot. “Potremo contare sul nostro bacino di talenti internazionale e siamo convinti che questa tipologia eccezionale di progetto non mancherà di attrarre ingegneri in cerca di sfide, mobilità ed esperienze multiculturali, che supporteremo con una formazione su misura. Contribuire alla fabbrica del futuro è un’opportunità che non capita tutti i giorni.”



Contenuti correlati

  • Sono ufficialmente aperte le candidature per l’Altair Enlighten Award 2024

    Altair, attivo a livello mondiale nella computational intelligence, ha ufficialmente aperto le candidature per l’Altair Enlighten Award 2024. Presentato ogni anno in collaborazione con il Center for Automotive Research (CAR), il contest premia i più importanti progressi...

  • Il nuovo Regolamento Europeo sulle batterie

    La determinazione dell’inquinamento che deriva dallo smaltimento delle batterie, ad esempio delle auto elettriche, è stata, ed è tuttora, oggetto di polemiche su diversi fronti. Sebbene le vetture elettriche siano ampiamente considerate una soluzione più sostenibile rispetto...

  • Digitalizzazione e sostenibilità

    Parliamo di fonderie di alluminio che operano nel settore automobilistico producendo parti per il motore endotermico. La start up innovativa di questo mese è High Performance Die Casting, e sua fondatrice e CEO è Tiziana Tronci, membro...

  • Reti per il mondo dei trasporti

    Sistemi e dispositivi dotati di tecnologie ‘smart’ hanno di fatto soppiantato l’utilizzo di sistemi e reti tradizionali nel settore dei trasporti. Vediamo il caso dei tre ambiti automotive, ferroviario e aerospace La rapida evoluzione della tecnologia, unitamente...

  • TSN ridefinisce la connettività industriale

    Le soluzioni CC-Link IE RSN, implementate in svariati settori industriali in tutto il mondo, migliorano la produttività e competitività degli impianti Nel panorama dinamico di Industria 4.0 una nuova interconnettività sta investendo e trasformando il mondo produttivo:...

  • MadeInAdd offre all’automotive competenze e servizi con una marcia in più

    L’automotive è tra i settori più esigenti del manifatturiero, poiché implica grandi lotti, alta qualità e aggiornamento costante dei prodotti, in particolare con l’elettrificazione dei veicoli. In questo contesto l’additive manufacturing si pone come soluzione a molteplici...

  • Landi Renzo lancia il nuovo regolatore di pressione meccatronico per idrogeno

    Landi Renzo, noto a livello globale nel settore della mobilità con natural gas, biometano e idrogeno ha avviato lo sviluppo di regolatori elettronici di pressione per veicoli commerciali medi e pesanti con motori a combustione interna alimentati...

  • Comau: una soluzione per il collaudo di batterie di nuova generazione

    Comau è impegnata a sviluppare la strategia di digitalizzazione per una piattaforma di verifica di sistemi di batterie di nuova generazione nell’ambito di un consorzio multinazionale e multidisciplinare a supporto del progetto Fastest. All’interno  del progetto, Comau...

  • Siemens Heliox
    Ricarica rapida veicoli elettrici, Siemens acquisisce Heliox

    Siemens ha completato l’acquisizione di Heliox, che realizza soluzioni di ricarica rapida in corrente continua, al servizio di flotte di eBus ed eTruck e di veicoli passeggeri. Con sede nei Paesi Bassi, Heliox impiega circa 330 persone....

  • Microsoft Azure Quantum ElementsMicrosoft Azure Quantum Elements
    Microsoft supporta l’uso dell’AI e dell’high-performance computing per la ricerca scientifica

    Microsoft ha raggiunto un importante traguardo nell’ambito della ricerca scientifica, sfruttando la potenza computazionale del Cloud e i modelli di Intelligenza Artificiale avanzata. Grazie a queste tecnologie, il team Microsoft Quantum e gli scienziati del Pacific Northwest...

Scopri le novità scelte per te x