Monitoraggio, novità sui laser scanner di sicurezza Leuze

Pubblicato il 30 settembre 2020
Monitoraggio, novità sui laser scanner di sicurezza Leuze

I laser scanner di sicurezza Leuze monitorano grandi aree pericolose intorno alle celle robotizzate.

I lettori di codici moderni possono essere parametrizzati in modo semplice e si contraddistinguono per prestazioni di lettura.

In questo modo si garantisce che il prossimo passaggio di lavorazione a essere eseguito sia quello previsto per quel pezzo da lavorare.

Per il carico e lo scarico automatico di macchine utensili spesso si ricorre all’impiego di robot industriali. In cosiddette celle robotizzate vengono eseguiti in brevissimo tempo molteplici movimenti di afferraggio e prelievo di pezzi.

Per queste aree occorre garantire una protezione all’accesso ampia e affidabile. Prima che il robot afferri un pezzo questo deve essere identificato in modo univoco per permettere che possa essere eseguito il giusto passaggio di lavorazione.

I Laser scanner Leuze garantiscono un’area di scansione di 160 metri quadrati grazie all’intervallo angolare di 270° e alle portate scaglionate da 3 a 8,25 m.

Le barriere di sicurezza MLD 500 di Leuze possono essere impiegate sia come protezione di accesso sia in caso di applicazioni con muting. Non è necessaria alcuna parametrizzazione via PC o DIP-Switch. In particolare: sistema trasmettitore-ricevitore con portata fino a 70 m, anche intorno agli angoli con colonne portaspecchio; sistema transceiver con portata fino a 8 m; dispositivo laser di allineamento integrato per un allineamento rapido ed economicamente vantaggioso; facilità di parametrizzazione mediante cablaggio; sostituzione degli apparecchi via Plug & Play tramite sistemi di connessione M12; indicatore luminoso integrato per la visualizzazione dello stato anche sulle lunghe distanze e interfaccia AS-i opzionale.

Il DCR 200i di Leuze è un lettore di codici 1D e 2D a fotocamera, di piccole dimensioni. Grazie al comando e alla parametrizzazione semplici e intuitivi questo prodotto può essere integrato velocemente in diverse applicazioni.

Per l’integrazione in sistemi fieldbus sono previste delle interfacce standard quali Profinet o Ethernet TCP/IP. Il soddisfacimento dei requisiti più elevati in termini di resistenza ai detergenti è offerto dalla variante con alloggiamento in acciaio inossidabile e IP69K/ IP67.



Contenuti correlati

  • Digital Twin: un valido alleato della manutenzione predittiva

    La creazione di modelli virtuali in grado di replicare il funzionamento delle fasi produttive può portare una serie di vantaggi sostanziali nell’automazione della gestione dei processi industriali. Il gemello digitale permette di analizzare e ottimizzare le prestazioni...

  • A EMO 2021, il prossimo livello di controllo numerico da Heidenhain

    A EMO 2021 Heidenhain (padiglione 7, stand F05) inaugura un nuovo capitolo per il controllo numerico di macchine utensili. Perché si festeggia l’anteprima del nuovo livello della produzione orientata all’officina – e in due occasioni diverse. A ottobre e...

  • MTConnect, lo standard libero e aperto per i costruttori di macchine utensili

    MTConnect è un protocollo di comunicazione che consente di estrarre dati e informazioni da macchine a controllo numerico e apparecchiature di produzione. Di fatto è uno standard che consente a differenti dispositivi di fornire informazioni in un...

  • Cresciuti del 100,3% nel I semestre 2021 gli ordini di macchine e utensili per il legno-arredo

    Non ci sono dubbi che l’andamento della pandemia abbia fortemente influenzato tutte le dinamiche economiche, coinvolgendo anche le macchine, gli utensili, le attrezzature per la lavorazione del legno e la produzione di mobili e arredi. Un andamento...

  • Terranova e il sistema HMI

    Il gruppo Terranova si propone come partner strategico per la misura di livello di parchi serbatoi dedicati allo stoccaggio di fluidi per mezzo del sistema di monitoraggio, configurazione e programmazione remota HMI marchiato Valcom. HMI visualizza in...

  • Migliorare il monitoraggio dell’infrastruttura IT e IoT

    La sede francese di Engie Solutions, gruppo energetico mondiale che opera nei settori della produzione e distribuzione di gas naturale, energie rinnovabili e servizi, è recentemente passata dal sistema di monitoraggio PRTG Network Monitor – che utilizzava...

  • Tre buone ragioni per effettuare il monitoraggio olistico nell’IT industriale

    Da qualche anno la digitalizzazione sta guidando la trasformazione radicale dell’IT industriale. I dati provenienti dalle macchine e dalla loro automazione hanno assunto un’importanza rilevante per l’intera azienda e le macchine sono oggi più connesse. Questo influisce...

  • Ucimu, +88% gli ordini nel primo semestre 2021

    “Il 2020 si è chiuso con risultati al di sopra delle nostre aspettative iniziali e questo ci ha permesso di fare meglio di competitor come Germania e Giappone”: Barbara Colombo, presidente di Ucimu-Sitemi per produrre, l’associazione dei...

  • Motori lineari di Bosch Rexroth al servizio dell’Industry 4.0

    Gitek è un’azienda italiana affermata nel campo della progettazione di macchine utensili speciali, con sede a Caronno Pertusella (Varese). Si distingue nel panorama italiano per i suoi progetti ambiziosi che valorizzano la catena del valore Made in...

  • Ucimu, incentivi strutturali per svecchiare il parco macchine

    Nel 2019 l’età media dei macchinari di produzione presenti nelle imprese metalmeccaniche del Paese era di 14 anni e 5 mesi, la più alta mai registrata dal 1975. Il parco macchine utensili e sistemi di produzione risulta...

Scopri le novità scelte per te x