Dove robotica e motion si integrano, nasce RTA Robotics

Pubblicato il 3 giugno 2022

RTA Robotics, start-up attiva nel settore della robotica, è stata fondata come start-up innovativa ad aprile 2022 ed è attiva nella vendita e integrazione di robot antropomorfi e Scara offerti alla filiera dei costruttori di macchine automatiche industriali e dei system integrator.

I robot antropomorfi sono realizzati da un partner di RTA, FruitCore Robotics Gmbh, a cui RTA fornisce da anni i motori elettrici deputati a muovere i 6 arti del robot, il cuore del proprio sistema di movimentazione. I robot Scara provengono invece da un altro partner di lunga data di RTA, TRIO MOTION Ltd, attiva nel settore dei motion controller per automazione industriale e in quello della robotica non collaborativa, con la quale RTA ha stretto un rapporto di collaborazione sin dal 2015 e da cui si approvvigiona nell’ambito dei sistemi di controllo per le proprie soluzioni di motion.

È dunque molto evidente, già a partire dai componenti di queste due tipologie di robot, come l’integrazione fra tecnologie e prodotti di automazione e robotica sia molto robusta dal punto di vista tecnico funzionale e molto spinta da quello del know-how. “Con l’offerta di robot antropomorfi e Scara puntiamo a offrire ai nostri clienti costruttori di macchine automatiche industriali soluzioni di robotica al top dello stato dell’arte in termini di precisone, dinamica e affidabilità, forti dell’esperienza industriale di RTA, attiva nell’automazione industriale e nella meccatronica dal 1976” afferma Paolo Schiavi, Direttore Commerciale di RTA, ora impegnato con tutto il team commerciale e tecnico di RTA, oltre che con i collaboratori diretti di RTA Robotics, nel lancio della start-up. “Dove termina il portafoglio prodotti di Meccatronica di RTA inizia quello di robotica di RTA Robotics vediamo ampie sinergie fra le due attività e opportunità di crescita per i nostri clienti, che troveranno in RTA Robotics soluzioni all’avanguardia, potenti e scalabili”.

La robotica industriale in Italia un mercato promettente e dinamico. “RTA Robotics troverà certamente un contesto responsivo alla propria offerta di Robot, prevediamo infatti che il mercato italiano sia nei prossimi anni in forte espansione e che vi sia un market environment favorevole a imprese di media dimensione che si presentino alla clientela con una proposta di prodotto integrata fra motion e robotica”, afferma Domenico Appendino, Presidente di SiRi – Società di Robotica Italiana.

Il mercato è più che pronto a recepire la proposta di RTA Robotics che andrà a intercettare una domanda crescente e sempre più diversificata, sfruttando tuttavia un ambiente concorrenziale ancora non del tutto maturo.

La proposta di RTA Robotics
Precisione, affidabilità, semplicità di utilizzo. I robot antropomorfi e Scara possono gestire carichi fino a 12 e 6 kg, rispettivamente, offrendo precisione di posizionamento e ripetibilità nell’ordine di 0,05 mm, pur in presenza di bracci che arrivano fino a 1.400 e 700 mm di lunghezza rispettivamente, con velocità di lavoro spinte. Sono la soluzione ideale per applicazioni industriali non collaborative ove precisione e velocità devono andare di pari passo con stabilità e affidabilità nel tempo.

La programmazione e l’interfaccia uomo macchina sono molto semplici, e sono supportate da un team di 6 Field Application Engineers in grado di farsi carico del corretto dimensionamento del sistema, il suo interfacciamento con l’esterno e la gestione dell’interfacciamento con l’operatore, anche mediante sviluppi software dedicati.

La partnership con il Laboratorio di Robotica dell’Università di Pavia
“Con RTA abbiamo siglato un accordo win win ci viene messo a disposizione un Robot Antropomorfo per poter fare ricerca e sviluppare pubblicazioni scientifiche, mentre noi offriamo al nostro partner una consulenza tecnica su temi particolarmente spinti”. Cosi Hermes Giberti, professore associato di Robotica e Pro Rettore dell’Università di Pavia con Delega al Trasferimento Tecnologico, sull’accordo firmato con RTA a inizio 2022.

Consci della sempre maggiore necessità di stimolare il dialogo fra impresa e accademia, RTA e l’Università di Pavia hanno creato le condizioni perfette per la circolazione di  personale tecnicamente molto preparato fra i laboratori dell’azienda e quelli dell’Ente. “Siamo certi che avere fianco a fianco studenti PhD e ingegneri applicativi di comprovata esperienza aziendale sia un mix vincente per affrontare le sfide dei nostri clienti più evoluti” afferma Tommaso Rossini, Amministratore Delegato di RTA e di RTA Robotics.

