Schneider Electric: un progetto formativo per le scuole italiane nell’intesa con il Ministero dell’Istruzione

Pubblicato il 29 novembre 2021

Schneider Electric, rinnovando per il triennio 2021-2024 il protocollo di intesa con il Ministero dell’Istruzione già in essere, mette a disposizione di tutte le scuole italiane ad indirizzo tecnico e professionale unProgetto Formativo” strutturato, che comprende una serie di proposte, risorse e attività che l’azienda può dedicare agli istituti interessati.

L’obiettivo è arricchire i percorsi di studio con opportunità di acquisire competenze trasversali, legate alle tecnologie più innovative del mondo dell’energia, dell’automazione industriale, building automation, etc, e sperimentare le competenze relazionali e “immateriali” (le cosiddette soft skills) che sono sempre più importanti per un mondo del lavoro in costante evoluzione.

Il protocollo di intesa prevede in particolare la collaborazione in attività PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento – noti in precedenza come “Alternanza Scuola Lavoro” – per co-progettare interventi formativi e attività di orientamento in entrata verso le scuole secondarie e in uscita.

Schneider Electric ha messo a punto un nuovo “Progetto Formativo”  – consultabile da tutti gli istituti interessati sul sito del Ministero dell’Istruzione – frutto dell’attività per la formazione tecnica superiore e universitaria che l’azienda porta avanti da oltre 25 anni.

Il progetto dettaglia le proposte diversificate che l’azienda può realizzare rivolgendosi agli Istituti Tecnici, Istituti Professionali e agli Istituti Tecnici Superiori. Schneider Electric propone sia attività in presenzapresso le sedi dell’azienda in Italia o presso le scuole, sia attività da remoto, in modalità digitale. La formazione è orientata alla pratica e alla connessione con le reali esigenze dei territori e per questo motivo l’azione di Schneider Electric si rivolge non solo agli studenti e ai docenti, ma anche alla comunità di cui la scuola fa parte.

Stilando questo progetto, che presenta in modo dettagliato ciò che possiamo proporre e le referenze che ci consentono di garantire alle scuole contenuti di reale qualità e valore, abbiamo voluto dare un messaggio di grande concretezza rivolto agli istituti che ancora non conoscono il potenziale delle nostre proposte,” commenta Gianfranco Mereu, Responsabile delle Relazioni con le Scuole e le Università di Schneider Electric. “Il Ministero dell’Istruzione, dando visibilità al documento sulla sua piattaforma, lo ha reso disponibile verso tutto il pubblico raggiungibile e questo sta dando già i suoi frutti con nuovi contatti e con le richieste di vari Uffici Scolastici Regionali, come ad esempio quello della Regione Sicilia e della Regione Puglia, di contatti per siglare protocolli di intesa locali”. ha concluso Mereu.

Le attività che fanno parte del “Progetto Formativo” di Schneider Electric sono numerose:

  • corsi di informazione/aggiornamento per docenti dedicati alle tecnologie innovative, digitali e sostenibili, applicate ai settori dell’energia, dell’automazione industriale, della building automation, etc.
  • percorsi di PCTO, della durata di 40 ore, realizzati secondo il modello delle Accademie Schneider Electric (a tema Efficienza Energetica, Industria 4.0, Progettazione Elettrica) presso la sede dell’azienda a Stezzano (BG).
  • le Accademie Digitali Integrate, sviluppate in risposta all’emergenza pandemica per continuare l’attività formativa in remoto e che oggi si affiancano alla proposta in presenza –  con percorsi di 25 ore online, che comprendono anche attività laboratoriali e lo sviluppo di progetti green, digitali e sostenibili, oggetto di valutazione finale.
  • La “Libreria Digitale” e i webinar per i docenti: una piattaforma di archiviazione in cloud che ospita materiali quali presentazioni, video, lezioni registrate, proposte di esercitazione, testimonianze, casi tecnologici concreti che i docenti possono usare per la costruzione di lezioni a distanza e arricchire la proposta in presenza. Ad oggi sono disponibili oltre 250 contenuti su automazione e controllo industriale, distribuzione  elettrica, building automation, sicurezza macchine, UPS, illuminazione di emergenza, etc.
  • I webinar “Portare la Trasformazione Digitale e la Sostenibilità a Scuola”: sessioni digitali attivate con gli istituti, con contenuti tecnologici polivalenti che vanno dalla digitalizzazione alla sostenibilità, fruibili da docenti e studenti in più sessioni e strutturati in modo interattivo.

A quanto sopra si aggiunge anche la collaborazione per la progettazione e creazione di laboratori tecnologici nelle scuole e l’organizzazione di incontri e seminari tecnici presso gli istituti che si rivolgano anche ai professionisti di settore, allo scopo di fare della scuola lo “snodo centrale” di una rete di diffusione di competenze e opportunità sul territorio.

Numeri e nuovi obiettivi per un percorso apprezzato dal mondo scolastico
Il valore aggiunto delle proposte formative Schneider Electric può essere testimoniato dai rilevanti “numeri” che misurano e il successo di queste proposte negli anni più recenti, e dagli obiettivi ambiziosi che l’azienda si propone per il futuro.

