La rete della competenza: dalla ricerca alle PMI. Focus della terza tappa della Carta delle Idee

Si è tenuto ieri il terzo appuntamento dedicato alla valorizzazione della Carta delle Idee della Robotica Collaborativa. Al centro del dibattito la creazione di una modalità virtuosa per condividere gli esiti della ricerca (sviluppata nei competence center e nei centri di ricerca) con le piccole e micro imprese. Ne hanno discusso il sottosegretario del Mi.SE, Anna Ascani, e i direttori generali di MADE, CIM 40 e BI-REX

Pubblicato il 27 ottobre 2021

La ricerca italiana nell’ambito della robotica è fra le più avanzate al mondo. Analizzando infatti le principali metriche dedicate a definire il suo l’impatto, secondo tre indicatori universalmente accettati della banca dati SciVal, che fa capo a Scopus, l’Italia è al secondo posto al mondo dietro gli Stati Uniti, classificandosi addirittura prima in termini di output scientifici in uno dei tre indicatori. L’eccellente preparazione di base che caratterizza l’Italia è, tra l’altro, per nostra stessa vocazione culturale, fortemente interdisciplinare.

Cosa frena dunque il processo di trasferimento tecnologico che da questi centri di eccellenza (università, centri di competenza, centri di ricerca) dovrebbe trovare attuazione pratica all’interno delle nostre imprese? Partendo dall’idea lanciata da Andrea Zanchettin, docente del Politecnico di Milano e contenuta nella Carta delle Idee, Universal Robots ha riunito intorno allo stesso tavolo (virtuale) i principali attori del trasferimento tecnologico italiano.

Hanno preso parte all’evento, oltre a Zanchettin autore dell’idea, Enrico Pisino (CEO del competence center CIM 40), Stefano Cattorini, direttore generale del Bi-Rex di Bologna, Augusto De Castro, direttore generale del MADE di Milano. Paolo Rocco, direttore del dipartimento di ricerca sulla robotica del Politecnico di Milano, e Alessandro Zanella, senior specialist del Centro Ricerche Fiat, completavano il panel dei ricercatori. Antonio Romeo del Dintec (il consorzio fra Unioncamere ed ENEA) ha invece portato il punto di vista delle imprese.

Anna Ascani, sottosegretario del MiSE, ha portato il saluto delle istituzioni e del Ministero che maggiormente è coinvolto nelle attività dei competence center e nello sviluppo dell’innovazione tecnologica per le imprese.

“Rendere i vantaggi dell’automazione e dell’innovazione disponibili per ogni tipo di impresa, è l’obiettivo con cui è stata sviluppata la robotica collaborativa da Universal Robots ormai nel 2008″ ha commentato Gloria Sormani, country manager di Universal Robots. “La robotica collaborativa è entrata come asset fondamentale nel Piano Nazionale della Ricerca licenziato lo scorso anno: è una tecnologia in grado di trovare applicazione in ogni fabbrica migliorando le condizioni di lavoro e la produzione. Ora sta a noi far sì che l’eccellenza della ricerca italiana giunga anche alle piccole aziende, che spesso rimangono ai margini del flusso di trasferimento di competenza. Per questo abbiamo scelto di discuterne con i principali attori del trasferimento tecnologico, pubblici e privati”.



Contenuti correlati

  • OnRobot debutta nel software con WebLytics, la soluzione per applicazioni collaborative

    OnRobot, The One Stop Shop per le applicazioni robotiche collaborative, fa il suo ingresso nel mondo software con WebLytics, una soluzione unica di monitoraggio della produzione, diagnostica dei dispositivi e analisi dei dati, progettata per migliorare la...

  • Universal Robots torna al MECSPE

    La ventesima edizione di MECSPE (Bologna Fiere, 23-25 novembre), la fiera italiana dedicata alle tecnologie di produzione industriale, avrà nuovamente in Universal Robots uno dei protagonisti. L’azienda danese sarà presente con un proprio stand  che sarà animato dalle...

  • Gamma di servomotori cyber kit line small di Wittenstein cyber motor

    Motori standardizzati, progettati per l’integrazione diretta nella macchina, che offrono molteplici opzioni tecniche per soluzioni personalizzate, ad esempio, nella robotica collaborativa e industriale, in linee di imballaggio e macchine tessili o in macchine utensili, assemblatrici e di...

  • La metamorfosi degli AMR

    La ripresa delle attività produttive industriali sta accelerando grazie alla crescente automazione dei processi. Questo è un trend prevedibile, logica conseguenza dei processi di digitalizzazione spinti dall’introduzione del concetto e dei fondi per l’Industria 4.0. Sono numerosi...

  • Come la robotica collaborativa supporta il percorso verso un’industria 5.0

    Dal suo avvento, la robotica collaborativa è stata in grado di ridisegnare i paradigmi di produzione in numerosi settori, incrementando in modo costante automazione, flessibilità e interconnessione. Finora queste applicazioni sono state utilizzate principalmente in ambito industriale...

  • Universal Robots porta la robotica tra i banchi di scuola

    Il mismatch fra le competenze maturate nel ciclo scolare e le richieste del mondo del lavoro è ampio e profondo. Una revisione dei sistemi didattici passa anche attraverso un ripensamento della dotazione tecnologica. Questo sta alla base...

  • Seconda tappa della ‘Carta delle Idee della robotica collaborativa’: quali sfide per l’education?

    Le ultime rilevazioni del World Economic Forum parlano di 58 milioni di nuovi posti di lavoro creati dall’automazione nei prossimi anni, posizioni che necessitano di conoscenze specifiche che vanno erogate e acquisite prima dell’ingresso nel mondo del...

  • Gloria Sormani nominata country manager di Universal Robots Italia

    Continuità e valorizzazione delle competenze interne: queste, in sintesi, le caratteristiche che descrivono l’avvicendamento avvenuto ai vertici della country Italia di Universal Robots. Gloria Sormani, entrata in azienda come Channel Development Manager, è la nuova responsabile della...

  • Qualità e soddisfazione

    L’azienda statunitense ha integrato i cobot UR nella timbratura dei collettori idraulici registrando una riduzione del 40% degli errori e migliorando le condizioni di lavoro dei propri dipendenti Leggi l’articolo

  • I cobot per la logistica

    Sanofi, azienda francese, ha implementato sette cobot UR10 nelle operazioni di pallettizzazione. Vantaggi ergonomici e di produttività hanno convinto l’azienda a proseguire ulteriormente nel percorso di automatizzazione collaborativa Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x