Scanner laser Pepperl+Fuchs

Pubblicato il 30 dicembre 2019

Alla fiera SPS 2019 di Norimberga Pepperl+Fuchs ha presentato lo scanner multistrato R2300. Il sensore R2300, compatto e salvaspazio con un’altezza di 58 millimetri, è un sensore LiDar 3D (Light Detection And Ranging) per la misurazione ottica dell’angolo e della distanza in applicazioni fisse e mobili. Il dispositivo utilizza quattro piani di scansione leggermente sfalsati, generati da uno specchio rotante all’interno della custodia del sensore, per eseguire la scansione 3D senza contatto dell’ambiente circostante.

Il sensore R2300 ha un angolo di apertura del campo di misura di 100°, un ampio intervallo di misura fino a dieci metri su oggetti luminosi e fino a quattro metri su superfici scure, una velocità di lettura di 50 kHz e velocità di scansione selezionabili di 12,5 e 25 Hz con un massimo di 4.000 pixel per scansione. Queste caratteristiche consentono allo scanner multistrato di soddisfare i requisiti più importanti di una vasta gamma di applicazioni.

Inoltre, il campo di monitoraggio può essere personalizzato nascondendo selettivamente aree esterne al campo di rilevamento o installando un secondo R2300 accanto al primo dispositivo, aumentando così il campo visivo a 180°. Una caratteristica distintiva dei sensori 3D è la risoluzione angolare piccola e quindi elevata di soli 0,1°. Abbinato al preciso spot di luce infrarossa tipico dei laser, l’R2300 è in grado di rilevare in modo affidabile strutture e contorni di oggetti complessi.

Le potenziali applicazioni dello scanner R2300, tra cui i settori dell’intralogistica, le apparecchiature mobili e la robotica, richiedono che lo scanner multistrato abbia un design particolarmente robusto. Per questo motivo, la custodia del sensore è realizzata in materiale plastico resistente e l’elettronica nella testa del sensore è costituita da componenti fissi che garantiscono una protezione efficace contro le vibrazioni. La tecnologia PRT (Pulse Ranging Technology) utilizzata nel sensore R2300 garantisce non solo un elevato grado di indipendenza dalle proprietà dell’oggetto e della superficie, ma anche un elevato livello di resistenza alle interferenze da luce estranea, lampade HF e riflessi ottici provenienti dall’ambiente di applicazione.

Un altro punto di forza dell’R2300 nel mercato degli scanner multistrato è la separazione meccanica dell’emettitore e del ricevitore all’interno dell’unità ottica. L’elemento di separazione nella testa del sensore 1/3 previene in modo affidabile i cortocircuiti ottici che possono verificarsi se il pannello frontale è sporco e parte della luce emessa viene riflessa direttamente sull’elemento ricevente. Questo assicura che l’R2300 fornisca sempre risultati di misurazione corretti e un elevato livello di affidabilità di rilevamento nella pratica, riducendo al tempo stesso in modo significativo i costi di manutenzione. Per l’utente, questo significa tempi minori di fermo macchina, intervalli di pulizia significativamente più lunghi e una maggiore disponibilità e affidabilità del processo.

Il laser pilota integrato dell’R2300 semplifica il processo di allineamento del sensore alle superfici e ai target specifici durante la messa in servizio. Viene acceso per l’allineamento ed è attivo solo durante la messa in servizio. Non sono necessari altri strumenti perché il raggio laser rosso visibile segue lo stesso percorso del laser di misurazione a infrarossi.

Il sensore R2300 fornisce i dati relativi ad angolo, distanza e riflettività con la relativa marca temporale (timestamp). I dati vengono trasmessi tramite l’interfaccia Ethernet del sensore, consentendo l’accesso ai dati da parte di un gran numero di sistemi di automazione. Nel prossimo futuro, l’R2300 sarà disponibile in una versione switching e offrirà ulteriori opzioni di connessione che possono essere integrate in modo semplice ed economico attraverso il modulo di interfaccia flessibile.



Contenuti correlati

  • Un sensore radar per le materie prime dell’industria cosmetica

    Nell’industria farmaceutica e cosmetica spesso si è poco propensi a sostituire sensori esistenti con un altro principio di misura, in quanto il dispendio per la nuova omologazione spesso è molto più elevato del costo del sensore. L’esempio...

  • Hexagon lancia i sensori Leica BLK ARC e BLK2FLY per la cattura della realtà

    Hexagon, noto a livello globale nel campo delle soluzioni di digital reality, ha lanciato i sensori Leica BLK ARC e BLK2FLY che vanno ad aggiungersi alla sua famosa a pluripremiata serie BLK, nota per gli alti livelli di...

  • A EMO 2021, il prossimo livello di controllo numerico da Heidenhain

    A EMO 2021 Heidenhain (padiglione 7, stand F05) inaugura un nuovo capitolo per il controllo numerico di macchine utensili. Perché si festeggia l’anteprima del nuovo livello della produzione orientata all’officina – e in due occasioni diverse. A ottobre e...

  • I wearable nell’industria

    I dispositivi wearable vengono sempre più utilizzati nell’industria man mano che aumentano i campi d’impiego: dalla logistica alla safety, dalle operation alla manutenzione i dispositivi indossabili facilitano le attività degli operatori anche da remoto Leggi l’articolo

  • Integrazione rapida tramite IO-Link grazie al sistema MD7 di Leuze

    Il nuovo sistema MD7 di Leuze consente una potente automazione. È facile da integrare: Gli hub IO-Link sono un modo conveniente per gli utenti di integrare sensori digitali aggiuntivi nel sistema, se necessario, ed estendere il sistema...

  • L’hardware delle reti

    Cavi, morsetti, connettori, accessori di cablaggio: sono tanti gli elementi hardware che contribuiscono alla messa a punto di un’infrastruttura di comunicazione affidabile e adatta a operare nel contesto di produzione Leggi l’articolo

  • 3D, MEMS e sensori di immagine protagoniste di SEMI

    Le tecnologie 3D per semiconduttori e sensori MEMS e i sensori di immagine saranno al centro della scena dal 1° al 3 settembre 2021 al Connecting Heterogeneous Systems Summit (CHSS) di SEMI, Associazione che connette più di...

  • Paolo Butti entra in Gefran come Group Chief Sales Officer e General Manager Sensor Division

    Gefran è lieta di annunciare l’ingresso nel Gruppo Gefran di Paolo Butti, che contribuirà a definirne i driver strategici, assumendo la duplice carica di Chief Sales Officer e General Manager della Business Unit Sensori. A seguito della...

  • Digital transformation per i sensori industriali e il T&M

    Strumenti di misura basati sulle tecnologie digitali sono ormai una realtà. Anche in versione indossabile e miniaturizzata, i sensori industriali sono protagonisti della nuova era digitale. In particolare, la strumentazione di test e misura occupa uno dei...

  • weFlux2micro: il piccolo sensore di wenglor per grandi prestazioni

    Spazi di installazione sacrificati e strutture molto compatte rappresentano una grande sfida per chi deve implementare applicazioni in cui è necessario misurare la pressione di liquidi e gas. Sfida, questa, vinta dal team di ricerca e sviluppo...

Scopri le novità scelte per te x