Produzione e logistica si affidano all’AI nella robotica secondo OnRobot

Pubblicato il 1 agosto 2022

L’intelligenza artificiale (AI) rappresenta un grande potenziale per il settore della robotica, soprattutto quando si tratta di gestire variabilità e imprevedibilità dell’ambiente esterno, anche in tempo reale, come sottolineato dalla Federazione Internazionale di Robotica (IFR) nel suo ultimo report “Artificial Intelligence in Robotics”.

L’intelligenza artificiale offre ulteriori vantaggi agli operatori della logistica che devono gestire prodotti che cambiano di frequente, confezionare molte unità ed evadere ordini che variano a seconda delle esigenze del mercato e degli approvvigionamenti, nei cosiddetti ambienti “high-mix/low-volume” (HMLV). Maggiore variabilità e imprevedibilità dell’ambiente, maggiore la probabilità che gli algoritmi IA forniscano una soluzione rapida ed economica.

“I cobot sono già diventati strumenti indispensabili in questi ambienti di produzione, offrendo flessibilità, velocità, versatilità, sicurezza e, naturalmente, collaborazione uomo-robot” afferma Enrico Krog Iversen, CEO di OnRobot.
“Con l’applicazione dell’intelligenza artificiale nei robot collaborativi, avremo assistenti in grado di apprendere che ci permetteranno di ottimizzare i processi e ottenere prodotti di qualità superiore” sottolinea Enrico Rigotti, Area Sales Manager di OnRobot Italia.

La qualità è fondamentale negli ambienti HMLV che richiedono l’implementazione di processi rigorosi, poiché gestendo lotti più piccoli, eventuali modifiche nel prodotto potrebbero causare errori o ritardi.

Applicazioni di intelligenza artificiale nel campo della robotica

Attualmente l’IFR distingue due tipi di applicazioni IA nel settore della robotica:

  • Applicazioni di rilevamento e risposta in cui il robot identifica e risponde in tempo reale all’ambiente esterno in ciclo chiuso, come le applicazioni di pick and place.
  • Ottimizzazione delle prestazioni, in cui l’intelligenza artificiale consente di migliorare lo sviluppo dei processi mentre il robot ottimizza qualità, programmazione e manutenzione L’IA individua i difetti che potrebbero risultare impercettibili all’occhio umano in ogni fase del ciclo di produzione.

Di conseguenza, l’ispezione robotizzata della qualità aggiunge valore e riduce al minimo gli scarti, eliminando precocemente i pezzi difettosi dalla linea di assemblaggio.
“In Italia, l’intelligenza artificiale sta crescendo, soprattutto nelle applicazioni in cui il robot prende decisioni ed esegue un’azione in base alle informazioni che riceve principalmente dai sistemi di visione” afferma Rigotti.

Enrico Rigotti, Area Sales Manager di OnRobot Italia

Previsioni a breve e medio termine

A breve, AI e robotica si uniranno per eseguire la manutenzione delle macchine, riciclo, saldatura, controllo qualità, ottimizzazione dei processi e applicazione di precisione di pesticidi e fertilizzanti in agricoltura. Non possiamo dimenticare gli screening medici, come la misurazione della temperatura o della pressione sanguigna che, oltre allo scanning, analizzeranno i risultati dei test.

“La medicina è un campo con un grande potenziale per l’intelligenza artificiale, dove apporta un valore reale. Ad esempio, in fisioterapia esistono già sistemi che aiutano i pazienti a recuperare dagli infortuni e, allo stesso tempo, raccolgono dati sulla loro evoluzione, aiutando così il professionista sanitario a valutare nel modo più efficiente se il processo di recupero stia avendo successo. O ancora, i robot sono già utilizzati per individuare i melanomi: scansionano la pelle del paziente e l’immagine ottenuta viene confrontata con un database per identificare possibili casi di cancro della pelle,” aggiunge Rigotti.

