Roadshow ICE, a Torino tappa strategica

Pubblicato il 19 giugno 2017

Il Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” ha fatto tappa a Torino, che si conferma territorio di grande rilevanza per le esportazioni italiane. Dinamicità, propensione all’internazionalizzazione, prodotti di grande qualità e innovazione: questi fattori meritano la messa in campo di ogni strumento possibile per sostenere quelle imprese che vogliono conquistare con successo i mercati stranieri. In questo senso il contributo del Roadshow (organizzato dall’ICE-Agenzia in collaborazione per questa tappa con Unione Industriale Torino, Regione Piemonte, il Centro Estero Internazionalizzazione Piemonte, la C.C.I.A.A. di Torino, Confartigianato Imprese Piemonte, Confartigianato Torino Città Metropolitana, CNA – Città Metropolitana di Torino) appare fondamentale, perché realizza quella convergenza tra i vari partner, pubblici e privati, che può dare slancio alle imprese e, soprattutto, consente di dare risposte alle molte domande in tema di consulenza che spesso non trovano adeguata visibilità e riscontro.

L’impegno delle istituzioni è stato ribadito dalla presenza del sottosegretario del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Benedetto Della Vedova, che ha voluto così commentare la sua presenza all’evento: “Per un’impresa, oggi, la prospettiva di svilupparsi all’estero è una sfida e un’opportunità. Per molte è una scelta indispensabile per crescere, o per sopravvivere. È un percorso non sempre facile, su cui pesano scenari geopolitici ed economici spesso non prevedibili, come abbiamo visto in questi ultimi mesi. Ma si tratta certamente di un cammino possibile: le imprese possono affrontare con successo la competizione internazionale diversificando i mercati, trovando sinergie e utilizzando al meglio gli strumenti di sostegno che il sistema pubblico mette loro a disposizione. Rinnovo quindi alle imprese l’invito ad avvalersi sempre di più della Farnesina e della sua rete, sfruttando appieno la capacità di Ambasciate e Consolati di interpretare a 360 gradi i complessi scenari internazionali, ma anche di individuare le migliori opportunità di sviluppo all’estero per il nostro sistema produttivo.”

La giornata di lavori è poi proseguita con l’apporto di numerosi relatori. Ad aprire i lavori della sessione introduttiva è stato il Presidente dell’Unione Industriale Torino, Dario Gallina: “Nel I trimestre del 2017 il valore delle esportazioni piemontesi ha registrato una crescita del 14,1% rispetto al dato del I trimestre 2016. Tra le principali regioni esportatrici il Piemonte è stata quella che ha ottenuto il risultato migliore, nettamente superiore rispetto alla Lombardia ed al Veneto, le quali per lo stesso periodo di riferimento crescono ad un ritmo rispettivamente dell’8,6% e del 7,1%. Questi dati danno fiducia ma devono essere ritenuti un punto di partenza. La chiave per impostare un vincente percorso di internazionalizzazione è l’impegno congiunto e sinergico delle istituzioni pubbliche, delle organizzazioni private delle imprese e dei principali protagonisti del mondo economico-finanziario.”

L’assessore alle Attività Produttive Regione Piemonte, Giuseppina De Santis ha portato i saluti dell’ente regionale, sottolineando l’impegno della Regione per agevolare la cultura dell’internazionalizzazione. “La nostra strategia nasce dalla consapevolezza che i driver dello sviluppo saranno in futuro sempre più legati al digitale e che sarà necessaria maggiore flessibilità degli strumenti per l’internazionalizzazione, stante l’instabilità dello scenario globale, che richiederà riprogrammazioni in tempi rapidi. Le nostre politiche si fondano su una principale considerazione: il Piemonte è una grande regione manifatturiera, ma allo stesso tempo è piccola se comparata al mercato mondiale. Per questo è fondamentale lavorare in un contesto più ampio, come già stiamo facendo con ICE su tutti i grandi appuntamenti internazionali,  ma anche progettando i nostri strumenti in modo complementare a quelli nazionali. La scelta che abbiamo fatto è di lavorare attraverso Ceipiemonte, la nostra agenzia che abbiamo in comune con il sistema camerale, puntando sulle filiere esistenti, rispetto alle quali l’obiettivo è di costruire delle offerte interessanti per le imprese in modo complementare e sinergico. Per questo stiamo studiando anche nuove iniziative sia in materia di e-commerce, sia in tema di supporto, per l’accesso a strumenti come SACE e Simest.”

Gli interventi istituzionali si sono conclusi con il Presidente dell’ICE Michele Scannavini: “Il successo di questa tappa del Roadshow, testimoniato dalla presenza di oltre 200 aziende, dimostra l’interesse per le azioni messe in campo dall’ICE e dagli agli attori del Sistema per l’internazionalizzazione per contribuire alla crescita delle nostre esportazioni. Per dare un impulso concreto al commercio internazionale del Piemonte è necessario informare sempre di più le aziende sugli strumenti e sui servizi, anche digitali, che hanno a disposizione per operare all’estero. Ad oggi, in 48 tappe del Roadshow abbiamo già coinvolto oltre 7.000 aziende e organizzato circa 2.000 check-up aziendali volti a definire veri e propri piani di formazione e assistenza personalizzati.”

