Salvagnini si affida a PTC per la digitalizzazione dei processi produttivi

Pubblicato il 19 novembre 2021

Salvagnini, azienda con 5 stabilimenti, 1.750 dipendenti e 400 milioni di euro di fatturato, ha scelto PTC quale partner per implementare la roadmap che la porterà verso la completa digitalizzazione dei suoi processi. Una vera e propria scelta di campo che, soprattutto in riferimento ad alcuni obiettivi correlati all’impiego delle tecnologie PLM (Product lifecycle management) e AR (Augmented reality) le ha già permesso di raggiungere una serie di importanti benefici a livello enterprise in termini di organizzazione, operations, costi e time to market.

Nei suoi stabilimenti, il Gruppo Salvagnini progetta, produce e vende da oltre 50 anni macchine e sistemi flessibili per la lavorazione della lamiera. L’azienda offre soluzioni affidabili, durature e personalizzabili, sostenute da una presenza globale e una copertura capillare garantita da società di vendita e assistenza tecnica dislocate in tutto il mondo. Nel 2017 Salvagnini avvia un ambizioso piano di trasformazione, che accelera definitivamente nel 2020, anno in cui vengono messi a fuoco alcuni importanti obiettivi in ottica PLM e AR, strutturate le azioni da intraprendere e fissata la roadmap per l’implementazione di un piano strategico pluriennale di trasformazione digitale che abbraccia l’azienda in modo pressoché completo.

“Dopo aver iniziato a lavorare con le prime licenze software di Windchill e Vuforia e sperimentato la portata dei benefici, abbiamo deciso di estendere la portata dell’accordo e di coinvolgere PTC nella preparazione del piano di business da sottoporre all’approvazione della Presidenza del Gruppo”, spiega in una nota Nicola Ponchia, Group Chief Information Officer presso Salvagnini. Dunque, la collaborazione con PTC si rafforza e da fornitore il suo ruolo assurge a quello di partner. Nel dicembre 2020 il progetto messo a punto da Salvagnini viene validato e definitivamente approvato.

La collaborazione ha portato fin da subito a soddisfare i due obiettivi di business principali di Salvagnini: accelerare il time to market delle macchine, sviluppando nel contempo nuove funzionalità, e diventare il fornitore riconosciuto come Best in Class, al fine di consolidare e, anzi, ulteriormente aumentare la sua competitività sul mercato. Salvagnini ha sperimentato una notevole creazione di valore, con vantaggi come la riduzione dei costi del lavoro e dell’ingegneria, la riduzione dei tempi di installazione e benefici nelle attività di service e di gestione delle scorte di magazzino.

Il potenziale raggiunto da Salvagnini va oltre, grazie alla possibilità di distribuire le informazioni di prodotto all’esterno dei reparti di ingegneria, riutilizzare i progetti precedenti, progettare più agevolmente nuove macchine, ridurre gli errori di produzione e/o assemblaggio e supportare i clienti con informazioni di prodotto sempre aggiornate, complete e puntuali. La roadmap iniziale di Salvagnini si è progressivamente arricchita, tanto da essere giunta a interessare l’intero ecosistema delle soluzioni PTC. Oggi Salvagnini si avvale di una piattaforma integrata basata su ThingWorx, Windchill, Creo e Vuforia, per la quale è prevista una progressiva espansione in termini di moduli e licenze che la porterà a un deployment completo del progetto a livello enterprise.



Contenuti correlati

  • Riccardo Rossi, Consulting Manager di HiSolution
    Digital Supply Chain: risolvere la crisi (anche) con la digitalizzazione

    Di Riccardo Rossi, Consulting Manager di HiSolution La pandemia ha sferrato un duro colpo all’economia globale e il conflitto in Ucraina ha peggiorato la situazione generando in più momenti gravi interruzioni della Supply e della Digital Supply...

  • La manifattura italiana torna a incontrarsi alla 20ᵃ edizione di MECSPE

    Tutto pronto per la 20ᵃ edizione di MECSPE, la fiera più importante in Italia dedicata alla manifattura organizzata da Senaf, in programma dal 9 all’11 giugno a BolognaFiere. Anche quest’anno grande partecipazione di imprese: ad oggi sono...

  • Dalla control room alla servitizzazione il futuro degli OEM secondo Schneider Electric

    Tecnologie IIoT e piattaforme cloud, unite a software e servizi dedicati, consentono oggi agli OEM di innovare l’offerta verso i loro clienti arricchendola di funzionalità innovative abilitate dal digitale che consentono loro di ottenere ancora maggiore efficienza...

  • Nona versione della piattaforma Cad di Ptc Creo

    La piattaforma Cad Creo di PTC giunge alla nona versione. Creo 9 permette agli ingegneri di finalizzare i loro progetti in minor tempo e compie un ulteriore passo verso l’innovazione grazie all’impiego delle tecnologie più attuali, come...

  • Snowflake healthcare
    Healthcare, life science e retail con il data cloud Snowflake

    Snowflake ha arricchito la sua piattaforma annunciando la disponibilità di Healthcare & Life Sciences Data Cloud, e Retail Data Cloud, soluzioni pensate per rispondere alle necessità specifiche di questi settori verticali. Con il Data Cloud di Snowflake,...

  • Girls in ICT gender gap
    ll digitale in Italia non è (ancora) un lavoro per donne: siamo tra gli ultimi in Europa

    Il 28 aprile si celebra il Girls in ICT Day, giornata mondiale promossa delle Nazioni Unite per sensibilizzare sul tema del gender gap lavorativo tra uomini e donne nei settori tecnologici. Un divario tutt’oggi considerevole che non...

  • Se la supply chain diventa smart…

    Si parla sempre più di Digital Supply Chain, cioè di sistemi integrati dove la digitalizzazione dell’intera catena logistica diventa oggettivo fattore di vantaggio per fornitori, produttori, clienti. Tra gli strumenti tecnologici che possono aiutare imprese grandi e...

  • Al cuore della digital transformation

    CRM, ovvero Cardiac Rhythm Management. È questo l’ambito in cui opera MicroPort CRM, multinazionale che ha scelto le tecnologie di PTC per implementare un nuovo progetto volto a ottimizzare in ottica digitale la gestione del ciclo di...

  • Una rete per il porto

    Allied Telesis ha firmato l’automazione di rete del porto di Bari, ottenendo migliori prestazioni e una gestione semplificata a supporto del sistema di controllo accessi e tracciamento di mezzi e merci in transito nel porto Leggi l’articolo

  • Ipack-IMA Digital: intervista ad Andrea Gozzi di MindSphere World Italia

    Automazione Oggi intervista Andrea Gozzi, Managing Director di MindSphere World Italia, in occasione di Ipack-IMA 2022. Gozzi ci spiega la nuova iniziativa Ipack-IMA Digital sviluppata in collaborazione con l’associazione e le iniziative congiunte organizzate in fiera per...

Scopri le novità scelte per te x