“Tra dieci anni vedremo l’AI applicata ad attività di assemblaggio, produzione di abbigliamento e raccolta delle colture nei campi. L’intelligenza artificiale aiuta a riconoscere il livello di maturazione dei frutti o le dimensioni ottimali per coglierli e, grazie ai dati, il robot può imparare e migliorare il suo processo decisionale” conclude Rigotti.

Fonte foto Pixabay_Rox_buwa



Contenuti correlati

  • Catene del freddo per trasporto di medicinali

    Molti biomateriali, ad esempio per le terapie cellulari e genetiche (CGT) e per i vaccini mRNA altamente efficaci contro il Covid-19 e l’Ebola, richiedono temperature estremamente basse in tutte le fasi della catena di distribuzione, sia per...

  • Le maggiori sfide nell’implementazione della sicurezza industriale

    Barracuda Networks annuncia i risultati del report The State of Industrial Security in 2022. La ricerca globale commissionata da Barracuda ha coinvolto 800 responsabili IT, responsabili della sicurezza e project manager da cui dipendono i progetti IIoT...

  • Aveva Unified Supply Chain Schedule AI Assistant
    Raffinerie 4.0 e più sostenibili grazie all’Intelligenza Artificiale di Aveva

    Aveva, multinazionale inglese operante nel settore dei software industriali che supportano le imprese verso la trasformazione digitale e la sostenibilità, ha rilasciato Unified Supply Chain Schedule AI Assistant, una nuova soluzione per la pianificazione delle attività degli...

  • MiR rafforza il proprio team italiano

    Sempre più industrie si rivolgono a soluzioni di automazione e digitalizzazione. Mobile Industrial Robots (MiR), pioniere nei robot mobili autonomi e collaborativi, ha registrato una crescita del 42% delle vendite globali nel 2021. L’azienda consolida il trend...

  • ProgettistaPiù 2023: sfide su più fronti nell’industria siderurgica

    L’industria siderurgica europea sta affrontando un processo inarrestabile di trasformazione dei propri cicli produttivi, che ha come obiettivo ultimo il miglioramento della sostenibilità della produzione, intesa nella sua accezione più completa e complessa, che abbraccia gli ambiti...

  • Aumentano le vendite di robot e cobot in Europa, Asia e America

    Le vendite di robot industriali hanno registrato una forte ripresa: è stato raggiunto in tutto il mondo un record di 486.800 unità, con un incremento del 27% rispetto all’anno precedente. Sono dati resi noti da On Robot, azienda...

  • ProgettistaPiù 2023: Soft Robotics, l’ultima frontiera della robotica

    Muoversi nell’acqua seguendo il flusso delle onde, o nell’aria, come fanno i semi trasportati dal vento, la soft robotics è un’innovativa branca della robotica che prende spunto dalla natura per dare vita a strutture robotiche flessibili e...

  • Pick2Light: nuovo sito e nuova user experience

    FasThink lancia il nuovo sito Picktolight.it,  un vero e proprio contenitore di tecnologia di nuova generazione in uso nelle più qualificate aziende, di video applicativi e di tantissima innovazione e news nel mondo del manufacturing e logistics...

  • Il manifatturiero adotta l'intelligenza artificiale. Lo dice Google Cloud
    La soluzione per l’analisi dei dati Altair Unlimited

    Altair, tra i leader nel settore della scienza computazionale, dell’HPC (High Performance Computing) e dell’intelligenza artificiale (AI), è entusiasta di annunciare il lancio dell’appliance Altair Unlimited per l’analisi dei dati, una soluzione “chiavi in mano” che democratizzerà...

  • zero trust_1
    Zero Trust semplifica l’ETL e accellera machine learning e AI

    L’intelligenza artificiale e il machine learning stanno trasformando le pratiche di business, ma solo se le organizzazioni possono vincere la sfida dell’accesso e aggregazione dei dati tra i vari silo e fonti in un unico pool di...

Scopri le novità scelte per te x