Open Mind a BIMU: la digitalizzazione parte dal CAM

Pubblicato il 10 ottobre 2022
Open Mind HyperMill Bimu 2022

Open Mind Technologies sarà presente a Bimu 2022 alla Fiera di Rho dal 12 al 15 ottobre al Padiglione 13 – Stand B21. Lo stand sarà organizzato per valorizzare uno dei temi principali della digitalizzazione industriale: l’interconnessione.

I visitatori potranno infatti approfondire come al sistema CAM sia assegnato oggi un ruolo fondamentale quando si parla di strategie di Industria 4.0 nelle aziende manifatturiere e di interconnessione dei sistemi lungo la catena dei processi produttivi.

Tutti parlano di sviluppo di sistemi smart e di Internet of Things (IoT), ma nelle piccole e medie imprese manifatturiere, con la generazione del codice NC a partire dai dati CAD, ci sono già  processi digitali in atto: partendo da questa base si può solo progredire. L’interconnessione costituisce quindi l’aspetto più importante.

A seconda dell’ecosistema IT sono disponibili vari approcci: la connessione del processo relativo ai dati CAD, CAM e NC a un cosiddetto sistema di Product Lifecycle Management (PLM) o Manufacturing Execution System (MES), l’integrazione di uno strumento di gestione utensili, la capacità di visualizzare a livello aziendale i dati CAD usufruendo di strumenti come i viewer oppure sfruttare una comunicazione bidirezionale con i sistemi di controllo delle macchine.

A Bimu 2022 Open Mind presenta hyperMill Virtual Machining per sfruttare i vantaggi dell’approccio digital twin. La comunicazione bidirezionale con i controlli delle macchine utensili è particolarmente importante nel collegamento in rete con altri sistemi lungo la catena di processo. hyperMill Virtual Machining colma il divario tra il sistema CAM e l’ambiente fisico della macchina. Se il software CAM può funzionare con un digital twin della lavorazione fisica, questo apre nuove opzioni per generare, ottimizzare e simulare il codice NC in modo sicuro.

hyperMill Best Fit ne è un esempio. Si tratta di un nuovo tipo di sistema di allineamento dei componenti per la successiva lavorazione, secondo cui il programma NC si definisce in base all’area di lavoro.

Il CAM può contribuire alla sostenibilità e al risparmio energetico? hyperMill da sempre aiuta le aziende a scegliere le migliori strategie di lavorazione per ottimizzare sia i tempi che le risorse necessarie. Materiali, energia e cicli di lavorazione possono essere controllati per guadagnare in efficienza. È il caso ad esempio della finitura con utensile a barile conico del pacchetto hyperMill Maxx Machining, caratterizzato da una nuovissima geometria di fresatura che consente raggi da 1.000 mm e superiori, per eseguire incrementi notevoli, preservando al contempo la qualità della superficie. Il risultato è un risparmio di tempo fino al 90% in finitura.



Contenuti correlati

  • Airbus Commercial sceglie Altair SimSolid nell’ambito dell’iniziativa ZEROe per i velivoli sostenibili

    Altair ha annunciato che Airbus Commercial ha scelto Altair SimSolid – la rivoluzionaria tecnologia di simulazione che esegue analisi strutturali su assiemi CAD completi in pochi minuti – nell’ambito dell’iniziativa globale ZEROe, che mira a creare il...

  • Comau e il Politecnico di Bari collaborano per lo sviluppo di progetti innovativi

    Comau e il Politecnico di Bari rinnovano il loro impegno nel percorso di collaborazione quinquennale, siglato lo scorso anno, che ha permesso l’avvio del laboratorio pubblico-privato ‘Cognitive Diagnostics, mirato allo sviluppo di soluzioni innovative nel campo della...

  • Simulazione: le nuove frontiere

    Grazie alla convergenza di simulazione, digital twin, analisi dei dati intelligenza artificiale e High Performance Computing è oggi possibile prevedere con la massima accuratezza il comportamento di un prodotto non ancora realizzato o di un processo Leggi...

  • Dati: il carburante della sostenibilità

    Il monitoraggio IoT della produzione e dei consumi energetici, così come l’analisi dei dati raccolti dal campo tramite tecnologie evolute può supportare le aziende nel raggiungimento degli obiettivi di maggiore sostenibilità (ed efficientamento) che si sono poste...

  • Sistema sanitario, ecco la rivoluzione guidata dai dati

    L’utilizzo di dati sanitari ha un potenziale enorme per modificare profondamente il sistema medico e renderlo più sostenibile e accessibile. Lo stiamo già vedendo: dati accurati e aggiornati, resi costantemente disponibili e presenti là dove servono per...

  • È SaaS il futuro della digitalizzazione?

    Il prossimo passo verso il futuro è la trasformazione digitale e l’utilizzo della connessione delle tecnologie cloud per convertire le complessità in vantaggio competitivo Leggi l’articolo

  • PNRR Agenda digitale digitalizzazione
    Nel PNRR 48 miliardi per la digitalizzazione, l’Italia è il paese più avanti per obiettivi realizzati

    Si apre una nuova fase nell’attuazione dell’Agenda Digitale dell’Italia. Il PNRR mette a disposizione risorse mai viste per la digitalizzazione del Paese e della sua PA: complessivamente 48 miliardi, il 37% di tutte le risorse europee per...

  • Efficienze e valore dal mondo Phygital

    La fusione tra fisico e digitale ha portato alla nascita di una dimensione ‘figitale’ a se stante, dove istanze virtuali complesse come il digital twin generano ottimizzazioni di prodotto e di processo che portano vantaggi e benefici...

  • Transizione energetica e digitalizzazione

    Crisi energetica e nuovi investimenti sulle reti Leggi l’articolo

  • Meno atomi, più bit

    Un convegno organizzato da Anie Automazione ha fatto luce sul tema della servitizzazione: la digitalizzazione porta all’introduzione di nuovi modelli di business anche nel settore dell’automazione, dove il valore di un prodotto è sempre meno legato alla...

Scopri le novità scelte per te x