Minsait annuncia un nuovo piano di assunzioni per l’Italia di 300 persone

Pubblicato il 21 marzo 2023
Minsait assunzioni

Minsait, una società di Indra, ha rinnovato la propria strategia di employer branding per continuare a guidare una digitalizzazione più umana. Con lo slogan “More digital, More human” l’azienda punta ad assumere più di 300 nuovi professionisti in Italia e un totale di 12.000 in tutto il mondo entro il 2023 per continuare con i suoi piani di crescita ed espansione.

Minsait si rivolge a profili STEM, principalmente laureati in Ingegneria Informatica, Telecomunicazioni e Matematica e di formazione professionale intermedia e avanzata, per soddisfare un’offerta tecnologica innovativa legata all’intelligenza artificiale (AI), agli Advanced Analytics, al metaverso, ai profili SAP o al low code.

Con una forza lavoro di oltre 46.000 persone, di cui oltre 3.000 in Italia, Minsait è tra i punti di riferimento per accelerare la transizione di aziende e istituzioni italiane verso modelli digitali più avanzati e sostenibili, con progetti ad alto impatto di portata globale e una visione innovativa dei nuovi formati di business, con un focus sul mondo phygital e sul metaverso.

L’azienda si è inoltre posizionata nel campo dei servizi finanziari e dei mezzi di pagamento attraverso la sua controllata Minsait Payments, che elabora oltre 220 milioni di carte in tutto il mondo. Ha inoltre siglato accordi con Google Cloud, Amazon Web Services e Microsoft per far evolvere e trasformare le aziende attraverso progetti di migrazione al cloud pubblico, sfruttando le potenzialità dell’AI e dei Big Data, con una particolare attenzione alla cybersecurity.

More digital, More human pone l’accento sulla tecnologia e sulle persone, con innovazioni che contribuiscono ad abbattere il digital divide in modo sostenibile e con un’offerta di lavoro pensata per attrarre e trattenere i talenti che accompagneranno l’azienda nella sua nuova fase di crescita ed espansione, forte degli storici risultati registrati nell’ultimo esercizio, come si evince dai risultati presentati dal Gruppo Indra e dalle sue due divisioni: Minsait (IT) e Trasporti e Difesa.

“I nostri progetti trasformano realmente le imprese e permettono alle persone di crescere. In questo modo generiamo un impatto positivo e sostenibile sulla società. More digital, More human parla di un futuro in cui, oltre alle tecnologie, le persone diventano più importanti. Grazie ad esse, ci stiamo muovendo verso una cultura più flessibile e più umana”, afferma Sofía Collado, Direttore delle Risorse Umane di Minsait.

Pertanto, “poiché il talento è il principale motore dello sviluppo”, afferma Sofía Collado, l’azienda presta particolare attenzione alle condizioni di lavoro, con un modello di lavoro flessibile, piani di formazione e di carriera, strutture per promuovere la mobilità e misure per favorire l’orgoglio di appartenere all’azienda.

Le nuove modalità di lavoro agile sono molto apprezzate all’interno dell’azienda e i professionisti ne sottolineano le opportunità per un migliore work-life balance e per una maggiore attenzione alla sostenibilità. Inoltre, grazie alle sue operazioni commerciali in più di 140 Paesi, l’azienda offre strutture per promuovere lo scambio tra le diverse aree geografiche.

Nell’ambito della strategia di Minsait per l’inserimento di giovani talenti, dal 2018 è attivo il programma Smart Start, che offre fino a due anni di affiancamento e fornisce un’esperienza differenziata, aumentando il coinvolgimento delle persone.

Inoltre, una delle leve per la fidelizzazione e lo sviluppo dei talenti consiste nel favorire un ecosistema di formazione continua che risponda, da un lato, all’immediatezza richiesta dal business e dal mercato e, dall’altro, alla diversità dei profili che coesistono in azienda. È in questo ecosistema che Udemy for Business gioca un ruolo particolarmente importante, in quanto mette a disposizione di tutti i professionisti Minsait più di 6.000 contenuti aggiornati, con accesso illimitato per sviluppare le proprie competenze.

Oltre alla proposta di apprendimento, Minsait ha diversi piani di carriera che rispondono alle esigenze dei talenti di ogni azienda e servono come leva per attrarre, coinvolgere e sviluppare il pieno potenziale di ogni professionista, così come le sue competenze, la sua visione strategica e la sua capacità di leadership. Questi percorsi sono il cammino che l’azienda segue con ogni persona dal recruiting fino alle posizioni di massima responsabilità, accompagnandola e fornendole tutti gli strumenti necessari affinché possa arrivare dove desidera all’interno dell’azienda.

Minsait è fortemente impegnata sul fronte della diversità e dell’inclusione, dove le persone sono al centro. In Italia, la società ha creato un Comitato per la parità di genere volto a promuovere l’uguaglianza nel Paese, dove attualmente lavorano più di 700 donne.