Si è poi passati alla sessione tecnica. Claudio Colacurcio, Prometeia Specialist, ha fornito una panoramica sui trend degli scenari internazionali e le potenzialità per il mercato italiano. Paolo Bulleri, Responsabile Segreteria Tecnica della Direzione Generale per le Politiche di Internazionalizzazione e la Promozione degli Scambi del Ministero dello Sviluppo Economico ha commentato: “Con il Piano Straordinario per il Made in Italy, il MiSE ha programmato e finanziato una strategia di medio periodo per l’accompagnamento delle imprese italiane verso i mercati esteri, con l’obiettivo di moltiplicare il numero delle nostre aziende, soprattutto piccole e medie, coinvolte in processi di internazionalizzazione. Il Roadshow resta occasione fondamentale per presentare il complesso degli strumenti della promotion pubblica direttamente alle imprese, ma anche per ascoltarne dal vivo esigenze ed aspettative, in modo da calibrare le iniziative promozionali e gli strumenti di supporto ai diversi cluster di imprese esportatrici messi in campo dal Governo.”

Gli strumenti nazionali di supporto all’internazionalizzazione sono stati illustrati da Chiara Franco, Ufficio Internazionalizzazione delle Imprese del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, con Francesco Alfonsi, Dirigente Ufficio Servizi alle Imprese di ICE-Agenzia, Enrica Del Grosso, Responsabile Nord Ovest di SACE e Carlo De Simone, Responsabile Servizio Marketing Territoriale di SIMEST che hanno posto l’attenzione sugli strumenti formativi, consulenziali ed economici di supporto alle imprese.

La Responsabile Settore Affari Internazionali e Cooperazione Decentrata della Regione Piemonte, Giulia Marcon ha quindi posto l’accento sul ruolo degli enti pubblici nell’orientare e nel guidare i processi di internazionalizzazione, confermando l’impegno a fare rete con tutti gli altri soggetti coinvolti in questo importante passaggio. La testimonianza aziendale, che ha chiuso i lavori della mattinata, è stata offerta da Paola Bertoldo, titolare de l’Opificio Serico Fiorentino, un’azienda familiare, dal forte legame con il territorio, con la sua storia di cultura, eleganza e ricchezza mai ostentata, da cui nascono le idee più originali e vincenti. Le collezioni “l’Opificio” di tessuti, velluti, trapuntini, cuscini e arredamento tessile sono ambasciatrici del lifestyle italiano in tutto il mondo e sono espressione di qualità, eredità familiare e tanta passione.



Contenuti correlati

  • In aumento startup e Pmi innovative, +3,3% nel terzo trimestre

    Cresce l’imprenditoria innovativa nel nostro Paese. Lo si evince dall’analisi dei dati del terzo trimestre 2021 su startup e PMI innovative, contenuti nel report che il Ministero dello sviluppo economico pubblica ha realizzato insieme a Unioncamere e...

  • Fondo Pmi, proroga di sei mesi del quadro temporaneo

    Novità in arrivo con la legge di bilancio per quanto riguarda il credito alle imprese e in particolare per quanto riguarda il Fondo di garanzia per le Pmi. Il regime di favore istituito a causa della pandemia...

  • Weerg cresce in Europa e punta a conquistare nuovi mercati

    Nuova strategia di internazionalizzazione per Weerg, service di produzione che offre online lavorazioni CNC e stampa 3D. L’azienda punta alla conquista dei mercati europei e si presenta in versione madrelingua agli utenti di Germania, Francia e Spagna,...

  • Osservatorio Piccole Imprese: le PMI italiane sono più digitalizzate di quelle francesi e tedesche

    La pandemia ha spinto la digitalizzazione delle PMI italiane. È quanto rileva l’Osservatorio Piccole Imprese di GoDaddy, il più grande provider al mondo di domini che supporta gli imprenditori di tutti i giorni. La ricerca, realizzata in...

  • Attraverso l’Europa in 84 giorni

    “Il Coronavirus ha mostrato a tutti noi quanto sia importante il contatto personale. In tempi di pandemia, in cui l’opportunità di scambiare idee e parlare di questioni tecniche nelle fiere è diventata rara, abbiamo deciso di adottare...

  • Sepem Industries, a novembre una fiera per il rilancio dell’industria del territorio

    Farà tappa a Torino, dal 16 al 18 novembre prossimi, la fiera che raccoglie le soluzioni a tutte le necessità produttive delle imprese. Sepem Industries rappresenta il primo evento europeo che propone risposte pratiche ai bisogni degli...

  • Automazione evoluta alla portata di tutti

    Soprattutto nell’industria, le tecnologie più innovative portano vantaggi effettivi quando sono utilizzabili con investimenti sostenibili e competenze accessibili. Delta Electronics ha sviluppato un’offerta di soluzioni evolute di automazione facilmente disponibili in termini di costi e skill, con...

  • Imprese italiane strategiche per la competitività tedesca

    Quest’anno la Camera di Commercio Italo-Germanica (AHK Italien) spegnerà 100 candeline. Istituita il 15 dicembre 1921 presso il Club Tedesco di Milano, fu una tra le prime camere bilaterali estere di origine tedesca e il funzionario consolare...

  • Orizzonte ripresa. PMI all’attacco

    La dorsale dell’economia italiana è costituita da una vivace costellazione di aziende medio piccole, le PMI, come anche da piccolissime e micro imprese, le MPI. Il Covid su questa dorsale ha picchiato duro, ma l’orizzonte svela una...

  • Prestiti, via alla rimodulazione con il Fondo di garanzia per le PMI

    Prima ancora del semaforo verde dell’UE del 29 giugno alle modifiche introdotte dal Dl Sostegni bis alle modalità di erogazione dei prestiti concessi dal Fondo di Garanzia per le PMI, la circolare n. 6 del 20 giugno...

Scopri le novità scelte per te x