Scuola e digitalizzazione: il primo Privacy Debate Championship

Il 27 settembre, nell’ambito della Privacy Week milanese, si terrà il primo Privacy Debate Championship, in cui gli studenti di 5 scuole superiori si confronteranno su comportamenti, diritti, rischi e vantaggi dell’era digitale

Pubblicato il 23 settembre 2022

Mostrare immagini molto personali o intime di sé è un diritto che va regolamentato e protetto? Non pagare un servizio online ma cedere i propri dati è uno scambio accettabile? Un’AI può essere meglio di una persona nel governo di un Paese? Fare scuola nel Metaverso potrebbe essere divertente e stimolante? Domande a cui cercheranno di rispondere i ragazzi di cinque scuole superiori italiane durante il primo Privacy Debate Championship che si terrà il 27 settembre presso l’auditorium dell’American School di Milano.

Il Debate è parte del programma della Privacy Week, una manifestazione ideata da Privacy Network, organizzazione non-profit italiana che affronta le sfide dell’innovazione tecnologica per garantire il rispetto della privacy e dei diritti umani, insieme ad /‘Aut/, studio creativo di produzione, che si terrà 26-30 settembre 2022 pressp Cariplo Factory Milano (Via Bergognone, 34) o American School of Milan (Via Karl Marx, 14) o e in streaming online.

Patrocinata dal Garante per la protezione dei dati personali e da AssoSoftware, la Privacy Week è stata organizzata per informare le persone sul grande cambiamento che sono chiamate ad affrontare nell’era del digitale e per aiutarle a comprendere l’impatto che questa avrà sulla quotidianità e sulla privacy di tutti. Come spiega Andrea Baldrati, avvocato, co-fondatore e presidente dell’Associazione Privacy Network: “Una società tecnologica e libera si regge sulla responsabilità di tutti, legislatori, aziende e singoli utenti. Tematiche come cybersecurity e privacy devono essere capite e presidiate in tutti i contesti: al lavoro, in famiglia, ma soprattutto a scuola. Non si possono negare le infinite possibilità che offrono gli strumenti tecnologici e l’importanza che ricopriranno queste innovazioni nella vita dei giovani del futuro, ma è importante capirne l’impatto. Con questo dibattito vogliamo invogliare i ragazzi a informarsi e a riflettere sui comportamenti, i diritti, i rischi e vantaggi della digitalizzazione. Abbiamo deciso di farlo non con una lezione frontale bensì con una sfida che faccia sentire i ragazzi protagonisti di questo dibattito”.

Cinque le squadre formate da studenti dell’American School di Milano, del Liceo Classico e Linguistico Muratori San Carlo di Modena, del Liceo Statale Regina Margherita di Torino, del Liceo Classico Statale Cesare Beccaria di Milano, del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Erba che si sfideranno e dibatteranno su tematiche legate ai comportamenti, diritti, rischi e vantaggi della digitalizzazione di fronte ad un pubblico di specialisti e cittadini.

A individuare la squadra che meglio ha sostenuto e dibattuto la sua tesi una giuria di esperti composta da Cristina Pozzi, Co-founder e CEO di Treccani Futura, il nuovo centro edtech italiano per l’educazione formale e non formale; Beatrice Cristalli, Coordinatrice didattica di Formazione su Misura (Mondadori Education e Rizzoli Education), consulente in editoria scolastica e formatrice; Angelo Leone, Amministratore Delegato di EUservice e Lisa Gregis, EMEA Talent Partner e Program Senior Analyst di Salesforce.

Dopo il dibattito ci sarà la possibilità di partecipare a un momento di scambio con Luca Borsa, game designer, esperto di gamification, che spiegherà come la didattica e la scuola possono avvalersi delle tecniche del gioco per diventare più efficaci e coinvolgenti.

La scuola che arriverà in finale e vincerà il dibattitto si aggiudicherà il premio messo in palio da Salesforce e consistente nella possibilità di accedere a un Trailhead Virtual Bootcamp per ogni membro della squadra vincitrice: un corso di 6 settimane online e guidato, sulla piattaforma di apprendimento gratuita di Salesforce, consistente in due incontri a settimana con un docente certificato Salesforce.

Fonte foto Pixabay_geralt



Contenuti correlati

  • TrendMicro ransomware Italia
    Italia bersaglio del ransomware: colpito il 58% delle organizzazioni

    Il 58% delle organizzazioni italiane è stato colpito da un attacco ransomware negli ultimi tre anni e il 57% del campione ha visto almeno un’altra azienda all’interno della propria supply chain cadere vittima dei cybercriminali. Il dato...

  • Come colmare il gap tra sicurezza e innovazione

    Il concetto di sicurezza è tradizionalmente visto come un ostacolo all’innovazione. I team DevOps vogliono essere liberi di esplorare la propria creatività e abbracciare tecnologie cloud-native, come Docker, Kubernetes, PaaS e le architetture serverless, ma la sicurezza...

  • Security Summit 2022: appuntamento a Verona il 4 ottobre

    Attualità dei rischi cyber e nuovi scenari globali e le implicazioni nel Triveneto: questo il tema che raduna manager, professionisti ed imprenditori per il prossimo appuntamento di Security Summit il 4 ottobre presso l’hotel Crowne Plaza Verona...

  • Trend Micro: l’80% delle aziende italiane si sente esposto ad attacchi ransomware, phishing e in ambito IoT

    Il 31% delle aziende italiane afferma che la valutazione del rischio è la principale attività nella gestione della superficie di attacco ma il 54% ritiene che i propri metodi di valutazione del rischio non siano abbastanza sofisticati....

  • Trend Micro ransomware
    Più sicurezza per l’Industrial IoT

    Trend Micro ha raggiunto un ulteriore traguardo nella messa in sicurezza dei progetti IoT e dell’Industry 4.0, in seguito alla firma di un accordo con Pro-face by Schneider Electric. L’Industry 4.0 rappresenta una convergenza radicale delle tecnologie...

  • Il 5G privato vola grazie alla security

    La prospettiva di una maggiore sicurezza e privacy guida lo sviluppo dei progetti di reti wireless 5G private. Lo rivela “Security Expectations in Private 5G Networks: A journey with partners”, l’ultimo studio Trend Micro, tra  i leader...

  • Rockwell Automation sarà presente all’Automation Instrumentation Summit 2022

    Nel corso dell’edizione 2022 dell’Automation Instrumentation Summit, l’imperdibile appuntamento internazionale che si terrà a Milano nell’ultima settimana di settembre, Rockwell Automation illustrerà come le aziende, adottando una serie di best practice e implementando strategie che tengano conto...

  • Clusit premia le migliori tesi del 2021

    “Innovare la sicurezza delle informazioni” è il leit motiv che accompagna dalla prima edizione, 17 anni fa, il Premio Tesi di Clusit, Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica. Istituito proprio con l’obiettivo della ricerca e dell’aggiornamento continuo...

  • Cybersecurity: un bersaglio in movimento

    L’espansione della superficie di attacco dei sistemi industriali e l’evoluzione delle minacce informatiche richiedono una continua revisione del programma e delle policy di cybersecurity Leggi l’articolo

  • Reply Cyber Security Challenge, maratona di 24 ore per gli appassionati di cybersecurity

    Sono aperte le registrazioni alla quinta edizione della competizione online a squadre di Reply dedicata alla cybersecurity e aperta a giovani professionisti e appassionati di cybersecurity di tutto il mondo, che nel 2021 ha visto la partecipazione...

Scopri le novità scelte per te x