Le “Accademie Efficienza Energetica” e “Accademia Industria 4.0” Schneider Electric nel triennio 2016-2019 sono state frequentate da oltre 3.500 studenti, cui si aggiungono gli oltre 1.500 che hanno partecipato, tra il 2020 e il 2021, alle “Accademie Digitali Integrate”; la “Libreria Digitale” è in uso di circa 700 docenti di varie tipologie di scuole di tutta Italia;  i webinar hanno già coinvolto più di 2.500 tra docenti e studenti di scuole di ogni ordine e grado.

Entro il 2023, l’azienda si propone – nel quadro del suo “Obiettivo di sostenibilità aziendale locale rivolto alle Nuove Generazioni” – di raggiungere con i progetti di PCTO altri 4.000 giovani, ed eventualmente aumentare il numero dei ragazzi formati anche grazie al supporto del suo partner educational “Mondo Scuola Lavoro”, che realizza presso gli istituti progetti formativi rivolti agli studenti del terzo e quarto anno, propedeutici alla selezione per prendere parte, al quinto anno, all’esperienza di Accademia in Schneider Electric.

Oltre alle scuole secondarie superiori, l’attività di Schneider Electric si rivolgerà sempre di più anche agli ITS  – Istituti Tecnici Superiori e saranno sperimentati dei moduli dedicati alla rete sempre più ampia delle università italiane con cui Schneider Electric si relaziona nel quadro di specifici protocolli di intesa, che in questo ultimo anno ha sottoscritto con importanti atenei di tutto il territorio.



Contenuti correlati

  • L’automazione: un’opportunità unica di carriera

    L’ automazione esiste da decenni, ma nella maggior parte dei casi è stata adottata in modo limitato, assicurando una produttività più elevata a specifici ambiti aziendali piuttosto che facilitando una trasformazione sistematica. Negli ultimi 15 anni qualcosa...

  • E-skill di Comau è il programma di upskilling nel campo dell’elettrificazione

    Attivo dal 2019 il percorso di formazione oggi si focalizza sulle nuove fonti di energia con un occhio particolare alle sfide dell’e-mobility, delle batterie elettriche e dell’idrogeno per supportare la trasformazione delle competenze richieste a chi già...

  • I robot alla conquista delle PMI

    La metà delle PMI italiane sta pianificando l’introduzione di robot in azienda, mentre il 14% li ha già introdotti. Questi i risultati di una ricerca effettuata da fruitcore robotics, azienda di deep-tech nata in Germania nel 2017,...

  • Mondo tech: come creare certezze in uno scenario incerto?

    Oggi gli effetti di uno scenario instabile coinvolgono tutti, aziende consolidate e start-up, organizzazioni del settore pubblico o privato, grandi e piccole. L’incertezza politica, la crisi economica e l’impatto prolungato della pandemia di Covid-19 hanno reso difficile...

  • Supply Chain Sostenibile: Master per Sustainability Manager

    L’attenzione alla sostenibilità è ormai un obbligo per ogni ambito delle attività umane: dai comportamenti privati ai consumi, dall’agricoltura alle produzioni industriali. Si tratta di una dinamica che sta creando nuove professioni e nuovi posti di lavoro:...

  • Johnson Controls e Accenture: due OpenBlue Innovation Center basati su AI

    Accenture e Johnson Controls collaboreranno alla realizzazione e alla gestione di due nuovi OpenBlue Innovation Center, che supporteranno lo sviluppo di prodotti e servizi a marchio JCI per i sistemi di controllo degli edifici che utilizzano tecnologie...

  • La nuova soluzione software digital twin di Schneider Electric

    EcoStruxure Machine Expert Twin di Schneider Electric è una soluzione software digital twin scalabile per gestire l’intero ciclo di vita della macchina. Questo software permette ai costruttori di macchine di creare modelli digitali di macchine reali, per poterle...

  • Aveva Unified Supply Chain Schedule AI Assistant
    Raffinerie 4.0 e più sostenibili grazie all’Intelligenza Artificiale di Aveva

    Aveva, multinazionale inglese operante nel settore dei software industriali che supportano le imprese verso la trasformazione digitale e la sostenibilità, ha rilasciato Unified Supply Chain Schedule AI Assistant, una nuova soluzione per la pianificazione delle attività degli...

  • Troppo pochi gli esperti di cybersecurity in Italia: ecco i profili di domani

    Su questa specializzazione informatica, però, si conosce ancora troppo poco, ad esempio che diverse sono le strade da percorrere una volta formati, come quelle del Risk Manager, Security Analyst, Security Engineer, CISO, o ancora l’Ethical Hacker. A...

  • Programma di formazione Comau e Seabery sulla saldatura robotizzata

    Comau e Seabery hanno unito le loro forze per creare un innovativo programma di formazione per studenti e lavoratori, che consenta loro di praticare le competenze necessarie per diventare saldatori robotici qualificati e certificati. La soluzione completa...

Scopri le novità scelte per te x