Tra le misure in corso di attuazione in Italia, spiccano: sensibilizzazione sui temi della parità; visibilità del talento femminile dei professionisti di Minsait; formazione per affrontare i processi di assunzione e promozione senza pregiudizi discriminatori; conferma dell’adozione di metodi di lavoro ibridi che permettano la conciliazione tra la vita personale, familiare e lavorativa; azioni volte a raggiungere la parità tra uomini e donne a tutti i livelli dell’organizzazione e della scala retributiva; e implementazione di nuove linee guida per un linguaggio inclusivo nelle comunicazioni aziendali.

Attraverso queste iniziative, Minsait conferma l’uguaglianza di genere come uno dei valori fondanti della sua cultura aziendale. Infatti, nell’ultima indagine condotta tra i suoi professionisti in Italia, il 93,8% afferma che la cultura aziendale sostiene la diversità. L’88,5% afferma che le valutazioni delle prestazioni vengono effettuate secondo criteri strettamente meritocratici. Inoltre, l’85,3% ritiene che le opportunità di carriera siano uguali per tutti, a prescindere da identità e orientamento sessuale, nazionalità, religione, età, ecc.

Nel 2022, Minsait è stata premiata in Italia come migliore azienda per il lavoro femminile dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza ITQF e da La Repubblica – Affari & Finanza. L’azienda è stata riconosciuta da uno studio di social listening che analizza nel dettaglio i commenti online di dipendenti e collaboratori, ed è stata selezionata tra le 200 migliori aziende italiane per le donne, su un campione di 2.000 aziende.



Contenuti correlati

  • Italia in ritardo rispetto ad altre nazioni europee in termini di digitalizzazione

    Il 19° posto tra gli Stati dell’Unione Europea  nel rapporto Digital Economy and Society Index (DESI) del 2022 mostra la realtà della posizione digitale dell’Italia rispetto ai suoi omologhi europei: trainata da Finlandia, Danimarca ed Estonia, le...

  • Ricerca Schneider Electric: la digitalizzazione crea nuovi lavori di area tecnologica nell’industria

    Una ricerca di Schneider Electric ha rivelato che quasi la metà delle aziende industriali (il 45%) ritiene che nei prossimi tre anni la digitalizzazione sarà lo stimolo principale per la creazione di nuovi profili professionali nell’ambito delle...

  • Digitalizzazione e sostenibilità

    Parliamo di fonderie di alluminio che operano nel settore automobilistico producendo parti per il motore endotermico. La start up innovativa di questo mese è High Performance Die Casting, e sua fondatrice e CEO è Tiziana Tronci, membro...

  • Il packaging è smart

    Multivac ha deciso di adottare soluzioni per rendere le reti IIoT semplici e flessibili, così da sviluppare servizi orientati al cliente e ottenere una maggiore disponibilità delle macchine affidandosi alla tecnologia netField Multivac Sepp Haggenmüller SE &...

  • Digitalizzare il frantoio

    Manutenzione e gestione del frantoio smart in oleifici Barbera grazie all’impiego di EcoStruxure di Schneider Electric Quando si pensa alle eccellenze agroalimentari italiane, la produzione di olio d’oliva non può mancare. È un settore molto frammentato, che...

  • La convergenza IT/OT

    La convergenza tra Information Technology e Operational Technology è un percorso di trasformazione in continua evoluzione. Esaminiamo qui i driver chiave, le sfide e le prospettive future di tale convergenza nel panorama delle ‘fabbriche intelligenti’ La convergenza...

  • Un data space unico e coerente per i costruttori di quadri elettrici

    Come definire il successo nell’industria manifatturiera? Per lungo tempo il successo di un’azienda è stato decretato dalla sua capacità di fornire il prodotto migliore attraverso processi caratterizzati da un alto livello di efficienza economica. Oggi questo non...

  • Econo-Pak
    Macchine incartonatrici Econo-Pak più efficienti, produttive e sicure con Rockwell

    Econo-Pak è un’importante azienda che produce macchine incartonatrici, con oltre 35 anni di esperienza nel settore. Con sede vicino a Francoforte, in Germania, ha mantenuto le caratteristiche di un’azienda a conduzione familiare ed è in grado di...

  • La pianificazione integrata: arma segreta delle filiere contro la crisi

    Forse oggi, dopo i difficili anni del Covid, la recessione non è più così vicina, ma i margini aziendali continuano a essere sotto pressione. La crisi energetica scaturita dalla guerra in Ucraina ha fatto schizzare i costi di produzione...

  • RS Italia Ares
    Processi più efficienti e digitali per Ares grazie a RS Italia

    Ares, storica azienda italiana dell’illuminazione architetturale per esterni, ha scelto le soluzioni RS PurchasingManager e RS VendStock di RS Italia per semplificare il processo di acquisto e garantire la disponibilità dei DPI a supporto degli operatori. Fondata...

Scopri le novità scelte per te x