Mitsubishi Electric, il nuovo Simple Motion Module potenzia la soluzione control

Pubblicato il 9 dicembre 2017

Il nuovo Simple Motion Module FX5-80SSC-S, in grado di controllare fino a 8 assi in rete SSCNET III/H in fibra ottica, potenzia la soluzione Motion control della piattaforma di PLC compatti iQ-F di Mitsubishi Electric.
Come per la versione a 4 assi, il Simple Motion Module FX5-80SSC-S permette di eseguire posizionamenti punto a punto, interpolazioni lineari o circolari ma anche funzioni dove sono richieste elevate dinamiche e precisioni come camme elettroniche, sincronizzazione assi, taglio al volo, ecc. In questo modo, è oggi possibile risolvere applicazioni con funzionalità Motion Control grazie all’utilizzo di un PLC compatto.

FX5-80SSC-S può controllare via SSCNET III/H sia i servo MR-J4-B-RJ che i nuovi MR-JE-B. In particolare, grazie all’impiego proprio dei servo MR-JE-B si ottiene una soluzione Motion di rilievo e “cost effective”. Gli encoder installati sui servomotori sono assoluti di serie con risoluzione di 17 bit (oltre 131000 impulsi al giro), mentre l’azionamento integra la funzione “one-touch tuning” che consente di regolare automaticamente i parametri cinematici del sistema unicamente premendo un tasto sul software di configurazione. Inoltre, sono presenti la funzione di soppressione delle vibrazioni, che consente di aumentare la produttività eliminando gli shock meccanici del sistema, e la funzione di “drive recorder” che registra ininterrottamente i parametri del servosistema congelandoli nel momento in cui si verifica un allarme. I parametri possono essere esaminati tramite la funzione oscilloscopio dal personale di manutenzione consentendo l’identificazione immediata del problema, come per l’FX5-40SSC-S.
Il nuovo Simple Motion Module è dotato di scheda Simple Motion per PLC iQ-F CPU FX5U o FX5UC, la – gestione di fino a 8 assi reali più 8 assi virtuali, il tempo ciclo pari a 0.88ms e la possibilità di installare diversi Simple Motion Module su un PLC, Inoltre la disponibilità di ingressi per encoder esterni, sensori di lettura tacca, extra-corsa, emergenza ecc., ma anche il supporto di interpolazioni lineari su 8 assi e circolari su 2 assi e di camme elettroniche e sincronizzazioni.
La configurazione, la programmazione, il setup e il debug del sistema è compiuto dal software GX Works 3, unico tool in grado di gestire totalmente tutte le funzionalità dei Simple Motion Module FX5-40SSC-S e FX5-80SSC-S.



Contenuti correlati

  • Dispositivi e soluzioni per rendere sicuri macchine e impianti

    Accanto ai tradizionali dispositivi di sicurezza, la crescente interconnessione ha aumentato la complessità delle minacce alla sicurezza di macchine e impianti industriali. In questo contesto, è fondamentale adottare soluzioni e dispositivi idonei a fronteggiare vari tipi di...

  • Motori ed efficienza

    Motori elettrici e inverter sono componenti chiave per applicazioni ad alta efficienza energetica in ambito industriale: l’azionamento ha il potenziale per portare enormi risparmi energetici, fino al 40% a seconda dell’applicazione Nel 2024 la Commissione Europea dovrebbe...

  • Dati a portata di smartphone

    Mostrare il funzionamento e le prestazioni di una macchina direttamente sullo smartphone, da remoto e in totale sicurezza? Si può fare, grazie a ctrlX Core AnyMa è un’azienda con sede a Busto Arsizio in provincia di Varese,...

  • Con il digital twin si fa prima

    La messa in funzione virtuale, parallela al lavoro con il software Emulate3D, consente di ridurre di mesi la realizzazione di un impianto di trattamento termico dell’industria automobilistica L’abbinamento di soluzioni digital twin, di un software di simulazione...

  • L’importanza dell’automazione industriale in una campagna di sensibilizzazione firmata Mitsubishi

    Mitsubishi Electric ha avviato una campagna di sensibilizzazione a livello globale utilizzando una serie di narrazioni illustrate, ciascuna accompagnata da un’immagine di grande impatto, rivolta a un pubblico vasto, non solo appartenente al mondo dell’automazione industriale: l’obiettivo...

  • Soluzioni di motion integrate per telai speciali: l’esperienza di Trinca Technology

    Il settore meccanotessile italiano è un punto di riferimento globale per tecnologia, motion e non solo, e qualità. In passato erano moltissime le aziende italiane che costruivano macchine per trasformare i filati in preziose stoffe apprezzate in...

  • Ridurre i costi e migliorare la sostenibilità con motori e azionamenti efficienti

    La sostituzione di installazioni obsolete con motori più efficienti ed ecologici comporta benefici essenziali per l’ambiente e la gestione delle risorse. Al tempo stesso motori e azionamenti di nuova generazione riducono i costi di produzione e aumentano...

  • HMI e Scada

    Sempre più user friendly e progettati per offrire un’esperienza ottimale all’operatore, HMI, IPC e Scada si stanno evolvendo di pari passo con la trasformazione tecnologica dell’industria Leggi l’articolo

  • I primi encoder Heidenhain progettati con la scansione induttiva di prossima generazione

    ECI 1122 e EQI 1134 sono i primi encoder che Heidenhain ha progettato con la scansione induttiva di prossima generazione. Convincono per il basso rumore di fondo, la ridotta oscillazione della velocità e l’estesa registrazione di dati...

  • Encoder incrementale IEP3 di Faulhaber: più preciso grazie a chip di ultima generazione

    Con il lancio del modello IEP3, Faulhaber ha arricchito la propria linea di prodotti con un encoder incrementale che, grazie a una tecnologia di chip di ultima generazione, raggiunge altissimi livelli di risoluzione e precisione. Con un...

Scopri le novità scelte per te x