RTA Robotics è anche impegnata nel finanziamento di un Dottorato di Ricerca in Robotica Industriale, in avvio da ottobre di quest’anno, sempre presso l’Università di Pavia. Il Dottorando lavorerà in RTA e svolgerà, in parallelo, attività di ricerca applicata volta a realizzare pubblicazioni accademiche.

L’integrazione fra Motion e Robotica il valore aggiunto di RTA
“Robotics&Motion Come Together” questo il nostro slogan” afferma Schiavi. Il vero valore aggiunto di RTA Robotics e il suo point of difference rispetto a player specializzati unicamente in robotica o in automazione è la capacità di offrire ai propri clienti industriali una perfetta integrazione fra offerta di motion (motion controller, azionamenti e motori brushless, azionamenti e
motori passo passo, motori lineari e meccanica di precisione) e di robotica (robot antropomorfi e Scara forti di un know-how applicativo che ha superato i 45 anni di esperienza. Possibilità di integrazione in architetture complesse, scrittura software dedicata, gestione del processo di scelta dal dimensionamento alla messa in moto del robot sul campo un know-how a 360 gradi capace di soddisfare le esigenze più spinte.

Look Ahead
Look Ahead è il payoff di RTA, vero e proprio “marchio di fabbrica” della nostra azienda. Siamo molto orgogliosi del lavoro fatto negli ultimi anni nell’ambito della robotica, un lavoro organico e capillare che ci ha portato al lancio di RTA Robotics preparati e motivatissimi” afferma Tommaso Rossini, Amministratore Delegato di RTA.



Contenuti correlati

  • Forum Meccatronica 2022: robotica, AI e blockchain secondo Mitsubishi

    A Forum Meccatronica 2022, mostra-convegno ideata dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione, realizzata in collaborazione con Messe Frankfurt Italia, focus su “Integrazione e flessibilità a supporto dell’industria digitale e sostenibile”. Le ultime frontiere della robotica, intelligenza artificiale (AI) e...

  • E80Group - Drinktec
    E80 a drinktec 2022 con soluzioni innovative per l’intralogistica

    Una vetrina d’eccellenza affacciata sull’industria globale del settore beverage e liquid food: E80 Group era presente al drinktec, la fiera di riferimento più importante a livello mondiale per tutti gli operatori del settore. Un incontro ai vertici...

  • Automazione del processo di verniciatura con Repplix di Fuzzy Logic

    Caire, specializzata nella progettazione e produzione di macchinari speciali e nell’integrazione di processi specifici, utilizza l’impiego il modulo software Repplix di Fuzzy Logic per democratizzare l’automazione nei processi di applicazione di pitture, vernici o altri prodotti in polvere. Repplix...

  • I risultati dell’indagine di reichelt elektronik confermano l’ascesa della robotica collaborativa in Italia

    Da qualche tempo, i robot e gli assistenti intelligenti sono sempre più diffusi tra le aziende italiane, segnando un trend in costante ascesa dettato principalmente dai recenti progressi della robotica e dalle numerose possibilità che essa apre...

  • Appuntamento a Padova per la nona edizione di Forum Meccatronica

    Si rinnova l’appuntamento con Forum Meccatronica, promosso dal Gruppo Meccatronica di ANIE Automazione e organizzato da Messe Frankfurt Italia. La 9° edizione della mostra-convegno, dal titolo “Integrazione e flessibilità a supporto dell’industria digitale e sostenibile”, si terrà il...

  • Robotica efficiente per produzioni sostenibili

    Partendo da un forte impegno nel campo dell’elettrificazione, che è mirato a creare nuove competenze e soluzioni innovative per l’industria, Comau ha realizzato dei robot espressamente pensati per ottimizzare i cicli di lavorazione ed è impegnata nello...

  • Liftt investe 500.000 euro in Aria Sensing, la start up italiana che rivoluziona la sensoristica

    Il venture capital torinese LIFTT annuncia l’investimento di 500.000 euro in Aria Sensing, start up bresciana che ha brevettato un radar integrato in grado di intercettare qualunque movimento o presenza umana, a partire dal respiro o dal...

  • ‘Vedrai’ con l’AI

    Fondata nel 2020 in Italia, in piena pandemia da Covid-19, dall’imprenditore 27enne Michele Grazioli, oggi presidente e amministratore delegato della società, Vedrai in meno di due anni ha conquistato investitori, aziende e clienti… Leggi l’articolo

  • Robotica

    Dal primo robot degli anni ‘50 alle attuali forme di collaborazione uomo-macchina: potremmo definire l’ingegneria automobilistica come il ‘parco giochi’ della robotica… Leggi l’articolo

  • ProgettistaPiù 2023: una tecnologica ‘seconda pelle’

    Inventare, realizzare e validare robot indossabili innovativi, gli esoscheletri, sia per supportare gli operatori nel loro lavoro quotidiano, soprattutto quando si tratta di attività rischiose o faticose, oppure ai fini riabilitativi o ancora per potenziare specifici movimenti....

Scopri le novità scelte per te x