Produzione di batterie con encoder e sensori Pepperl+Fuchs

Pubblicato il 11 luglio 2022
pepperl+fuchs encoder

Le potenti batterie per applicazioni di elettromobilità vengono prodotte utilizzando processi estremamente automatizzati. Numerosi sensori che utilizzano diverse procedure di misura garantiscono un controllo efficiente di macchine e impianti. Grazie a un’esperienza decennale nell’industria automobilistica e nell’elettrotecnica, Pepperl+Fuchs è in grado di offrire da un’unica fonte tutti gli strumenti di misura rilevanti per la produzione di batterie.

Le lamine rivestite sono il materiale di partenza più importante per le batterie agli ioni di litio. Vengono consegnate in grandi rotoli da cui vengono generate in fase di produzione. La velocità di svolgimento dei rulli viene misurata con encoder rotativi di alta precisione. La distanza di avvolgimento e la scorta di materiale possono essere calcolate in base alla velocità. Il valore della velocità viene utilizzato anche per controllare l’alimentazione del materiale e consente di impostare la corretta tensione del nastro. Gli encoder rotativi Eni90, estremamente robusti, sono ideali per svolgere questo compito.

Nella fase successiva, i pezzi del rotolo di lamina adatti alla batteria da produrre vengono perforati e assemblati in celle di batteria. L’alimentazione del materiale punzonato viene monitorata mediante sensori a ultrasuoni a doppia lastra, come quelli della serie UDC-18GS. Questi sensori sono dotati di due trasduttori a ultrasuoni e rilevano la presenza di uno, due o addirittura zero fogli nel campo di rilevamento. Se i fogli sono stati erroneamente impilati due volte, il processo viene subito interrotto. In questo modo si evita che la capacità della batteria venga ridotta dalla presenza di due strati accostati della stessa polarità. L’utilizzo di un sistema a ultrasuoni per il rilevamento di fogli doppi significa che il processo non è influenzato dalle condizioni ambientali o dalle proprietà ottiche del materiale; anche se le pellicole sono spesso lucide, vengono comunque rilevate in modo affidabile.

L’incollaggio degli strati di pellicola crea celle che vengono poi unite per formare le batterie finite. In questa fase è importante che tutte le celle richieste siano effettivamente disponibili e stiano nella giusta posizione nella griglia specificata. Per verificare il loro corretto posizionamento, un sensore SmartRunner Explorer 3-D crea un’immagine precisa della nuvola di punti 3-D, in modo da adattare la situazione reale al posizionamento richiesto. La fase del processo di collegamento delle celle viene avviata solo quando tutto è nella posizione corretta.

I sensori Pepperl+Fuchs fanno parte da decenni della dotazione standard dell’industria automobilistica. Ciò vale anche per l’automazione di fabbrica nell’elettrotecnica: in entrambi i settori, i clienti possono sfruttare la vasta esperienza dell’azienda di Mannheim. È disponibile un’ampia gamma di dispositivi standard collaudati per la produzione di batterie per veicoli elettrici ad alte prestazioni. Pepperl+Fuchs offre anche soluzioni di automazione personalizzate per applicazioni specifiche.



Contenuti correlati

  • Luca Negri Sparq batterie IoT
    5 consigli per scegliere la batteria per le applicazioni IoT

    L’IoT è in rapida crescita e le previsioni sul numero di dispositivi connessi indicano la ragguardevole cifra di circa 29 miliardi entro il 2030. Questo trend sta mettendo sotto pressione gli sviluppatori di prodotto come anche i...

  • Allegro MicroSystems ADAS
    In un’auto ci sono fino a 9 semiconduttori di Allegro

    Allegro MicroSystems è un’azienda di riferimento a livello globale che progetta, sviluppa, produce e commercializza circuiti integrati per sensori e circuiti integrati analogici di potenza per applicazioni speciali. Il focus verte sul mercato automotive e industriale, in...

  • I test su veicoli elettrici e ibridi

    Con il progressivo affermarsi della mobilità elettrica si presenta, sempre più spesso, la necessità di effettuare misure su dispositivi che utilizzano tecnologia ad alta tensione a bordo di veicoli. In fase di sviluppo, in produzione oppure nell’ambito...

  • Comau Flex-BD 2023
    Comau automatizza il riciclo e la rigenerazione delle batterie

    Comau rinnova, per il secondo anno, il proprio impegno nel progetto europeo Flexible Battery Dismantling (Flex-BD), con l’obiettivo di dare un contributo fondamentale allo sviluppo di un’economia realmente circolare. Flex-BD è un sistema robotizzato che automatizza l’iter...

  • Da Banner Engineering un singolo sensore 3D per misurare le altezze di riempimento dei cesti

    Banner Engineering ha sviluppato il sensore serie ZMX 3D Time of Flight. Il dispositivo costituisce la soluzione ideale per il monitoraggio con un singolo sensore del volume di materiali, prodotti o confezioni che vengono convogliati per riempire...

  • Pepperl+Fuchs_R3000
    I sensori Pepperl+Fuchs sono ancora più precisi combinando PRT e MEMS

    Dall’automazione industriale ai veicoli autonomi, fino ai robot di assistenza, per vincere le sfide del futuro saranno necessari potenti sensori 3D che catturino l’ambiente circostante in modo rapido, completo e con precisione millimetrica. Un’innovazione tecnologica di Pepperl+Fuchs,...

  • Pepperl+Fuchs promuove l’iniziativa “Manufacturing-X”

    Con l’iniziativa “Manufacturing-X”, la piattaforma Industry 4.0 sta creando uno spazio dati sovrano tra industrie e aziende, con l’obiettivo di favorire la cooperazione multilaterale lungo le catene di fornitura e portare i processi di creazione del valore...

  • LEM DCBM 100
    Da LEM un contatore di energia DC con servizio di fatturazione in kWh

    Lo specialista della tecnologia per la misura elettrica LEM ha sviluppato il suo nuovo contatore di energia DC per caricatori wallbox DC di veicoli elettrici (EV). Offrendo conformità a tutte le più recenti normative metrologiche, il contatore...

  • Pepperl+Fuchs amplia la gamma di prodotti IO-Link con un lettore RFID UHF

    Negli ultimi anni, IO-Link è diventata un’interfaccia ben consolidata sul mercato e il suo utilizzo è sempre più diffuso. Uno dei motivi della sua popolarità è l’interfaccia standardizzata, che consente ai clienti di integrare una serie di...

  • Wenglor a SPS Italia 2023: l’innovazione non si ferma mai

    Con l’esordio a SPS Italia dei nuovi sensori laser ottici P3 e degli scanner 3D ShapeDrive G4, wenglor sarà tra i protagonisti della più importante fiera nazionale dedicata all’automazione e alle tecnologie digitali per l’industria. L’innovazione è una...

Scopri le novità scelte per te x